Breve storia del futuro degli stati uniti d'Europa - Elido Fazi,Gianni Pittella - ebook

Breve storia del futuro degli stati uniti d'Europa

Elido Fazi, Gianni Pittella

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Fazi
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 384,49 KB
Pagine della versione a stampa: 190 p.
  • EAN: 9788864118833

€ 6,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il 2012 sarà ricordato come un anno di svolta per il futuro dell’Europa. Quasi di malavoglia e passo dopo passo, dopo aver insistito per anni a percorrere vie pericolose e forse impraticabili, mercanteggiando su tutto, la Germania di Angela Merkel sembra ormai aver sposato l’idea che per salvare l’euro non ci sia altra strada che quella dell’Unione Politica con la costruzione degli Stati Uniti d’Europa. Dopo l’elezione del socialista Hollande in Francia, l’idea di un liberismo con i criteri di stabilità di bilancio fissati dal centro sembra essere fallita. L’Europa Unita, se e quando si farà, non potrà essere soltanto un’unione ?scale e monetaria, ma un vero e proprio Stato federale in grado di assumere su di sé, almeno in parte, i debiti degli Stati nazionali, capace di emettere attraverso un proprio Tesoro federale gli Eurobond e di farsi promotrice di una seria riforma del sistema monetario internazionale, per evitare un’eccessiva e repentina rivalutazione dell’euro rispetto al dollaro e alle altre monete. Un’Europa che non si può arrendere al trionfo della ?nanza e che deve fare le proposte necessarie per assicurare una corretta circolazione del tra=co ?nanziario – indispensabile almeno quanto il controllo del tra=co aereo – nonché attuare politiche che creino occupazione. La politica neoliberista fatta ?nora, prima l’austerità e poi la crescita, è sbagliata. Bisogna tornare a Keynes che l’aveva capovolta: sono gli investimenti a creare risparmio, reddito e lavoro.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Gianni Pittella Cover

    Gianni Pittella (Lauria, 1958) dopo la laurea in Medicina si è dedicato alla politica. Prima nel Partito socialista e poi nell’Ulivo, per il quale è stato eletto alla Camera dei deputati nel 1996, è poi entrato a far parte della Direzione dei Democratici di sinistra nel 1998. L'anno seguente è stato eletto per la prima volta nel Parlamento europeo, del quale è stato vicepresidente vicario. Attualmente guida il Gruppo dei socialisti all’Europarlamento. Tra le sue pubblicazioni si ricordano: L'Europa indispensabile; L'anatra zoppa; Breve storia del futuro degli Stati Uniti d'Europa (con Elido Fazi); Scusate il ritardo. Una proposta per il Mezzogiorno d'Europa (con Amedeo Lepore). Approfondisci
Note legali