Traduttore: G. Zuddas
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 ottobre 2008
Pagine: 512 p., Brossura
  • EAN: 9788850216932
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Merry Gentry vive a Los Angeles e lavora in un'agenzia investigativa specializzata in crimini sovrannaturali e casi di magia. Fin qui nulla di strano, in un mondo in cui elfi, fate e altri esseri incantati convivono da millenni con gli umani. Il problema è che, dietro quella minuta ragazza dall'esistenza apparentemente normale, si cela Meredith NicEssus, principessa dei Sidhe, fuggita dal regno di Faerie perché sua zia Andais, la terribile regina, voleva ucciderla. Merry deve assolutamente mantenere segreta la propria identità e, per tre anni, la copertura funziona. Finché un'indagine su un uomo, Alistair, che usa un potente afrodisiaco magico per conquistare e soggiogare le donne non la porta a scoprirsi.

€ 4,80

€ 8,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 7,56

€ 8,90

Risparmi € 1,34 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Linda

    01/03/2017 09:07:59

    Libro coinvolgente, pieno di azione e di amore. Mi ha appassionata tanto da avere letto tutti i libri della Hamilton

  • User Icon

    justine

    02/05/2011 19:30:04

    Bel romanzo, molto fantasioso. Lo consiglio a chi non è troppo esigente e/o puntiglioso, o anche perbenista.

  • User Icon

    Mattia

    06/10/2010 12:57:32

    Non è semplice giudicare questo libro. Se da una parte possiede ottimi elementi come un'ambientazione nuova ed interessante, personaggi ben caratterizzati ed intriganti, una scrittura dettagliata e scorrevole, dall'altra presenta scene sessuali troppo estreme che rasentano il trash e che ci fanno chiedere se l'autrice abusi di droghe pesanti o cosa... Perchè inserire scene così lunghe e talvolta scadenti? Peccato, perchè il libro è un "fantasy cittadino" dall'ottimo potenziale, molto magnetico ed erotico.. ma con quest'ultimo elemento l'autrice ha decisamente esagerato.

  • User Icon

    Azzurra

    15/04/2010 11:44:16

    Non mi è piaciuto. Non ho messo il voto più basso perchè comunque è scritto bene, ma l'ho trovato confuso e con troppi personaggi. Magari è il genere "fantasy troppo fantasy" non adatto a me. Niente a che vedere con la saga di Anita.

  • User Icon

    Zeno

    27/10/2009 20:51:59

    Erano anni che non leggevo un libro così sensuale ed erotico, molto più erotico di libri che si professano tali. In quanto le accuse di eccessivo sesso, direi che senza il libro non avrebbe lo stesso impatto. Certo che volendo rappresentare degli esseri amorali era di necessità virtù rappresentarli senza le nostre pare morali sul sesso e sulla morte, mi sembra. Personalmente mi è piaciuto.

  • User Icon

    Vanily

    07/10/2009 19:17:44

    Scrittura piacevolmente sensuale e ovattata, quasi onirica. La trama però è a tratti eccesiva, surreale e poco palusibile più che incentrata sulla "magia". Si parla troppo di sesso sui generis: ma questa principessa non sa fare altro??

  • User Icon

    carla

    29/09/2009 12:23:47

    Tutti i personaggi della hamilton sono notevoli

  • User Icon

    FiFi

    22/09/2009 15:41:23

    Finalmente un fantasy che si discosta dagli stereotipi...concordo pienamente con chi dice che per lo più ci sono pagine intrise di sesso fine a se stesso, ma bisogna anche ricordarsi che è un libro dove questo argomento è uno dei principali, e come tale vanno valutati gli incontri della protagonista. Lo consiglio se riuscite a trovarlo in edizione economica, e lo stesso vale per i seguiti.

  • User Icon

    kiria

    21/05/2009 16:02:04

    non ho letto gli altri libri della hamilton, tuttavia mi sento in obbligo di dissentire per alcuni punti trattati. il libro mi è piaciuto e al più presto mi leggerò il secondo e il terzo, in primo luogo perchè la storia mi è piaciuta, nonostante molti abbiano detto che non c'è trama. ok, non ci sono grandi colpi di scena, però pensiamo un attimo al lasso di tempo in cui si svolge l'intero libro. quanto tempo sarà? 2-3 settimane, un mese? se fossero successe più cose di quelle raccontate la povera meredith sarebbe collassata dopo solo una settimana poverina. l'altro punto è il sesso che secondo molti è stato troppo rappresentato e considerato come il co-protagonista del libro. forse dal punto di vista "umano" si, ma non vi sembra di esagerare? in fondo racconta della storia di un mondo fatato dove evidentemente le cose usano così, è questo il bello delle storie "fantastiche" lo scrittore si può sbizzarrire. l'unica cosa a sfavore è che all'inizio ho fatto un po' fatica a ritrovarmi nella storia per colpa di troppe cose date per scontate riguardo alla struttura sociale dei fey. nel complesso lo trovo un buon libro.

  • User Icon

    Federica

    19/04/2009 21:38:53

    Bello mi è piaciuto! Merry è molto meglio di Anita a parere mio..Frost mi piace un sacco ma anche Sholto mi intriga molto! Non vedo l'ora che pubblichino il quarto!!

  • User Icon

    Gabriella

    25/02/2009 23:15:05

    Ho acquistato questo libro in quanto affascinata dalla fantasia della Hamilton, devo dire che questo nuovo personaggio mi ha profondamente deluso poichè parla straparla solo ed unicamente di sesso ma che noia!!!! Fantasia zero.

  • User Icon

    Maria

    28/01/2009 14:16:14

    Dopo aver conosciuto una protagonista come Anita Blake le altre sembrano inadeguate ma in questo libro ho avuto l'impressione che l'idea della Hamilton fosse quella di creare una nuova eroina diversa dalla famosa Anita.Apparentemente ci è riuscita,Merry è sensuale,senza tabù sessuali,razionale e più portata alla difesa che all'attacco.Tutto il contrario della risvegliante.Però manca nel libro e nel personaggio quel pathos erotico e non solo che invece c'è nella saga della Blake.Io preferisco i vampiri cmq anche se leggerò tutto quello che esce dalla penna di questa autrice.

  • User Icon

    Emarilli

    17/01/2009 21:50:35

    Non dò 5 solo perchè non si sa mai quali mirabilie si possono leggere in futuro, ma nel suo genere questo libro mi a fatto raggiungere alte vette di piacevolezza! Sholto , la Tenebra e Frost tutti e tre intriganti!!! Sholto è il più interessante fino ad ora , soprattutto perchè dopo aver letto il 2° e il 3° libro ancora non si sa molto su di lui( da quel certo punto di vista intendo ), spero nel 4° libro e ne aspetto la pubblicazione in italiano al più presto, editori datevi una mossa, vediamo di raggiungere la traduzione e pubblicazione di tutti i libri della Hamilton in breve tempo, e parlo anche della serie su Anita, anche se la serie di Merry mi piace di più, ma solo di un filo!!

  • User Icon

    lela

    13/11/2008 16:58:18

    semplicemente atroce! non ricordo più chi me l'ha consigliato, perchè potrei picchiarlo! troppo sesso deprimente, personaggi senza nessuno spessore, improbabili e piuttosto stupidi.

  • User Icon

    je

    17/10/2008 23:14:40

    libro stupendo! anke se non approvo questa copertina in quanto dovevano mantenere l'originale della NORD (che già di x sè non è originale). LEGGETELO!!!

  • User Icon

    Letizia

    12/09/2008 14:48:40

    Ho gradito questo primo volume sulla nuova protagonista della Hamilton, anche se continuo a preferire Anita. La componente sessuale qui è molto più presente che non nella saga di Anita, ma è meno intenso, a mio avviso, in quanto qui è esplicito, e non desiderato, passionale e conquistato dopo tanta attesa come negli altri libri.

