Traduttore: V. Pazzi
Editore: La Corte Editore
Collana: Underground
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 30 novembre 2016
Pagine: 320 p., Rilegato
  • EAN: 9788896325865
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Falkenberg, Svezia: viene ritrovato il corpo nudo e congelato di una donna sulla spiaggia di Olofsbo. Nel frattempo, a Londra, una nota profiler, la taciturna Emily Roy, indaga su una serie di omicidi di bambini i cui corpi sono stati selvaggiamente mutilati e che presentano le stesse ferite della vittima svedese: la gola squarciata, gli occhi rimossi e una misteriosa Y incisa sul braccio. Ma è strano per un serial killer cambiare sia preda che terreno di caccia. È quindi uno solo o ci sono più psicopatici al lavoro? Insieme ad Alexis Castells, una celebre scrittrice amica della vittima, la profiler cercherà di scoprire qual e il filo che unisce queste morti. Una mozzafiato corsa contro il tempo che porterà queste due donne a scavare in un passato oscuro, fino ad arrivare alle atrocità commesse a Buchenwald nel 1944.

€ 16,06

€ 16,90

Risparmi € 0,84 (5%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    monica

    13/09/2018 12:12:45

    sicuramente un thriller da ombrellone, non mi ha tenuta ne col fiato sospeso ne incollata alla sue pagine, lungo e noioso in alcune sue parti, finale praticamente scontato tanto quanto il colpevole che si identifica all'inizio del romanzo. Molte pagine per sviare un attimo i sospetti e poco anzi quasi nullo il materiale sui crimini commessi nel Lager nazista che e' parte dell'ambientazione del thriller. da leggere ma non lo definirei un grande romanzo, accettabile, una lettura leggera per nulla impegnativa.

  • User Icon

    Marina Reds

    09/05/2017 13:31:35

    Questo libro e' stato una vera sorpresa. Ero restia ad iniziarlo per i richiami all'Olocausto, di cui ho letto davvero troppi libri. Ho fatto bene a vincere il dubbio ed ho trovato il libro interessante, ben scritto ed avvincente. Essendo una lettrice onnivora con particolare attenzione verso gli scrittori nordici, ho una certa esperienza di thriller e colgo i limiti di questo genere, pero' Block 46 ha piu' qualita' che difetti. Consiglio la lettura.

Scrivi una recensione