I bambini ci guardano

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 27 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 9,99 €)

Un bambino assiste alla tragedia della propria famiglia: la madre abbandona il marito per un altro uomo, torna, ma poi se ne va di nuovo causando il suicidio dell'uomo.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Andrea

    21/09/2018 10:17:59

    Un capolavoro di Vittorio De Sica, un film proto-neorealista in quanto introduce già ambienti e tematiche che verranno sviluppate due anni dopo. La figura della donna, sebbene casalinga e collocata in ambiente familiare, risente dello stereotipo della femme fatale e le ultime immagini sono in ciò eloquenti.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cristaldi Film, 2010
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • Contenuti: interviste
  • Emilio Cigoli Cover

    Attore italiano. Inizia la sua carriera nei primi anni '40 lavorando come doppiatore e interpretando ruoli minori diretto da M. Camerini e G. Alessandrini. È l'incontro con V. De Sica, per il quale recita in I bambini ci guardano (1944) nei panni del padre del sensibile Pricò, e in Sciuscià (1946), a segnare una svolta nel suo percorso artistico. Tra le sue successive interpretazioni di rilievo si ricordano quelle in Fumeria d'oppio (1947) di R. Matarazzo e in Domenica d'agosto (1950) di L. Emmer, nel ruolo di un vedovo che preferisce l'amore della figlioletta a quello dell'amante. Approfondisci
  • Isa Pola Cover

    Nome d'arte di Maria Luisa Betti di Montesano, attrice italiana. Dopo gli esordi come comparsa, nel 1930 ottiene il ruolo dell'invidiosa e sognatrice Anna nello strappalacrime La canzone dell'amore di G. Righelli, primo film sonoro distribuito in Italia, liberamente tratto da una novella di L. Pirandello. Avvenente, bellezza garbata e mediterranea, successivamente è la ragazza contesa tra due operai nel realistico e «pirandelliano» Acciaio (1933) di W. Ruttmann, la gelosa Santuzza nel melodrammatico Cavalleria rusticana (1939) di A. Palermi, la madre adultera del piccolo Pricò in I bambini ci guardano (1942) di V. De Sica, la giovane vedova nel giallo Ombre sul Canal Grande (1951) di G. Pellegrini, l'elegante signora Paseroni nel satirico Amore e chiacchiere. Salviamo il panorama (1957) di... Approfondisci
Note legali