  • User Icon

    Selene

    12/11/2007 10:42:57

    All’inizio pensavo che il sesso fosse funzionale alla storia, poi verso pagina trecento ero arrivata a pensare che fosse davvero troppo esasperato, la protagonista ha contatti più o meno intimi con tutti i personaggi di sesso maschile umani e non che incontra. Ma proprio da pagina trecento in poi inizia finalmente ad emergere la trama e nel libro non si parla più soltanto di sesso. Credo che sia un libro divertente, di pura evasione, anche se la Hamilton ha scritto molto di meglio nella serie di Anita e non lo dico solo per l’abuso di scene osé, che possono anche avere un senso nel contesto, ma perché la storia resta un po’ troppo sommersa e “deboluccia”. Merry è simpatica e meno spigolosa di Anita, ma proprio per questo risulta un po’ stancante. Gli uomini del racconto non sono male, ma emergono ben poche personalità, sembrano più o meno tutti la stessa persona, non sono ben delineati anche se si nota un certo sforzo nell’approfondimento psicologico che però non è proprio il forte della Hamilton neppure nella serie di Anita. In più ho avuto l’impressione che, sempre per quanto riguarda i personaggi maschili, essi esistano solo in funzione della protagonista. La scena delle rose è molto bella, mentre quella dell’abisso della disperazione troppo breve e poco incisiva, ma verso il finale la Hamilton tende spesso e liquidare tutto in poche pagine. Il personaggio della regina sembra più la tenutaria di un bordello che la regina delle fate. Sia come comportamento che come modo di esprimersi manca totalmente di regalità. Nel complesso è una storia piacevole e con delle potenzialità che però la Hamilton non sfrutta.

  • User Icon

    VampireKiss

    14/06/2007 12:10:19

    Confesso: mi ha nauseato. Troppo sesso , insensato, stancante e noioso, zero plot. ma la cosa che odio è che la hamilton mi ha rovinato così anche Anita, (dopo Incubus Dream non sono riuscita a leggere il successivo per quanto mi aveva nauseato). Comunque tornando a merry gentry...i personaggi sono interessanti e pieni di possibilità da sfruttare ma sono sprecati per un libro senza trama. La hamilton poteva risparmiarsi sta serie, comunque spero che rinsavisca e magari torni allo stile del'Anita dei primi libri e torni in se...magari forse, così, dalla serie di Merry uscirà qualcosa di buono. (anche se ho letto i primi due...forse trovrò il coraggio di leggere i prossimi per vedere dove va a parare...ma sono in fase nausea quindi non sarà per adesso)

  • User Icon

    babi208

    17/05/2007 18:27:14

    un libro fantastico pieno di suspance con moltissimi particolari 1 dei pochi libri che non si riesce a dimenticare

  • User Icon

    Vampire Lover

    09/05/2007 09:55:09

    Che la stragrande maggioranza dei lettori sia rimasta sconcertata non mi stupisce. Per chi, infatti, non “si è fatto le ossa” con le peripezie erotiche cui l’ardeur sottoporrà Anita a partire dal 10° romanzo della serie a lei dedicata (“Narcissus in Chains”) fino al 14° (“Danse Macabre”), è normale che le avventure di Meredith Gentry appaiano stranianti, se non addirittura concepite dalla mente di un’altra scrittrice. In verità, esse rispecchiano appieno la verve immaginifica della Hamilton, disseminate come sono delle magistrali invenzioni scaturite dalla sua sfrenata ed U-N-I-C-A fantasia. Se ho apprezzato il carattere della protagonista (meno spigoloso di quello di Anita), ho invero notato che i personaggi principali (almeno nella prima parte del romanzo) sono caratterizzati da una presentazione meno dettagliata ed approfondita rispetto a quella con cui vengono introdotti i protagonisti dell’altra serie. Bellissima la figura di Roane, che richiama alla mente il malinconico e sensuale “The Edge of The Sea” (pubblicato in “Strange Candy”). Nell’introduzione a questo racconto, Laurell dichiara che i sentimenti contrastanti che l’oceano Pacifico ha suscitato in lei (la paura mista al desiderio di fondersi con l’elemento acqueo) la hanno ispirata a scrivere e costituiscono un leitmotiv nella sua opera letteraria (sirene compariranno, nei loro aspetti sensuali e crudeli, in “Danse Macabre”).

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione