La bottega dei falsautori. Il grande bluff della musica pop

Fabrizio Basciano

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Arcana
Collana: Musica
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 1 marzo 2018
Pagine: 188 p., Brossura
  • EAN: 9788862315197
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 13,60

€ 16,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La bottega dei falsautori. Il grande bluff della musica pop

Fabrizio Basciano

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La bottega dei falsautori. Il grande bluff della musica pop

Fabrizio Basciano

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La bottega dei falsautori. Il grande bluff della musica pop

Fabrizio Basciano

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La canzone è la forma d'arte più fruita in assoluto: brevità e immediatezza la rendono accessibile più di qualsiasi altra forma musicale. Chiunque è stato appassionato, nel corso della sua esistenza, anche solo di una singola canzone, "autore", album o genere di musica leggera; chiunque si è trovato a pronunciare frasi come «mi piace molto la musica di Renato Zero», «sono un grande fan della musica di Gianni Morandi», «non vivrei senza la musica di Claudio Baglioni», «la musica di Roberto Vecchioni è pura poesia», e così via. Ebbene, buona parte di quello che abbiamo sempre pensato essere il prodotto della penna o della mente dei nostri beniamini è in realtà totalmente o parzialmente riferibile a veri e propri ghost writer, o, meglio ancora, ghost composer, compositori fantasma il cui lavoro viene menzionato, per una semplice questione di diritti d'autore, nei minuscoli credits sul retro dei CD. E oggi che il CD non esiste quasi più, oggi che quasi tutta la musica che ascoltiamo è digitale, i nomi di quei compositori fantasma, noti nel gergo come arrangiatori o produttori musicali, non compaiono da nessuna parte. «La bottega dei falsautori» si rivolge dunque al grande pubblico della canzone leggera con l'intento di dare a Cesare quel che è di Cesare, andando così a colmare un'enorme lacuna che media e critici di settore continuano ad alimentare. Un vero e proprio sondaggio, presente in apertura del libro, documenta numericamente un'enorme distorsione percettiva che impedisce di possedere, costruire, maneggiare, conoscere una vera storia della musica leggera, una versione autentica e non totalmente falsata del percorso che l'arte del suono ha avuto da un secolo a questa parte. «La bottega dei falsautori» è qui per questo motivo, per fare chiarezza in un mondo che di chiaro ha le sole luci della ribalta. Presentazione di Marco Travaglio, prefazione di Elvidio Surian e post di Federico Capitoni.
5
di 5
Totale 6
5
6
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paolo

    09/07/2018 19:37:21

    Tutto quello che è contemporaneo pare vero ed immutabile. Eppure costumi e abitudini, subiscono - nei tempi lunghi della storia - modificazioni sostanziali. Quello che pareva vero diventa, dopo qualche decennio, non più credibile. Così, in questo bel libro di Fabrizio Basciano, si fa una lettura ineccepibile delle abitudini autoriali della musica leggera (termine quanto mai improprio, come scoprirete leggendo il libro), che - causa una lunga serie di cattivi motivi - portano la musica verso una deriva che non le appartiene, ma alla quale crediamo tutti senza remore. Si arriva a credere che la musica sia figlia solo di testi bizzosi o melodie estemporanee, dimenticandosi che essa è la conseguenza di un processo creativo più complesso, al quale partecipano una lunga serie (spesso dimenticata) di professionisti, primi tra tutti i produttori e gli arrangiatori! Dimenticati perché solo autori di testi e di melodie hanno la pretesa ( riconosciuta dalla SIAE) di firmare le canzoni. Eppure, la storia bene ce lo insegna, l’opera barocca ha visto furoreggiare librettisti o cantanti, mai gli autori delle musiche (spesso dimenticati pure dalle locandine). Vizio comune, si penserà... certo è che, con le ottime osservazioni dell’autore (ne ricordo soprattutto una: la critica musicale è sovente figlia dell’improvvisazione, che la fa parlare senza cognizione di causa e completamente a digiuno di quella formazione tecnica che dovrebbe essere la base del suo esercizio), accompagnate da interessanti ed illuminanti interviste ai professionisti della canzonetta (popolar music, come gli studiosi anglosassoni ben ci ricordano), si arriva ad una illuminazione che rischiara il presente, aprendo una nuova prospettiva critica, ricordandoci che le cattive abitudini sono sempre destinate a scomparire o a ridimensionarsi, così come i cantanti dell’opera barocca - allora stelle impareggiabili - oggi sono diventati pulviscolo rispetto ai macigni dei compositori a loro coevi!

  • User Icon

    Stella

    15/05/2018 15:51:38

    Questo libro è utile sia agli addetti ai lavori sia per chi è solo utente di musica e nulla sa di ciò che sta dietro alla comparsa sul mercato di buona e cattiva musica. Le scuole, soprattutto i licei musicali, dovrebbero adottate questo testo di lettura e approfondimento.

  • User Icon

    Claudio Romei

    07/04/2018 20:04:13

    Fabrizio Basciano con questo bellissimo libro, di indagine giornalistica sulla musica, affronta un tema abbastanza spinoso riempiendo un vuoto letterario che esiste da sempre. Nel mondo della musica pop in generale, ma soprattutto in Italia, spesso si attribuisce la paternità dell’opera a chi la esegue, quindi al performer/cantante, e non all’autore. Spesso anche quando viene indicato l’autore delle musiche passa in secondo piano rispetto all’autore delle parole. Il titolo del testo viene preso a prestito da La bottega dell’arte di epoca rinascimentale dove un gruppo di pittori lavorava su un progetto che poi vedeva la firma di un solo intestatario. Non a caso ovviamente visto che a più riprese viene espresso il concetto che noi in qualità di utenti di musica spesso ignoriamo chi quella musica l’ha scritta. Nel libro ci sono esempi importanti e impensati che coinvolgono artisti di fama e interviste a grandi compositori, produttori e arrangiatori inoltre si avvale di una presentazione di Marco Travaglio, una prefazione di Elvidio Surian e una postfazione di Federico Capitoni. Siccome io sono un grandissimo estimatore dell’Opera di Franco Battiato, esco dalla lettura di questo saggio contentissimo perché il Maestro è più volte citato e portato ad esempio, anche grazie ad un’intervista a Filippo Destrieri storico collaboratore della coppia Battiato/Pio. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Mariano

    07/04/2018 14:15:56

    "La bottega dei falsautori" è un libro imprenscindible, non solo per chi è appassionato/a di musica ma anche per chi non lo è, per avere una piccola cassetta degli attrezzi con cui potersi approcciare alla canzone, il prodotto musicale più consumato in assoluto. Infatti, nel libro si trovano delle intuizioni veramente felici, come quella del "canta-compositore", che permettono a tutti/e di orientarsi nel mondo, ormai sconfinato, della produzione musicale leggera e di riuscire a scremarlo qualitativamente. Inoltre, il libro propone un percorso di approfondimento della forma canzone molto stimolante: ne vengono analizzate le radici storiche e, aspetto non banale, ne viene analizzata anche la più stretta attualità, con un lavoro di indagine giornalistica che mostra tutti i limiti della narrazione semplicistica a cui le riviste e webzine specializzate ci hanno abituati (e, dopo la lettura del libro, ci si spiega anche il perché). Insomma: stra-stra-stra-consigliato!

  • User Icon

    Paolo Vaccarone

    07/04/2018 08:29:14

    Ho acquistato quest’opera perché apprezzo e stimo Fabrizio Basciano, sia per interessi musicali e artistici comuni, sia perché sono convinto che sia un vero talento. Lo considero un capolavoro. Il libro lo ho letto praticamente tutto d’un fiato. Scrittura fluente, perfetta, incisiva, sintetica... si comprende immediatamente che è frutto di lungo e duro lavoro di ricerca, passione, approfondimenti, rari per i giovani come lui. Del resto, lui è un musicologo di grande caratura, e di una competenza e forza non comuni. Sono un appassionato di musica, arte, etc, tastierista amatoriale ed autodidatta. E faccio tutt’altro come professione. Premetto di conoscere Fabrizio solo virtualmente, ma le belle essenze si comprendono, in un millisecondo. Un libro che fa capire moltissimo sulla musica pop, su ciò che nessuno prima, almeno secondo le mie conoscenze, ha mai avuto il coraggio nonché questa tal maestrìa di scrivere. A qualsiasi costo. Poi, il rapporto qualità/prezzo dell’opera merita assolutamente di averlo. Bravo Fabrizio! Continua su questa strada, e ne farai, tanta (per il mio, modesto, parere) Disinteressatamente, e con un abbraccio di stima e affetto. Paolo.

  • User Icon

    Luca

    06/04/2018 16:03:41

    Dopo aver letto, sempre di Basciano, Battiato '70, mi sono convinto a leggere anche questo suo nuovo lavoro, senza pentirmene: la narrazione è fluida, e il libro, nonostante vada parecchio giù in profondità, si legge come fosse un romanzo. Il volume è ricco di punti di vista assolutamente inediti, di interviste interessanti, di analogie con ambiti artistici differenti e di aneddoti d'ogni genere. Chi ama la canzone ne trae sicuramente un gran beneficio, perché una necessaria opera di verità viene con questo volume portata a compimento. L'introduzione di Marco Travaglio e la prefazione di Elvidio Surian suggellano poi un lavoro veramente degno di nota.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
Note legali