Balli & Sonate

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Ricercar
Data di pubblicazione: 7 aprile 2017
  • EAN: 5400439003774
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quando Monteverdì arrivò alla corte di Mantova, fu ingaggiato inizialmente come suonatore di viola. Si tratta di un aspetto della sua personalità musicale che viene troppo spesso dimenticato. Eppure suo fratello Giulio Cesare ci ricorda in una lettera che le sue improvvisazioni alla viola bastarda erano straordinarie. All'epoca del suo arrivo, la musica strumentale giocava un ruolo importante alla corte, dominata dalle personalità di diversi musicisti, in particolare il violinista Salomone Rossi. Questo programma illustra la ricchezza del repertorio strumentale alla corte mantovana attraverso le composizioni di questo virtuoso. Ma lo stesso Monteverdi fu un maestro nel campo della musica strumentale, che padroneggiava con straordinario talento, come si può constatare nei balletti de L'Orfeo, nel Ballo delle ingrate e in alcuni madrigali, come Tempro la cetra, dove il ruolo concertante degli strumenti è fondamentale. Questa rievocazione della musica a Mantova all'epoca di Monteverdi comprende anche l'irresistibile Ballo di Mantova, canzone popolare che conobbe innumerevoli arrangiamenti.
  • Claudio Monteverdi Cover

    Compositore.La formazione. primi successi e polemiche. Figlio del medico Baldassarre M., iniziò giovanissimo gli studi musicali sotto la guida di M.A. Ingegneri, maestro di cappella nella cattedrale di Cremona. A quindici anni rivelò la sua precoce maturità pubblicando una raccolta di Sacrae Cantiunculae a tre voci, cui seguirono quelle dei Madrigali spirituali a quattro voci (1583), e delle Canzonette a tre voci (1584). Nel 1587 apparve il primo dei sei libri di Madrigali a cinque voci che – pubblicati dal Gardano e dall'Amadino, veneziani – resero famoso il suo nome in tutta Europa (gli altri verranno pubblicati nel 1590, 1592, 1603, 1605 e 1614). Nel 1590 entrò a far parte, in qualità di suonatore di viola e di cantore, dell'orchestra di Vincenzo Gonzaga, duca di Mantova, il quale, amante... Approfondisci
  • Salomone Rossi Cover

    Compositore e violinista. Di antica famiglia ebraica, è talvolta citato col suo vero nome Shlomoh Me-ha-Adumin. Dal 1587 al 1628 prestò servizio come violinista e direttore dell'orchestra presso la corte dei Gonzaga a Mantova, ove era attiva una numerosa cerchia di artisti e studiosi ebrei, molti dei quali imparentati con lui. Dopo il 1628, con la fuga degli ebrei da Mantova, passata all'Austria, se ne perdono le tracce. Morì probabilmente di peste due anni dopo. Oltre ad alcune collaborazioni a intermedii, la produzione di R. comprende cinque libri di Madrigali a 5 voci (1600-22), uno a 4 voci e uno di Madrigaletti a 2 voci, la maggior parte dei quali con basso continuo (a partire dal 1602). Di notevole interesse storico è la raccolta di 28 Salmi e cantici ebraici a 3-8 voci per il servizio... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali