Bader il pilota

Reach for the Sky

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Reach for the Sky
Regia: Lewis Gilbert
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1956
Supporto: DVD
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 9,74

€ 12,99
(-25%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,99 €)

Douglas Bader, asso della RAF durante una manifestazione acrobatica precipita, si salva ma perde l'uso delle gambe. Allo scoppio della Seconda guerra mondiale Bader viene riammesso in aviazione e partecipa alla famosa "battaglia d'Inghilterra", è abbattuto e fatto prigioniero dai tedeschi. Nonostante il suo handicap, Bader è stato uno dei più abili aviatori inglesi.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2013
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 116 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 1,77:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale; trailers
  • Kenneth More Cover

    Nome d'arte di K. Gilbert M., attore inglese. Diviene una delle punte del cinema post-bellico inglese nel genere comico grazie agli esordi negli spettacoli di varietà e cabaret presso il Windmill Theatre, dove lavora negli anni ’30. Questa vena comica gli fa aggiudicare la Coppa Volpi a Venezia nel 1955 per Pro­fon­do come il mare di A. Litvak. Negli anni ’60 si dedica interamente alla serie televisiva prodotta dalla bbc La saga dei Forsyth, di D. Wilson, mentre comincia lentamente a ritirarsi dalle scene a causa del morbo di Parkinson che lo accompagnerà fino alla morte. Approfondisci
  • Alexander Knox Cover

    Attore canadese. Dopo alcune esperienze teatrali, debutta a Hollywood accanto a E.G. Robinson in Il lupo dei mari di M. Curtiz (1941). La sua brillante interpretazione gli assicura altri ruoli di rilievo in film come Nessuno sfuggirà (1944) di A. De Toth. Nello stesso anno il produttore D.F. Zanuck lo sceglie come protagonista di Wilson, prestigiosa biografia del presidente americano diretta da H. King: K. dà una prova sensazionale e la rivista «Variety» lo acclama come nuova star, ma il suo aspetto anonimo e privo di carisma finisce col limitare la sua ascesa. Compare ancora in numerosi film, quasi sempre in ruoli minori, tra cui Europa '51 di R. Rossellini (1952). Approfondisci
Note legali