Categorie

Sandrone Dazieri

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 279 p. , Brossura

63 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

  • EAN: 9788804612070

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    16/04/2015 09.59.23

    Trama complessa,ma razionale e credibile,con alcune scene che sembrano scritte da un doppio dell'autore,speculare al Socio,su cui sembra calare il sipario,a meno di auspicabili ripensamenti. Dazieri è a mio parere il più chandleriano degli autori italiani di noir,per l'ironia intelligente,per la costruzione della storia e per le atmosfere che sa creare. I suoi romanzi li ho letti tutti e non ho mai trovato storie lente o banali.La critica sociale,quando c'è,è sempre puntuale e tagliente,mai saccente,polemica o lamentosa. Dazieri non ci tiene a presentare il suo protagonista come eroe raddrizzatorti,in lotta contro le ingiustizie della società o contro il male supremo. Il Gorilla è sempre eroe suo malgrado,costretto dalle circostanze e soprattutto dal suo Socio. D'altronde la realtà ha come minimo sempre almeno due facce.

  • User Icon

    SALVATORE

    03/02/2012 08.59.39

    L'ho trovato il più brutto della serie, preferivo il Sandrone(quello del romanzo) scapestrato

  • User Icon

    Giulia

    28/10/2011 14.49.28

    L'autore inizia sorprendendoci con un salto temporale nella vita del nostro amato Gorilla: da un quasi nulla affettivo, che ci sembra abbia sino ad ora caratterizzato la sua 'vita' precedente, all'improvvisa apparizione di una moglie di cui non ricordiamo di aver mai letto traccia sino ad ora... Ma va benissimo così, anche perché questa nuova presenza permette un insieme di apparenti cambiamenti nell'esistenza del nostro protagonista che ce lo rendono più umano, malgrado il noto disturbo psicologico di cui soffra da anni. E' molto bello il contrasto fra questo suo voler riuscire, finalmente, a condurre una vita 'normale' e la sua evidente incapacità a riuscirvi, seppure accompagnata da un nuovo quanto naturale istinto di protezione nei confronti della donna amata.... La storia, xò, non può e non deve essere raccontata (semmai letta!). Lo stile è invece quello che conosciamo ed amiamo sin dalla prima apparizione del Dazieri... e superfluo è aggiungere che ritrovare il Gorilla 'ed il suo socio' è, per me, sempre un enorme piacere ...!

  • User Icon

    Luca

    26/10/2011 17.00.01

    Il Gorilla (con la G maiuscola) è una delle invenzioni più originali applicate ad un genere giallo-noir di questi ultimi anni, ecco perchè non appena esce un nuovo libro mi precipito a comprarlo. Il personaggio di Sandrone (il Gorilla) inventato da Sandrone (Il Dazieri) è sempre in forma nei dialoghi, freschi ed ironici, che ne fanno uno dei miei beneamati (diciamo al livello di Hap Collins). Direi che Sandrone (il Dazieri) non ha nulla da invidiare ad un Lansdale . Forse questo è il libro più cupo della serie del Gorilla con un'atmosfera decadente, ma l'alchimia funziona alla grande ed è un attimo arrivare all'ultima pagina.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione