Bird & Diz - Vinile LP di Dizzy Gillespie,Charlie Parker

Bird & Diz

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Verve
Data di pubblicazione: 20 settembre 2019
  • EAN: 0602577271823

nella classifica Bestseller di IBS Vinili Musica Jazz - Jazz internazionale

Salvato in 16 liste dei desideri

€ 14,99

€ 22,50
(-33%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

180 gr. Vinyl Edition
I grandi classici Verve tornano in pista, in vinile! Gli LP che hanno fatto la storia, su vinile da 180 grammi e tratti dai master analogici originali, in ristampe di grande qualità a prezzo contenuto. Questa volta è il turno dell’incredibile (e celebratissimo) album del 1950 che vide per l’ultima volta riuniti in studio i grandi "padri" del Bebop Charlie Parker e Dizzy Gillespie (mentre al piano compare anche un giovane Thelonious Monk).
Disco 1
1
Bloomdido
2
Melancholy Baby
3
Relaxing with Lee
4
Passport
5
Leap Frog
6
An Oscar for Treadwell
7
Mohawk
8
Visa
  • Dizzy Gillespie Cover

    Propr. John Birks Gillespie. Divenne il rappresentante più influente, accanto a Charlie Parker. Dopo aver suonato in varie orchestre (Cab Calloway, Earl Hines, Billy Eckstine), fondò complessi con Parker e propri; dal 1945 al '50 diresse una grossa orchestra, la prima nell'ambito del bop. In seguito fu alla testa soprattutto di piccoli gruppi, nei quali l'originaria matrice bop era modificata, ma non annullata, dalle successive tendenze stilistiche. Virtuosistico, estroverso, originale, è stato il jazzista più popolare del suo tempo. Nel 1979 ha pubblicato (con Al Fraser) l'autobiografia Dizzy: to be or not to bop. Approfondisci
  • Charlie Parker Cover

    Propr. Christopher Charles Parker soprannominato «Bird». Altosassofonista statunitense di jazz. Esordì a Kansas City nell'orchestra di Jay McShann, con cui incise i suoi primi assolo nel 1941; successivamente fece parte delle orchestre di Earl Hines e Billy Eckstine. All'inizio degli anni '40, al Minton's Club di New York, fu tra i protagonisti delle riunioni sperimentali del bop; qui elaborò le sue lucidissime e talvolta allucinate improvvisazioni, che presentano una complessa struttura armonica, con frequenti alterazioni degli accordi di base in frasi che alternano note brevissime e fitte a note tenute, su un ritmo dalle accentuazioni irregolari. Nonostante le vicende turbolente della sua vita – che causarono frequenti interruzioni nella carriera e non furono certo estranee alla sua precoce... Approfondisci
Note legali