A Beautiful Mind

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 63 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 3,74 €)

Forbes Nash Jr é un giovane, timido ed eccentrico matematico che grazie alle sue geniali teorie riesce a raggiunge la fama e un prestigioso posto da ricercatore al Mit. In piena guerra fredda la sua abilità nel decifrare codici segreti attira l'attenzione del Pentagono. Ma le sue manie di persecuzione lo spingono verso la malattia mentale e il ricovero in ospedale dove viene sottoposto a sedute di elettroshock e a massicce dosi di farmaci. Grazie all'amore della moglie Alicia riesce a tornare all'università e, ormai settantenne, viene insignito del premio Nobel.
4,24
di 5
Totale 25
5
15
4
5
3
1
2
4
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    tiii

    15/05/2020 10:57:14

    Film consigliatissimo! Fa capire e riflettere su quanto possa essere geniale e allo stesso tempo fragile la nostra mente. Frasi sul significato dell'amore e dell'universo da segnare!

  • User Icon

    paolo

    15/05/2020 07:54:39

    Film toccante, commovente rivisto da poco con un grande Russell Crowe

  • User Icon

    ai

    11/05/2020 15:06:44

    Questo film è bellissimo. Consiglio a tutti di guardarlo. Lascia a bocca aperta. Bravissimi gli attori, bellissima la storia, che è una storia vera.

  • User Icon

    claudia

    25/09/2019 13:38:06

    Film eccezionale! Russel Crowe in una delle sue best performance! Ancora più intenso dato che è basato su una storia vera. A beautiful mind è un film emozionante, strappalacrime,romantico per certi versi. consiglio a tutti di vederlo sopratutto per chi cerca un film che tratti temi psicologici

  • User Icon

    MERYS

    27/03/2019 21:01:57

    L'interpretazione di Russel Crowe rimane certamente memorabile, e riesce a dare un volto e un'anima ad un genio della matematica che in questo modo verrà ricordato anche per la sua umanità.

  • User Icon

    Floriana

    10/03/2019 11:27:19

    L'ho rivisto ieri a distanza di anni, un film sempre commovente

  • User Icon

    fifth

    23/09/2018 18:03:11

    Oscar meritato per il miglior film, ad una pellicola che narra della vita del grande matematico Nash, anche se un po’ romanzata. Incantano i protagonisti, Russell Crowe e Jennifer Connelly, e la regia di grande mestiere di Ron Howard conquista.

  • User Icon

    LAURA

    18/09/2018 19:45:47

    Un film splendido che rivedo sempre con piacere. Storia toccante e coinvolgente, buon ritmo. Interpretazione perfetta di Russel Crowe .

  • User Icon

    ziogiafo

    21/11/2017 15:52:19

    ziogiafo - A Beautiful Mind - USA 2001 - Russel Crowe, in questo appassionante film interpreta la difficile vita di un genio matematico premio Nobel: John Nash. Diretto da Ron Howard (il famoso attore rosso dell’indimenticata serie televisiva "Happy days"), il film racconta la straordinaria storia del celebre scienziato, in un crescendo ricco di sorprese... Storia emozionante ben interpretata dall'attore australiano, che, ancora una volta ha dato prova delle sue innumerevoli potenzialità. Il film tiene incollato lo spettatore allo schermo, coinvolgendolo in complessi giochi di strategia da 007, a tratti quasi un giallo, tanti i colpi di scena. Pur basandosi su una tematica sociale la pellicola ha dei ritmi sostenuti e mai blandi. Un grande finale premia tutti e in tutti i sensi, sia lo scienziato, l'attore-protagonista (ben truccato), sia la moglie (una bravissima Jennifer Connelly) e, infine il pubblico, per la completezza della storia. Ottima idea... per una magnifica serata! Da vedere! Cordialmente, ziogiafo.

  • User Icon

    manuela

    23/02/2016 16:27:02

    Il film si incentra molto più sulla schizofrenia e follia del personaggio che sulle doti matematiche...quindi alla fine sembra che il nobel sia stato dato ad un povero pazzo... l'immagine di questo luminare secondo me è stata un po' distorta ed esasperata.

  • User Icon

    ROBERTO '61

    10/04/2015 15:42:35

    Film notevole, nulla da eccepire, che guida magistralmente lo spettatore attraverso la vita, le paure e i tormenti di questo grande uomo, genio della matematica ed economia. Nonostante la matematica sia uno dei perni della trama, non risulta mai un film noioso o pesante. Forte è il senso di oppressione che si ha osservando il protagonista che lotta contro la sua malattia, una lotta impari che non può vincere. Necessita a mio avviso svariate visioni per riuscire ad apprezzarlo in pieno. Una storia commovente ma non smielata, drammatica ma non triste, che lasciad trasparire una gran voglia di vivere ogni singolo giorno e lottare sempre. Ottimo Russell Crowe.

  • User Icon

    Davide

    03/10/2013 19:06:22

    "Gli uomini mi hanno chiamato pazzo, ma nessuno ha ancora stabilito se la pazzia è o no una forma di suprema intelligenza" Da questa celebre affermazione di Edgardo Allan Poe un autore di tutto rispetto avrebbe potuto sviluppare I più vari spunti di riflessione circa la vicenda biografica del matematico schizofrenico padre della teoria dei giochi. Non certo Ron Howard, regista di buon mestiere tecnico ma impostazione accademica ,che qui si limita a fornire efficaci suggestioni angoscianti da un mero voyeurismo sulle stravaganze e sulle allucinazioni di Nash, affidandosi all'eccezionale prova di Crowe. A parte questo, film piatto, superfluo, scontato.

  • User Icon

    acquedotti_park

    02/06/2009 09:17:15

    Questo film e' un segno dei tempi.Assieme ad altri film degli ultimi anni incarna il cambiamento dell'umanità. Una volta c'era la teoria geocentrica,poi quella eliocentrica.Ci sono stati Darwin e Freud.Adesso non si mette piu' in discussione l'antropocentrismo,ma addirittura la percezione stessa della realtà! Diamo per scontato che le cose siano come le percepiamo,ma chi può dirlo? Eppure noi crediamo che il presupposto di partenza,quello a cui siamo abituati perchè ci e' stato imposto come realtà, sia quello esatto. E così anche crediamo noi tutti vedendo questo film, salvo accorgerci arrivati ad un certo punto che..... Per quel che riguarda la spiegazione solo superficiale delle sue scoperte, forse non tutti avrebbero capito o gradito.Non dimentichiamoci che gli spettatori sono di vario tipo, e forse il regista ("Richie Cunningham" :-) ) ha tenuto conto anche di questo.

  • User Icon

    Barby

    25/03/2009 15:58:46

    Film bellissimo!!!Lo guarderei all'infinito!!!La storia è molto coinvolgente...e poi Russel Crowe si è calato perfettamente nella parte...anche gli altri attori hanno recitato benissimo...GUARDATELO!!!

  • User Icon

    Cogito ergo sum

    07/11/2008 10:57:44

    A Beautiful Mind è uno dei film che più mi hanno emozionato negli ultimi anni. La storia, vera, di John Forbes Nash è straziante: il figlio, oggi quasi sessantenne, ha sempre sofferto di una grave psicopatologia, a cui accenna alla fine dell'intervista rilasciata a Piergiorgio Odifreddi, dove afferma che il film (A Beautiful Mind) ha reso bene le visioni allucinatorie dovute al suo terribile male. Consiglio ai detrattori del film, ma non solo a loro, la lettura delle pagine dedicate a John Forbes nella raccolta di interviste: "Incontri con menti straordinarie", libro di Piergiorgio Odifreddi, che mi procurai a suo tempo presso IBS con una spesa modesta.

  • User Icon

    neroclaudius

    30/08/2008 18:48:49

    L'autocelebrazione del capitalismo selvaggio, padre della globalizzazione, figlio di un pazzo, che tale rimane anche se sono riusciti a fargli assegnare un premio Nobel. Discrete regia ed interpretazione, ma non coinvolgenti come la altre prove del regista e degli interpreti.

  • User Icon

    Guzzo G.

    22/07/2008 15:48:18

    Chi l'avrebbe detto che "Richie Cunningam" sarebbe riuscito a fare questo capolavoro ! VOTO 10 e lode !

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    09/03/2008 16:47:38

    film molto originale...molto bravo Crowe...

  • User Icon

    tommy86

    15/02/2008 21:34:05

    Bellissimo!!! Ottimi gli attori e la storia affascinante. Guardatelo!! :-)

  • User Icon

    Dino

    05/02/2008 21:45:15

    Bellissimo il capovolgimento di realtà a cui lo spettatore inconsapevole è costretto a prender parte (osservando il mondo attraverso gli occhi di un Nash schizofrenico) e indimenticabile il momento in cui il protagonista si rende finalmente conto della propria malattia ("La bambina non cresce!") e decide di combattela con la propria logica e volontà. Debole invece la caratterizzazione del John Nash "storico": nel film una sorta di "nerd" destinato a vincere il premio Nobel più per caso che per merito, grazie ad una scoperta isolata avvenuta in gioventù. In realtà John Nash fu (è) un matematico di primissimo piano, candidato nel 1950 alla medaglia Fields (una sorta di premio Nobel della matematica) grazie soprattutto ai suoi contributi nel campo delle equazioni differenziali. Al di là di quest’occasione mancata, il film resta godevolissimo e consigliabile anche (e soprattutto) ai non-matematici.

Vedi tutte le 25 recensioni cliente

Ron Howard lavora con abilità sulle allucinazioni del protagonista Russell Crowe, che riesce a farci commuovere

Trama
L'azione si apre sull'Università di Princeton nel 1947, dove Nash si distingue come studente introverso ma intellettualmente brillante. Una serata in un locale e una sfida in relazione a una ragazza bionda (che lo vede soccombere) gli danno l'idea per un saggio sui principi matematici di competizione che annullerà tutti gli studi precedenti sul tema. Accolto con tutti gli onori al prestigioso MIT John si vede anche offrire il delicato incarico di decodificatore di codici segreti, in un periodo in cui le tensioni della Guerra Fredda tra Usa e Urss rende complicati i rapporti tra Stati. Sposato con una bella e intelligente studentessa, Alicia, lo scienziato cade progressivamente in uno stato ossessivo che verrà diagnosticato come schizofrenia paranoide.

2002 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice non protagonista - Connelly Jennifer
2002 - Golden Globe - Miglior attore in un film drammatico - Crowe Russell
2002 - Golden Globe - Miglior attrice non protagonista - Connelly Jennifer

  • Produzione: DreamWorks, 2011
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 136 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano; Serbo-croato; Sloveno
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; commenti tecnici
  • Ron Howard Cover

    Propr. Ronald William H., attore e regista statunitense. Figlio di due attori, comincia prestissimo a frequentare i palcoscenici e a cinque anni debutta al cinema in Il viaggio (1959) di A. Litvak. Ben protetto dalla famiglia che vuole assicurargli un'adolescenza normale, H. riesce comunque a recitare regolarmente e la prima occasione importante arriva quando G. Lucas lo scrittura per il nostalgico American Graffiti (1973). Nel periodo 1974-80 ripropone il ruolo del teenager inesperto con il personaggio di Richie Cunningham nel fortunato telefilm Happy Days. La sua passione è però la regia e, con l'aiuto di R. Corman, nel 1977 esordisce dietro la macchina da presa con Attenti a quella pazza Rolls-Royce. Abile narratore di storie fantastiche, ottiene i primi riconoscimenti con Splash - Una... Approfondisci
  • Ed Harris Cover

    Propr. Edward Allen H., attore statunitense. Con la sua faccia da «uomo qualunque» pronto di volta in volta ad assumere le caratteristiche salienti del buono o del cattivo, a fondamentale supporto o antagonismo dell'eroe protagonista, raccoglie l'eredità dei grandi caratteristi di scuola hollywoodiana. Lo scopre G.A. Romero che lo dirige nell'horror-fumettistico Creepshow (1982). Seguono parecchi altri ruoli sempre efficaci, da Jacknife (1988) di D. Jones, al fianco di un R. De Niro reduce dal Vietnam, all'astronauta di Apollo 13 (1995) di R. Howard, al cinico regista di The Truman Show (1998) di P. Weir. Nel 2001 veste i panni del cecchino nazista in Il nemico alle porte di J.-J. Annaud, nel 2001 quelli dell'agente segreto in A Beautiful Mind di R. Howard e nel 2003 è l'ex marito di N.?Kidman,... Approfondisci
  • Russell Crowe Cover

    "Propr. R. Ira C., attore neozelandese. Trasferitosi bambino in Australia, diventa una star della televisione. Tenta la carriera di cantante con lo pseudonimo di Rus Le Roc e recita a teatro in Grease e The Rocky Horror Picture Show. Al cinema si afferma in patria con Skinheads (1992) di G. Wright, in cui interpreta con brutale realismo il ruolo del capobanda. Negli Stati Uniti viene lanciato con Pronti a morire (1995) di S. Raimi, ma il vero successo internazionale arriva con il ruolo del poliziotto Bud White in L.A. Confidential (1997) di C. Hanson e con The Insider (2000) di M. Mann. Dalle atmosfere ambigue dell’America contemporanea è catapultato nella Roma imperiale buia e decadente di Il gladiatore (2000) di R. Scott, in cui la sua incisiva presenza scenica (premiata con l’Oscar) dà... Approfondisci
Note legali