Categorie

Juan P. Villalobos

Traduttore: T. Siciliano
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2012
Pagine: 78 p. , Brossura
  • EAN: 9788806208059

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cristina

    16/07/2013 08.42.32

    Bellissimo, geniale, fulminante. Era da tanto che non leggevo un libro che mi appassionasse così tanto. Un racconto lungo, più che un romanzo, che si legge tutto d'un fiato. L'ho letto sorridendo dall'inizio alla fine. Non so se per una mia predisposizione mentale mentre lo leggevo, ma non ho colto nessuna pesantezza e drammaticità in riferimento alla cruda realtà che il testo sottintende (e che pure riconosco), perchè davvero la narrazione è un "fuori luogo" bellissimo, di un candore a sé stante. La voce narrante mi ha ricordato tantissimo un altro bambino speciale, protagonista di un libro che ho amato tanto tempo fa, e che è un altro capolavoro, "City" di Baricco.

  • User Icon

    maresa th. paoli

    18/09/2012 15.28.23

    è un libro essenziale, conciso, senza sbavature o romanticherie. fa male come un diretto allo stomaco. non è brutto il libro, è raccapricciante la realtà che racconta attraverso lo sguardo (ancora innocente) di un bambino piccolo, per il quale l'abominevole è la normalità. da leggere per meditare sulla pervasiva immanenza del male.

  • User Icon

    ru

    07/08/2012 23.09.54

    poteva essere un bel libro....ma non lo è stato!

  • User Icon

    Carla

    02/05/2012 14.00.17

    L'idea era buona, ma subito dopo poche pagine ci si accorge che non c'è molto di più. Vite di malaffare raccontate dagli occhi di un bambino poteva essere un ottimo spunto per un libro geniale, ma lo è solo all'inizio, perchè poi diventa tutto un pò monotono, e non s'intravede nulla di nuovo. Meno male che il libro è piccolino (nemmeno 80 pagine), perchè altrimenti l'avrei interrotto da molto ma molto prima.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione