Categorie

Peter Gomez, Marco Travaglio

Editore: Editori Riuniti
Collana: Primo piano
Anno edizione: 2003
Pagine: 382 p.
  • EAN: 9788835953746

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca

    14/03/2007 12.37.39

    Ovviamente trattando determinate tematiche i libri degli autori in questione non sempre sono molto scorrevoli. Ma si sa a cosa si va incontro. Quello che invece non sapevo è che questo libro tra tutti i loro è forse il più pesante. Indubbiamente interessante, le prime 150 pagine assolutamente da conoscere ma mi chiedo se fosse davvero necessario mettere parte dei processi a testimonianza; forse si per far capire meglio l'arrampicarsi sugli specchi da parte degli accusati ... ma forse anche no!!

  • User Icon

    Gabbo

    18/09/2006 12.59.02

    Drammaticamente esauriente.

  • User Icon

    Bena

    06/04/2006 23.52.58

    Un libro che ci apre gli occhi su chi pianifica il nostro futuro.. e poi se qualcuno crede ancora che sia da votare uno che pur di non andare in galera( ammesso anche dal suo amichetto Confalonieri che a me non pare sia comunista ) si candida come presidente e improvvisamente risolve tutte le sue pendenze finanziarie ( 5 mila miliardi di debiti Fininvest e etc.)... fate pure Per quanto riguarda Previti e company è meglio non commentare Ciao

  • User Icon

    Rick

    15/12/2005 18.01.19

    Nel libro ce ne è abbastanza per rabbrividire nei confronti dell’attuale classe dirigente. Un governo la cui agenda politica in materia giudiziaria è dettata dai tempi e dalle necessità dei processi di Cesare Previti non merita attenuanti. E così si scopre che la legge sulle rogatorie, del tutto contraria allo spirito di collaborazione comunitario, è stata introdotta, invano, al solo scopo di rendere inutilizzabili le contabili bancarie svizzere che provano gli atti di corruzioni di Previti. Oppure si legge che dietro le tappe forzate con cui il Parlamento ha approvato la legge sul legittimo sospetto si nasconde l’unica vera ragione, che consisteva nel far traslocare il processo contro Previti da Milano a Brescia. Ma i documenti più terrificanti riguardano gli interrogatori dei giudici corrotti, incapaci di fornire una spiegazione plausibile al fiume di denaro piovuto loro addosso. E allora il quadro si fa coerente: per evitare una condanna sicura, l’unica via per l’impunità è quella legislativa (vedi la recente ex-Cirielli: peccato se come effetto collaterale si cancelleranno metà dei processi in corso…). Tutto questo è semplicemente disgustoso, ma va letto, capito, perché la corruzione è coperta dalla manipolazione, e la manipolazione è possibile solo se c’è un sostrato di ignoranza. In giro sento spesso slogan contro l’uso politico della giustizia, ripetendo pappagallescamente le parole del premier, ma se inviti quelle persone a fornire una prova, un singolo fatto per cui Tizio sarebbe perseguitato dalla giustizia, nessuno sa rispondere, ignorando perfino i termini dei processi. E invece esistono decine di prove sull’uso giudiziario della politica. Dobbiamo tornare a leggere e a riflettere in maniera indipendente.

