Birmania. Sui sentieri dell'oppio

Aldo Pavan

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 15 giugno 2007
Pagine: 133 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788871082189
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Reportage di viaggio di un turista impegnato, il libro si offre come complemento a una guida turistica classica e si rivolge al viaggiatore engagé che decide di andare in un paese ancora "difficile" come la Birmania. L'autore - fotoreporter che ha a lungo viaggiato in Estremo Oriente - racconta la visita ad alcune delle più importanti attrazioni turistiche della Birmania il palazzo del Principe Hispaw, i mercati di strada di Yagon, la giungla, il paese dei rubini, gli elefanti, i monasteri buddhisti - senza mai distogliere l'attenzione dai grandi temi di fondo. Così la situazione politica, caratterizzata da un governo dittatoriale paramilitare all'interno di un contesto che sta lentamente evolvendo verso il capitalismo, si offre spesso come chiave di lettura di una realtà composita e contraddittoria. Pavan è un viaggiatore che sa trasmettere il suo entusiasmo per il paese senza per questo abbracciare una visione ingenua e semplicistica del viaggiare.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    monica

    01/05/2013 20:34:19

    Dopo essere tornata da uno splendido viaggio in Birmania, leggere questo libro e' stato come ripercorrere una seconda volta questo meraviglioso paese, nel bene e nel male . Descritto con chiarezza apre gli occhi su un paese che all'apparenza sembra rimasto legato a medievali tradizioni ma che in maniera occulta e fuori dagli occhi dei turisti e' tutto sopportato a caro prezzo del popolo birmano.

Scrivi una recensione