€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Secondo Andrè Corboz, tra i metodi di approccio critico alla storia dell'architettura un ruolo importante va assegnato all'analisi delle opere letterarie e dei resoconti di viaggio; secondo Rosario Assunto, dalla narrativa degli ultimi due secoli è possibile ricavare un dovizioso repertorio di giudizi su architettura e urbanistica. All'interno di questa problematica, il volume intende analizzare in profondità il rapporto con l'architettura di due poeti francesi che hanno vissuto, goduto o sofferto gli spazi architettonici, soprattutto quelli urbani, in modo «moderno»: Charles Baudelaire, il flaneur, il parigino errabondo, e Jean-Arthur Rimbaud, il vagabondo che, abbandonato definitivamente l'impegno poetico, approdò in Africa per lasciarla solo per il mortale malore.