  • User Icon

    Marco

    22/11/2003 01.56.33

    Caro Loris,tu dici che i libri di Travaglio che vengono comprati dai lettori di sinistra e che poi questi non li leggono! E' una falsità ovvia!!! Io l'ho letto ed è davvero interessante perchè in Tv,la cosidetta tv libera come tu dici e di sinistra come tu dici è un regime in mano ad una persona che solo per il falso in bilancio che ha commesso in un altro stato e te ne cito uno,SPAGNA si sarebbe preso la bellezza di 25 anni di carcere!!! Capisci o non capisci? Poi secondo Travaglio come dici te non è di sinistra(detto da lui da luttazzi,nella famosa intervista a satiricon). Era il pupillo di Montanelli e come tu sai,non era uno di sinistra ma di DESTRA. Però aveva un pregio: Non poteva vedere berlusconi,perchè era un padroncino e un dittatore(leggiti i tuoi giornalini di destra come libero). Sono giornali liberi e dato che dici che la stampa è in mano alla sinistra ora te li cito io: Il tempo Il giornale Il secolo decimo nono Libero La nazione Il giorno Il resto del carlino Il foglio Ah senza contare Rai uno rai 2 rete 4 canale 5 italia 1 Ah dato che siete persone libere avete levato anche lo spettacolo della guzzanti sabina. E' proprio vera La casa delle liberta,liberi di fare quel c.... che ci pare!!!! State mandando il paese allo sfascio loris!!!1 Queste parole non ti vengono dette da un comunista,da un terrorista o cosa,ma da una persona di SINISTRA(DS). Berlusconi vede comunisti da tutte le parti,ma è solo la scusa per fare quel cavolo che gli pare e distogliere la nostra attenzione da fatti più importanti. Pensasse invece a fare una politica per la gente,invece di ridurci alla fame,senza diritti e a schiavi e per di più ci vuole levare anche la scuola pubblica(finaziamento scuole private),cosi i poveri comunisti non potendo permettersi le scuole private,non sapranno leggere e ne scrivere. Almeno cosi rimarrano dei pezzenti secondo lui e non sapranno dei loro diritti perchè non possono leggerli o scriverli per poterli DIFENDERE. Spero di averti chiarito le idee e sper

  • User Icon

    Paolo

    29/08/2003 19.28.50

    Una cronologia dei fatti, un introduzione discorsiva ai processi Sme-Ariosto, Mondadori e Imi-Sir, le inerenti trascrizioni ufficiali del tribunale e una serie di documenti -sempre ufficiali- delle Camere. Ottima struttura per un libro dall'effetto coinvolgente come fosse un romanzo giallo pieno di intrighi. Purtroppo è tutta roba vera. Ripeto: atti ufficiali, trascrizioni del tribunale. Queste sono le PROVE VERE, caro ETHAN, non le tue illazioni sulla smentita di Gomez. Se vuoi aprire gli occhi, non è mai troppo tardi, auguri. Mi scuso per aver approfittato di questo spazio dedicato alla critica per farne un Forum personale. Saluti, Paolo.

  • User Icon

    Max

    26/08/2003 17.54.07

    Carissimo Ethan, scusa, ma che dici? come parli? ..."carta igienica",... "libro prestato",... "leggete Pennac, Garcia Marquet..." (sei andato a scopiazzare una recensione su un altro libro di Marco,...beccato) autori che certamente non hai mai letto e non sai nemmeno chi sono. ... "Tutto quello che dice Travaglio e' smentito dai fatti"???...Cos'e': stati borderline: e le sentenze passate in giudicato, e le assoluzioni per prescrizione che confermano le condanne dove le metti? Per cortesia, Lascia perdere. Insomma, amico mio, la prossima volta fatti prestare un libro all'altezza della tua grande intelligenza, puo' andare bene "Il libro di cucina di Ugo Tognazzi", e' un consiglio disinteressato, credimi .

  • User Icon

    Loris

    14/07/2003 00.28.00

    Carissimo Alex,vedo che ti sei molto arrabbiato perchè ho detto il vero su alcuni fatti scomodi che ti rodono.Comunque stai calmo,non verrò a cercarti o a lanciarti molotov.Sono democratico ed accetto che uno si incazzi quando si sente dire la verità.Ti pongo una domanda:voi dite che i Media sono tutti al servizio di Berlusconi ma chi c'è a capo della RAI:Lucia Annunziata(notissima esponente di destra!!!!!????).Chi dirige il TG5:Mentana e Sposini principalmente e non sono certo di destra.E questi sono i TG piu'visti.Parliamo dei giornali..Repubblica si sa è di destra(??????)come pure il Corrriere della sera ma il piu'a destra di tutti è"Il manifesto"(????!!).Conclusione:ciò che dite riguardo alla sudditanza dei Media nei confronti della destra sono,per usare un eufemismo,falsità(va bene dai "cazzate"rende meglio l'idea). Alex,visto che scrivi così bene e dal momento che sei documentato(???)perchè non ti metti tu in contatto con Travaglio per proporgli di scrivere insieme un libro sulle malefatte della sinistra certo non partendo da Stalin.Ma parlateci almeno di quelle integerrime persone(Alex sei uno di questi?Spero di no)che spacca i vetri nei cortei lanciando molotov sui poliziotti e che a Genova ha fatto disastri speculando sul fatto che un ragazzo è morto per fare polemiche politiche. O diteci il vero riguardo al regime di Fidel Castro,questo è un vero democratico:lui i nemici politici o li fa fucilare o li mette in galera?Se dovesse andare al potere la sinistra, perchè non vi disfate in questo modo di Berlusconi??? Bando alle ciance Alex,sii serio:facciamo un corteo aperto a tutti e senza bandiere contro la guerra.Io sono di destra e sono pacifista ma non è spaccando i vetri o insultando gli avversari politici che si arriva alla pace. Comunque dammi retta:datti a letture più serie che non ti portino all'odio che serbi ora. Se vuoi puoi insultarmi,ma ricordati che non mi toglierai mai la libertà anche di pensiero,spero col tempo tu riesca a guardare alle cose con piu'obiettività.Quindi cosa mi dici dell

  • User Icon

    Roberto Giardini

    30/06/2003 19.14.09

    Gente, a libri come questo o si dà il massimo dei voti oppure il minimo. Ciò è dovuto alla propria visione politica. Per quanto mi riguarda, Travaglio ha fatto un buon lavoro e non dice stupidaggini. Chi vuole offuscare la verità...faccia pure...qui e non in un'aula di un tribunale.

  • User Icon

    Ethan

    28/06/2003 16.04.10

    Ragazzi ..ascoltate un consiglio sincero e disinteressato:invece di buttare via 14 € per carta igienica iniziate a leggere qualcosa per cui valga veramente la pena:Pennac,Ammaniti o Garcia Marquez..se invece volete continuare a vegetare sui pensieri drogati degli altri(ma Travaglio è capace di pensare??)continuate pure ma evitate almeno di spaccare vetri o imbrattare muri che non siano quelli di casa vostra..certo ognuno è libero di rovinarsi la propria vita,quindi arrangiatevi..sfortunatamente però io ho avuto la sventura di leggere 'sta zozzeria per pura curiosità(prestato da un amico)e non ho fatto fare la fine che meritava a questo"""capolavoro"""semplicemente perchè non era mio..PS:tutte le cose scritte da Travaglio sono state smentite da prove certe..Che figuraccia!!!!!!!Hasta la victoria siempre!!!!

  • User Icon

    Loris

    21/06/2003 15.42.30

    La prima domanda che mi pongo è questa:Travaglio,ma sa(avrebbe messo l'accento di sicuro!!) scrivere solo malignità e riportare atti procedurali mendaci (smentiti più volte dalle procure)su Berlusconi?Qualcuno gli dica che è una noia!!!E poi è risaputo che almeno il 90% di gente di Sinistra che parla dei suoi libri di fatto non li legge!!!!Ha ragione Sasso,andrebbe recitato in teatro(come commedia dell'assurdo ovviamente) sempre che Travaglio abbia capacità di sceneggiatore visto che non so se sappia scrivere..ci farebbe un favore(oltre al suo dovere)se iniziasse a parlare con onestà di pensiero per esempio del caso IRI o dei cosiddetti "pacifisti"(che tali non sono..ci racconti qualcosa di attendibile(sempre che ne sia capace..)su Agnoletto,Caruso(ma dove si è laureato questo,ha pagato sicuramente....)e soprattutto su quella squisita persona di Casalini....ci racconti dei no global che sono contro le multinazionali ma indossano Nike,Adidas e vanno da Mc Donalds a mangiarsi il panozzo(oltre che a lanciarvi molotov contro)e si sono fatti un martire al G8 di Genova per colpa loro..qualcuno lo inviti a farlo ed a prendere un pò di Acutil fosforo prima e vedrà che ce la può fare.. io comunque ho fiducia in Lei!E'una gran persona!!Ma cosa si inventerà adesso che tutti i processi contro Berlusconi iniziano a cadere?Ah dimenticavo,parlerà certo delle cooperative rosse perchè è un onesto giornalista e non bada alle bandiere!!! PS:Comunque un consiglio da amico per chi acquisterà questo "libro":se spendete soldi per cartaccia simile vi invito ad utilizzarlo adeguatamente proprio come fanno i no global..fatene un falò!!!

  • User Icon

    Sasso

    22/05/2003 14.25.26

    Sono documenti, non chiacchiere. E' un libro che mi piacerebbe davvero vedere recitato in teatro, per fare qualche risata amara. Suonano veramente grottesche le accuse di Berlusconi & Previti secondo cui sarebbero i Pubblici Ministeri ad avere mandato per le lunghe i processi ai suddetti. Così come grottesca suona la critica del lettore che, a proposito di questo libro, dice "Darò voto 5/5 a questo libro(di indubbio valore socio/politico/culturale di questo periodo storico) quando vedrò pubblicato un suo analogo, sui NON processi alle cooperative rosse, su D'alema (finanziamento illecito ai partiti), su Prodi (Caso I.R.I.) e sulle "innumerevoli" condanne e rimostranze pubbliche effettuate dalla "nostra" linda e intonsa sinistra al terrorismo brigatista dal 1946 ad oggi." E' come bocciare "Il Processo" di Kafka perché ha parlato della vicenda processuale di questo Josef K. (mostrando, anche lui, pervicace accanimento?), anzichè della vicenda del "NON processo" a un tale Hans W. o Karl P.

  • User Icon

    petrus

    23/04/2003 15.17.36

    Quale è il prezzo della verità? Sembra esser questo il filo conduttore sotteso dagli autori in modo criptico nello svolgersi del libro. Interrogativo inquietante, poichè basterebbe ricordare ai tanti "tromboni" che credono la Giustizia un ritrovo di ex partigiani (preferibilmente comunisti e antropofagi)quanti Uomini di Giustizia sono stati sacrificati alla "ragion di Stato". Nè basta reclamare di sospette "imparzialità"(anche i nipotini di Stalin, secondo questa tesi, avrebbero mangiato nella greppia; anche loro oltre a sporcare, si sono sporcati; logica simmetrica quanto pietosa)soprattuto quando queste sono indicate da chi ha fatto professione di mendacia e corruttela. Questo è il volto del Potere,piaccia o meno, quando non è coniugato a temperanza, sapienza, pace e "hilaritas". Ed è un volto triste, a tratti perfido come quello dei due imputati.

  • User Icon

    carlo

    28/03/2003 09.08.24

    Bel colpo, ragazzi! In Italia è ancora possibile difendersi dai processi, invece che nei processi: ma solo se ci si chiama Previti, o Berlusconi...Ogni copia letta di questo libro, però, sarà un dardo ideale conficcato nel cuore di questi ghignanti tirannelli - simulacri indegni e tracotanti della nostra (perduta?) identità nazionale. Carlo.

  • User Icon

    Lorenzo

    26/03/2003 10.52.49

    Ecco una ennesima flebo di "documentatissima" spazzatura, iniettata nelle vene del lettore-elettore per arruolarlo con nuovo entusiasmo nell'Italia dei Livori. Per fortuna è solo fatica sprecata: sono infatti convinto che questo governo riuscirà a terminare il suo mandato e che la casa delle libertà vincerà almeno per i prossimi dieci anni, anche grazie alle dissennate campagne giustizialiste della parte avversa. Chiedo tuttavia ai "tolleranti" supporters degli "illuminatissimi" autori: può davvero De Benedetti, editore (e non padrone!) di "Repubblica" e di "Micromega", permettersi di finanziare lezioni morali??? E ancora, a proposito del tema del libro: perchè mai la Cassazione non dice che il processo Previti è di competenza del tribunale di Perugia? In fondo le regole processuali vi sembravano intoccabili quando c'era da demolire la "Cirami"... Sono misteri sui quali, forse, varrebbe la pena scrivere un libro! Qualcuno contatti Travaglio: se l'anticipo-diritti è cospicuo, magari accetta di farlo lui...

  • User Icon

    Letizia

    06/03/2003 19.48.12

    Ah si, bravi davvero questi ragazzi Gomez e Travaglio, non si smentiscono. Un ottimo documento giornalistico, cui ci hanno ormai abituato. Vorrei rilevare che nonostante lo sgomento implacabile che si prova nel leggere, pagina dopo pagina, l'annientamento di qualsiasi regola, ovvero la certezza provata che la realtà superi alla grande qualsiasi immaginazione, la scrittura è gradevolissima, sferzante, impossibile annoiarsi. Una scrittura con piglio. Quel che accade nelle aule di giustizia è di una gravità che lascia stupefatti. Lasciano senza fiato i pretesti, le assurdità, le bugie, le incoerenze. E' pericoloso domandarsi se sia lecito che il garantismo debba garantire anche la menzogna. Molto pericoloso perché se si tolgono diritti agli "imputati" si entra in una gestione del potere viziata che sappiamo dove puo' sconfinare. Ma allora ce lo vogliamo chiedere come garantire tutti i cittadini dalla legge del pretesto? Ce lo vogliamo ricordare che la probità è una conditio sine qua non sempre, vieppiù quando si amministrano e si rappresentano gli altri? O abbiamo tutti le mani cosi' sporche da doverci perdonare proprio tutto? Magari è cosi' che si diventa buon ... isti.

  • User Icon

    Marco

    05/03/2003 18.41.35

    Darò voto 5/5 a questo libro(di indubbio valore socio/politico/culturale di questo periodo storico) quando vedrò pubblicato un suo analogo, sui NON processi alle cooperative rosse, su D'alema (finanziamento illecito ai partiti), su Prodi (Caso I.R.I.) e sulle "innumerevoli" condanne e rimostranze pubbliche effettuate dalla "nostra" linda e intonsa sinistra al terrorismo brigatista dal 1946 ad oggi. Con affetto, Marco.

  • User Icon

    AUID: 1948374

    01/03/2003 18.17.42

    Un'opera giornalistica di indubbio valore, indispensabile per comprendere al meglio i retroscena della politica italiana odierna.

  • User Icon

    Paoletta

    09/02/2003 23.54.20

    Finalmente le carte dei più discussi (e tribolati) processi del momento...grazie alle quali ognuno potrà, in piena autonomia e al riparo da indebite pregiudiziali ideologiche, valutare fatti e protagonisti. Chi potrà dir male di questo libro o rifiutarsi di leggerlo? Forse, chi non ha interesse a conoscere la verità; o forse, chi non ha interesse a farla conoscere.

  • User Icon

    Fabrizio Palestini

    01/02/2003 08.57.53

    E' il libro che attendevo da parecchio, specializzato sui processi più importanti a carico di Berlusconi, Previti&Co. E la ditta Travaglio-Gomez non mi ha certo deluso: pochi commenti (ma incisivi), atti processuali in quantità, interrogatori, sentenze. Per chi sa bene che la condanna di Berlusconi, per quanto sacrosanta, non si avrà mai, la lettura del libro rischia di avere gravi ripercussioni sulla funzionalità del fegato. Magari c'è qualche errore tipografico di troppo, forse dovuto alla fretta.

Vedi tutte le 20 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione