Beyond Standard

Artisti: Hiromi
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Telarc
Data di pubblicazione: 19 maggio 2008
  • EAN: 0089408368622
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 17,90

Venduto e spedito da IBS

18 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

Nuovo attesissimo disco in studio di Hiromi, prevalentemente basato su standard della tradizione americana. Che album curioso, no? Da molti anni il Giappone offre al jazz una scena molto vivace, un pubblico attento e informato, produzioni discografiche di altissima qualità. Tuttavia, i jazzisti giapponesi che riescono ad ottenere una buona visibilità internazionale sono decisamente poco numerosi. Tra questi, la ventottenne pianista Hiromi. In verità, Hiromi è jazzista sui generis. La sua musica è più vicina a quella di gruppi come l'Esbjorn Svensson Trio e i Bad Plus, piuttosto che al jazz propriamente detto. Si tratta, infatti, di autentico pop (a tratti rasente il funk o la tecno) eseguito in forma di jazz. Ovvero, di brani orecchiabili dalle melodie molto fluide, eseguiti con una strumentazione classicamente jazzistica (il trio), e con ampio spazio agli assoli. Assoli dai quali, tuttavia, scale e strutture jazz sono piuttosto lontani. O meglio, sono presenti almeno tanto quanto echi classici, rock, funk, ecc...E anche in questo nuovo album, il quinto su Telarc, Hiromi si rivela come un'artista estremamente dotata sul piano tecnico e in possesso di una notevole rapidità di esecuzione e sensibiltà tattile sui tasti del piano. Caratteristica di Hiromi è la sua assoluta originalità tanto che Jeff Winbush di Jazz Review sostiene che “fa parte di quel ristretto novero di musicisti che non assomiglia a nessun altro”, che “la sua musica è catalogata come jazzistica, ma in realtà è lontana da limitazioni di genere” e che “il suo stile pianistico passa da Beethoven ad Ahmad Jamal a Frank Zappa”, Hiromi intervistata sulle sue fonti ispirative dice “Io amo Bach, io amo Oscar Peterson, io amo Franz List, io amo Ahmad Jamal, ma amo anche gli Sly and Family Stone, i Dream Theatre e i King Crimson”. Sicuramente un pregio è l’assoluta originalità del suo stile pianistico, in un mondo dove molti ottimi strumentisti per tutta la vita non riescono a sviluppare un proprio riconoscibile stile ma stentano ad emanciparsi dai propri maestri, una musicista cosi giovane che ha raggiunto tale traguardo ha del prodigioso. E pare ci provi gusto a giocare con i grandi standard della tradizione americana.

Disco 1
  • 1 Intro: Softly as in a Morning Sunrise
  • 2 Softly as in a Morning Sunrise
  • 3 Clair de lune
  • 4 Caravan
  • 5 Ue Wo Muite Aruko
  • 6 My Favorite Things
  • 7 Led Boots
  • 8 Xyg
  • 9 I've Got Rhythm