Brigate nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fascista repubblicano - Dianella Gagliani - copertina

Brigate nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fascista repubblicano

Dianella Gagliani

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Saggi. Storia
Anno edizione: 1999
In commercio dal: 1 ottobre 1999
Pagine: XIV-305 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788833911748
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 21,07

€ 24,79
(-15%)

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Brigate nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fa...

Dianella Gagliani

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Brigate nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fascista repubblicano

Dianella Gagliani

€ 24,79

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Brigate nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fascista repubblicano

Dianella Gagliani

€ 24,79

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale



Lepre, Aurelio, La storia della Repubblica di Mussolini. Sal•: il tempo dell'odio e della violenza, Mondadori , 1999
Gagliani, Dianella, Brigate Nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fascista repubblicano, Bollati Boringhieri , 1999
recensioni di Bongiovanni, B. L'Indice del 1999, n. 12

Con il volume di Ganapini, di pochi mesi fa, su La repubblica delle camicie nere (Garzanti, 1999; cfr. "L'Indice", 1999, n. 6), la Rsi è storiograficamente entrata, in via definitiva, nella storia d'Italia. La lettura di tutto il fascismo come parentesi, vale a dire come storico deragliamento, è certo da tempo diventata problematica. La teoria "parentetica" ha però funzionato più a lungo a proposito della Rsi, rubricata, con motivazioni ineccepibili, ma non autosufficienti, come prodotto dell'"occupazione tedesca". Tale teoria, categorialmente nobile, fa ora parte, anche in relazione alla Rsi, del vasto parco archeologico delle interpretazioni classiche del fascismo. La Rsi fu dunque un regime italiano. E concluse sanguinosamente la parabola del fascismo-regime. Due altri libri confermano ora questo assunto.
Lepre ricostruisce la lenta agonia del fascismo utilizzando fonti che descrivono il fronte interno, vale a dire, per usare il titolo di un suo libro del 1989, "le illusioni, la paura, la rabbia". Ne vien fuori che gli italiani sin dall'autunno-inverno del 1940 si disamorarono della guerra e del fascismo. Fu allora che la "patria fascista" cominciò a morire. Il plebiscitarismo di massa (o "consenso") non aveva retto alla prova del conflitto euro-balcanico-africano e dell'impreparazione militare. Gli italiani cercavano nicchie di sopravvivenza e volevano la pace. Il 25 luglio (una via verso la pace), e l'8 settembre (lo sfasciarsi dello Stato davanti alla guerra che nel caos tornava), non furono dunque un evento improvviso. La Rsi propose allora un'elitaria identità nazionale fondata su improbabili valori guerrieri e quindi sul disprezzo per un popolo pacifista. Respingendo la guerra, la cosiddetta "zona grigia" fu così non un'area intermedia tra antifascismo combattente e Rsi, ma una resistenza disarmata e diffusa. Su questo punto Lepre concorda con l'interpretazione di Scoppola.
Non il soldato fu il protagonista autonomo della Rsi, ma lo squadrista armato, l'attivista di un partito militarizzato, il brigatista nero. In un libro veramente bello e ricco (penetranti le pagine sulla fine antieroica di Mussolini in fuga, con l'elmetto tedesco e la sola Claretta al fianco), Gagliani ne ripercorre il ritorno e la catastrofe. Il fascismo-regime, del resto, non aveva saputo forgiare soldati vincenti. Nel crepuscolo, vale a dire nella fase nazifascista, fece ricorso al fascismo-squadrismo delle origini. Cercò inoltre di diventare compiutamente totalitario e di sancire la supremazia del partito armato su uno Stato che era ormai un'appendice del Reich. Poterono così emergere caratteri prima latenti, i quali, a partire dall'estate del 1944, si autonomizzarono rispetto al ventennio. Il Duce cercò allora di destreggiarsi tra panfascisti (Pavolini) e nazionalisti (Graziani). Pare comunque di poter dire che l'estremo totalitarismo fascista, per la storia che aveva alle spalle, e per la disperata congiuntura, rimase imperfetto.
| Vedi di più >
Note legali