Categorie

Lily Blake

Traduttore: G. Scocchera
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Anno edizione: 2012
Pagine: 235 p. , Rilegato

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

  • EAN: 9788804621645

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stefania

    31/10/2012 13.55.57

    Questo romanzo non può mancare nelle librerie degli amanti delle favole. In stile dark rievoca infatti la famosissima favola "Biancaneve e i sette nani" dei fratelli Grimm. Tanti i punti di contatto del romanzo con la narrazione per bambini, ma anche tanti i tratti oscuri che rendono il libro piacevole per gli adulti. Non più boschi incantati ma foreste tenebrose faranno da sfondo a questo racconto. Non più sette buffi nani, ma valorosi nani leali e devoti alla loro principessa. Non più il principe azzurro dei sogni... ma un affascinante cacciatore impavido che ha da poco perso la sua sposa... Un ritmo serrato ed incalzante che forse va a discapito della parte romantica. Questo romanzo ha il potere di catturare e ammaliare grazie anche alla narrazione dal sapore epico. Vi troverete di fronte a personaggi con più carattere, forza e spessore: vi basteranno poche pagine per scoprire che la Biancaneve di cui farete conoscenza non è la piccola fanciulla indifesa, ma una ragazza con tanta forza di volontà e caparbietà. Una protagonista attiva e presente. Il fulcro della narrazione. Anche se devo dire che grazie a come è stato concepito il personaggio della matrigna Ravenna, la trama acquista quel qualcosa in più. Non ci sono punti morti o descrizioni troppo prolisse che possono annoiare o distogliere l'attenzione del lettore. Per tutta la narrazione si ha la sensazione di vivere un sogno ad occhi aperti. Per chi avesse visto il film ma non avesse letto il libro, consiglio di recuperare al più presto. Inutile dirlo, anche questa volta il romanzo batte il film: chiarisce meglio alcuni punti e trasmette maggiori emozioni, soprattutto regala un finale che seppur identico nel concetto, risulta migliore.

  • User Icon

    Noemi

    23/10/2012 16.17.47

    Mi piacciono molto le favole un pò particolari/macabre ma non volevo essere accompagnata per mano nella lettura, dalla visione dell'inutile Biancaneve del film (non so come faccia a tramutare ogni personaggio in qualcosa di totalmente superfluo... anche un protagonista!!!). Devo dire però che sono rimasta colpita e non ci ho pensato per tutto il tempo. Una storia certamente particolare e piena di avventura che ti cattura dall'inizio alla fine. A primo impatto è difficile staccarsi dalla figura tradizionale che abbiamo dei vari personaggi ma passando quella fase, la lettura si fa piacevole e emozionante. Una cosa tipica dei film, è che non ti spiegano perchè. Leggendo il libro ho capito tutto quello che c'era da capire e il finale (diverso dal film) era decisamente migliore, anche se più triste. Un punto a suo favore, oltre alla storia originale (ribadisco che non conosco la favola dei fratelli Grimm e quindi non posso dire se si assomigliano o meno) è anche facile e veloce da leggere.

  • User Icon

    Sara

    21/09/2012 10.58.09

    Mi aspettavo molto di più da questo libro, leggermente monotono, a metà del libro ho perso interesse. Probabilmente il film è migliore.

  • User Icon

    Franci

    13/09/2012 21.59.28

    C'era una volta in un paese molto lontano una povera fanciulla indifesa...stop!fermi!se vi aspettate che questo libro vi narri una favola tradizionale,dove la principessa attende l'arrivo di un cavallo bianco con in sella un azzurro destriero posate il libro,perchè non è la storia per voi. Prima di conoscere la storia,il libro è un godimento per gli occhi,perchè la cover riprende la locandina del film e anche se è un racconto moderno,all'interno è stata creata una grafica per introdurre i capitoli che ricorda le favole di quando eravamo piccoli..anche solo il "c'era una volta" iniziale rimanda all'inizio tipico delle favole,quindi è stato fatto un gioco di antico/moderno. La storia è piacevole,con brevi capitoli e parti più scorrevoli rispetto ad altre,ma assolutamente originale,sia per come si svolge,sia per i ruoli dei personaggi,sia per il finale. Una delle parti che ho trovato senz'altro più interessanti è l'inizio,perchè nella favola Walt Disney non viene spiegato perchè la regina è così cattiva,ma grazie a questo libro finalmente vengono svelate le sue origini ,che l'hanno portata successivamente al lato oscuro. L'autrice ci porta in un'atmosfera alla Tim Burton,dai toni cupi: basti pensare alla Foresta Tenebrosa,dove la vita è costantemente in pericolo e la natura è "matrigna"; ai guerrieri ombra o all'ambientazione. Protagonista indiscussa è Biancaneve: bellissima,sensibile,sveglia e risoluta..l'unica che può risollevare le sorti del regno,mentre il principe azzurro rimane in seconda fila. Biancaneve fa parte delle nuove eroine,che rispecchiano le ragazze moderne: prende in mano la sua vita,è romantica e combattiva. La novità di questa storia è anche il personaggio del Cacciatore,che se all'origine si vedeva di sfuggita,qui sarà il protagonista maschile,la cui storia sarà approfondita..diciamo che chi era secondario,diventerà primario. E' un romanzo leggero e interessante proprio per questo cambio di prospettive e di ruoli.

  • User Icon

    Mockingjay

    03/08/2012 15.34.25

    Voto: 3,5 Sono andata al cinema a vedere il film circa una settimana prima di ricevere il libro, che ho letto e terminato in qualche ora, a causa della mole decisamente ridotta. La prima impressione che ho avuto tra libro e film è che non vi sono grandi differenze tra l'uno e l'altro, e questo mi ha un po' delusa, perché immaginavo che nel romanzo alcune parti e alcuni personaggi venissero approfonditi maggiormente rispetto alla versione cinematografica. Il romanzo è breve e si lascia leggere molto in fretta, forse troppo. Avrei apprezzato moltissimo un centinaio di pagine in più, magari anche per approfondire di più i personaggi, che si mantengono piatti e privi di spessore fino alla fine. Uniche eccezioni sono Biancaneve, che da fanciulla impaurita si trasforma in una coraggiosa guerriera, e Ravenna, la cui storia è secondo me molto ben costruita: scopriamo infatti come mai la regina sia così cattiva, e perché è così ossessionata da bellezza e gioventù. Gli altri personaggi, soprattutto Eric, non cambiano invece di una virgola, rimanendo uguali a se stessi per tutta la durata del romanzo. Ho inoltre apprezzato molto lo stile dell'autrice: descrizioni molto curate e dettagliate ma mai pesanti, e dialoghi piacevoli. Tantissimi complimenti vanno alla veste grafica del romanzo, le illustrazioni interne sono meravigliose e anche la copertina è molto molto bella (anche se c'è Kristen Stewart). Parecchio deludente è, però, il finale: decisamente troppo aperto, per i miei gusti. Detto questo, mi sento di consigliare il romanzo agli amanti delle rivisitazioni delle favole, perché, nonostante il prezzo abbastanza elevato, ne vale la pena.

  • User Icon

    Rowan

    02/08/2012 09.10.35

    Ero assolutamente convinta di trovarmi davanti ad un libro da due stelle, uno di quelli che ti fanno storcere il naso e che chiudi con un certo sollievo.. al contrario, se invece di 240 pagine ne avesse avute 700 sarei stata felice. Ebbene sì, ho finito Biancaneve e mi dispiace, un po' mi manca l'atmosfera da favola cupa, la Foresta Tenebrosa e la malvagia Ravenna. So benissimo che state tutti pensando al film appena uscito al cinema, quindi mi levo il pensiero: no, non l'ho ancora visto. La mia preoccupazione più grande, infatti, era proprio quella di leggere il libro e immaginare Kristen Stewart ogni due righe.. credetemi, non avrei retto. Nel libro la figura della bella Biancaneve non viene totalmente stravolta, ci troviamo comunque di fronte ad una fanciulla pura di cuore e ingenua, ma è molto bello il modo in cui la vediamo cambiare durante il viaggio nella Foresta Tenebrosa. Biancaneve acquista coraggio, forza e consapevolezza, trasformandosi in una principessa desiderosa di combattere per la libertà del suo popolo e pronta a morire per sconfiggere Ravenna. Accanto a lei troviamo diversi personaggi particolare come i nani e, naturalmente il Cacciatore. E' davvero un personaggio ben riuscito, molto lontano dal bell'imbusto scontroso e affascinante che ci avevano lasciato immaginare.. Altro personaggio che mi è piaciuto davvero molto: la Regina Ravenna. Lo stile naturalmente è molto semplice, il che permette al lettore di buttarsi a capofitto nella Foresta Tenebrosa e di divorare quest'avventura in poche ore.. avrei voluto che durasse di più, mi sono trovata davvero bene in compagnia di questo libro e delle sue atmosfere.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione