Categorie

Claudio Ciccarone

Editore: Fanucci
Anno edizione: 2008
Pagine: 192 p.
  • EAN: 9788834714423

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabiana

    03/11/2009 14.54.42

    Penso sia un libro apparentemente semplice e banale. In realtà, riflettendo su alcuni punti, c'è qualcosa di profondo che sfugge a una lettura condotta in chiave di favoletta. Se si prova a leggere il libro in chiave allegorica (e a volte non troppo allegorica direi) il senso cambia. Solo per citare un esempio : l'idea di omosessualità tra gli insetti! non è un libro per bambini, è un libro che tenta di mettere in luce aspetti diversi di un mondo che potrebbe essere diverso da quello che vediamo noi, o meglio da come lo vediamo noi! L'omosessualità, la tirannia al potere, la violenza sulle donne, la società perfetta frutto in realtà della pazzia, i rifiuti di Napoli, i genocidi, la guerra fredda... e via dicendo, tutti grandi temi trattati in un modo diverso, particolare, difficile da capire e tutto trattato con un linguaggio originale convertito in termini entomologici, invece di incamminarsi l'autore usa inzampettarsi per esempio. Sono dovuta arrivare fino in fondo per apprezzarlo e ho dovuto rifletterci un po' prima di dire se mi fosse piaciuto. Non è una storiella vestita da favoletta!

  • User Icon

    Tiziana

    23/02/2009 13.32.40

    Francamente non mi piace, troppo lento e pesante lo stile, opache le immagini. Ho preferito di gran lunga Firmino di Sam Savage, più fresco e coinvolgente

  • User Icon

    Mauro Boccuni

    22/09/2008 16.13.13

    Claudio Ciccarone è un autorevole scrittore di favole che sembrano romanzi per adulti che cercano favole per evadere dalle stesse gabbie della mente che Claudio Ciccarone sbeffeggia e ripropone beffardo nel testo. Marta è un vagoncino di una giostra tutta tornanti e discese ripidissime su cui il Leggilibri di turno viene preso a calci, poi blandito, immalinconito, e infine confinato nei meandri della Speranza che chiuso un libro ad agosto il moderno Leggilibri non ne chiuda un altro dopo altri dodici mesi. A proposito Marta non è la Bibliotecaria. Lo consiglio vivamente, si legge con piacere in un fiat di tre/quattro ore e lascia tracce apprezzabili. Poi si passa ai figli. Questo libro si merita un cartone animato disegnato da Luca Dalisi, un audiolibro e pubblicazioni a fumetti sempre dalla penna di Dalisi

  • User Icon

    arturo

    21/09/2008 08.43.41

    non entro nella polemica del plagio ma se Savage ha copiato, ha fatto bene a ispirarsi a Marta la tarma. Ciccarone ha il pregio di riuscire a "sporcarsi" nella scrittura, a mettersi in gioco senza la preoccupazione di dover piacere a tutti. E' barocco, è asciutto, è disturbante, è poetico. Senza sterilizzare parole e sentimenti. Di questi tempi è merce rara.

  • User Icon

    Lidia

    11/09/2008 21.13.16

    Un libro davvero mediocre. Non do il voto minimo perchè me lo riservo per le assolute scempiaggini, qui c'è almeno una certa applicazione nello scrivere, benchè con esiti direi piuttosto deludenti. Un libro creato dall'autore attorno a se stesso, e ciò è già di per suo sgradevole. ma se a questo aggiungiamo che manca completamente di fantasia e di originalità, abbiamo un quadretto completo della mediocrità del tutto. Strano che la Fanucci lo pubblichi, per giunta con delle illustrazioni deprimenti. La fantasia c'è solo nella costruzione della storia, ma non è un merito di rilievo, anche perchè sembra tutto molto appiccicato. Io sconsiglio l'acquisto, poi ognuno si veda le cose sue.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione