Il bibliotecario. La posta in gioco è la Casa Bianca

Larry Beinhart

Traduttore: G. Bizzi
Editore: Giunti Editore
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2008
Pagine: 384 p., Rilegato
  • EAN: 9788809059979
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,00

€ 14,00

Risparmi € 7,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gabriele

    23/12/2008 12:07:42

    Francamente questo è un pessimo romanzo. Molto confusionario e a tratti ridicolo. La storia, che poteva essere interessante, col trascorrere delle pagine diventa sempre più patetica. Per rendere tutto ancora peggiore, secondo me è anche scritto male.

  • User Icon

    Nadia

    09/12/2008 14:03:59

    Inizialmente molto lento, Poi all’arrivo dell’azione incominciano le “americanate”. Contrariamente ad altri romanzi dove i servizi segreti eccedono solo per eccesso di difesa e per eccesso di patriottismo, qui i servizi di difesa sono formati da psicopatici che non disdegnano tortura e violenze gratuite, per il puro piacere personale. In alcuni punti mi ha ricordato Obama, solo che qui non è un nero a candidarsi ma una donna che alla fin fine ....... Non so se nella realtà ci si può “rimangiare” pubblicamente il voto. L’idea non era male, è che forse il gioco gli ha preso la mano e……

  • User Icon

    ric

    27/10/2008 20:05:14

    Grand prix 2006, anche se il libro è del 2004. Tremendamente attuale con Obama e Mc Cain, attualmente separati da soli 4 punti. Critico e verosimile, con scrittura originale, terza e prima persona oscillano in tutto il racconto. Ciò nonostante non è un capolavoro nè del noir nè del poliziesco. Larry ormai sceneggiatore navigato emoziona a tratti, crea suspence, ma non riesce a mio parere a far riflettere più di tanto, pur dicendo cose pesanti. Aspetto altri pareri.

Scrivi una recensione