Categorie

Herman Melville

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine:

80 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Antologie

  • EAN: 9788806184582

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alinghi

    03/09/2016 19.46.36

    Mi associo definendolo a tratti inquietante e sicuramente particolare. Piu che Bartebly da apprezzare l'umanità del suo datore di lavoro. Racconto commovente, geniale x l'epoca, breve ma intenso. Bello

  • User Icon

    Enrica

    16/12/2015 10.23.01

    Uno dei libri più strani che abbia mai letto. Breve, ben scritto e inquietante. Racchiude il male dell'incomunicabilità e dei conflitti interiori, intuiti e mai completamente espressi o esprimibili forse. L'autore di Moby Dick ha scritto anche libri così! Da leggere per scoprire, ancora una volta, come certa narrativa non abbia una collocazione temporale definita e sia sempre attuale.

  • User Icon

    Ellery

    23/07/2013 15.23.26

    Questo libro è delizioso, con il suo registro impeccabile Melville riprende quel genere di personaggio capace di affascinare in modo veramente profondo, l'umile, il calpestato, il triste personaggio sopraffatto dalle regole e istituzioni, ma che invece di soccombere come spesso succede, qui viene elevato nella sua purezza e nel suo far nulla, per tutto il libro, verso qualcosa di più grande, difficile da riuscire a suggerire a parole. Sembra l'Idiota di Dostoevskij, i protagonisti del teatro dell'assurdo, un personaggio che affonda le sue radici nella bibbia, i passeggiatori vagabondi di Walser, insomma riesce a essere contemporaneamente tutto e uno zero assoluto. Imperdibile la feroce ironia di Melville usata per tratteggiare in modo grottesco i "tipi" che popolano la società di quel periodo, e in particolare la Wall Street di quegli anni, e lo stile di scrittura, apprezzato ancora di più grazie al testo originale a fronte. Assolutamente da leggere, rimane nella memoria e regala ore di riflessione.

  • User Icon

    Ginevra Valdeschi

    02/11/2009 13.50.21

    Delizioso ed ironico, da leggere tutto d'un fiato. Largo spazio all'interpretazione personale delle simbologie nascoste.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione