Le bestie di Satana. Voci dall'incubo

Gabriele Moroni

Collana: Interventi
Anno edizione: 2005
Pagine: 224 p.
  • EAN: 9788842535362
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Voci dall'incubo. Voci di colpevoli, di vittime, di investigatori, di giudici, di sopravvissuti. Attraverso testimonianze dirette, lettere, diari, confessioni e atti giudiziari, conversazioni intercettate dagli inquirenti, parlano le persone la cui vita, e in alcuni casi la morte, si è intrecciata con le cronache dell'orrore. Uno dopo l'altro i protagonisti raccontano la loro verità sulle Bestie di Satana, una storia di sangue dove il Male ha il volto di ragazzi, gioventù perduta nella linea d'ombra che divide realtà e follia.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea

    14/02/2006 04:39:29

    Il libro non è un'opera d'arte e non credo necessiti d'essere recensito, ma documenta bene e credo oggettivamente l'accaduto. I fatti non sono privi di suggestione ma devono indurre ad una riflessione. Non concordo con le visioni misticheggianti o manicheiste del Male che si occulta in certi generi musicali; una mentalità che si voglia opporre a tali fenomeni di degrado ha l'obbligo di porsi in una chiave scientifica, e questa suggerisce che "Satana" non è altro che lo pseudonimo contemporaneo del disagio, del vuoto, di questo tanto decantato deserto valoriale che a volte assume tratti violenti, in altri meno (vedi reality show e videofonini), ma in fondo è il leitmotif di un'epoca. "Satana" è la manifestazione occasionale di una soggiacente disperazione e non una deliberata dottrina esoterica che sopraffarrà il Bene. Non censurerei dunque la musica metal, poichè "Satana" devia solo chi è già predisposto ad esser deviato, fa cadere chi è già privo di equilibrio. Il personaggio più commovente dell'intera storia è certamente Michele Tollis; uomo più che unico che raro per determinazione, acume, abnegazione, coraggio.

Scrivi una recensione