I buchi neri - Laura Servidei,Steven S. Gubser,Frans Pretorius - ebook

I buchi neri

Steven S. Gubser, Frans Pretorius

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Laura Servidei
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 3,07 MB
Pagine della versione a stampa: 166 p.
  • EAN: 9788833930039
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 10,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Le emozioni ti investono, solide e veloci, ad esempio quando si legge di un’ipotetica sonda che si avvicina a una singolarità e viene «schiacciata e stirata fino a diventare una sottile linea infinitesimale». »
Nature - Barb Kiser

«Questo libro fornisce un riassunto eccellente di tutto ciò che sappiamo dei buchi neri nell’universo. Gubser e Pretorius sono tra i maggiori esperti mondiali in questo eccitante settore di ricerca. »
Raphael Bousso, University of California, Berkeley

«Divertente e informativo. I buchi neri è scritto bene, bene organizzato e molto godibile.»
Gary Horowitz, University of California, Santa Barbara

«I buchi neri di Gubser e Pretorius sono una breve ed elegante introduzione alle proprietà fondamentali dei buchi neri e alla presenza di questi giganti nell’universo. Ne raccomando caldamente la lettura a chiunque. »
Roger Penrose, autore di La strada che porta alla realtà e La mente nuova dell’imperatore

I buchi neri hanno il fascino delle cose misteriose e allo stesso tempo sono l’esito teorico necessario di una grande teoria, quella della relatività di Einstein. Come se non bastasse, esistono davvero e oggi ne abbiamo le prove. All’inizio non erano altro che una possibile soluzione matematica delle equazioni della relatività generale, ma lo stesso Einstein pensava che fossero solo una speculazione teorica, non oggetti reali. Osservazioni cosmologiche successive, negli anni sessanta e settanta, hanno però reso i buchi neri una realtà tangibile. Si tratta di residui di stelle esplose e collassate su se stesse, quantità enormi di materia superdensa talmente massiccia che il campo gravitazionale tutt’attorno si chiude su se stesso. Ciò significa che la velocità di fuga dall’interno di un buco nero è maggiore della velocità della luce o, in altre parole, che non importa quanto forte tiriate: da dentro un buco nero non può uscire niente.
Dopo decenni di intensa ricerca, oggi sappiamo che di buchi neri ne esistono diverse categorie, e la fisica del loro comportamento e di come la loro presenza influenzi lo spazio circostante risulta più strana del più visionario dei romanzi.
In questo breve libro, Gubser e Pretorius introducono il lettore alla teoria della relatività, per passare in seguito ad analizzare i buchi neri sia come oggetti astronomici, sia come laboratori teorici nei quali i fisici possono mettere alla prova la loro comprensione della gravitazione, della fisica quantistica e della termodinamica. Dai buchi neri di Schwarzschild, a quelli rotanti, dalle collisioni tra buchi neri, alla radiazione gravitazionale, dalla radiazione di Hawking alla perdita di informazione, il libro racconta tutti i misteri che si celano dietro a questi giganti del cosmo. Strada facendo spiegano anche cosa succederebbe se dovessimo cadere dentro a un buco nero, per giungere al suo nucleo, dove per le leggi della fisica il tempo si ferma e la materia si compatta a densità teoricamente infinite. Sempre ammesso che non sia già successo e non ce ne siamo accorti.
Infine, gli autori raccontano quel che è accaduto nel settembre 2015, quando l’interferometro LIGO ha captato per la prima volta l’onda gravitazionale causata dalla collisione di due enormi buchi neri, avvenuta un miliardo di anni fa nello spazio profondo. Lo scontro ha causato la propagazione di un’onda gravitazionale che è stata rilevata a terra e che rappresenta a un tempo un’eclatante conferma della loro esistenza, la correttezza delle previsioni teoriche della relatività generale e un nuovo straordinario strumento a disposizione dei cosmologi per l’indagine futura dell’universo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Wikiaal

    15/02/2019 08:00:11

    Libro essenziale per comprendere la correlazione fra le teorie della relatività ristretta e generale di Einstein e gli ultimi studi e scoperte nel campo dell'astrofisica e dei fenomeni gravitazionali. Consiglio caldamente la lettura a tutti. Il libro è concepito fornire una comprensione dei concetti espressi anche a lettori che non hanno conoscenza spinta della matematica, anche se robuste basi in questo campo aiutano.

  • User Icon

    Ivano

    15/07/2018 21:59:41

    Testo completo e di alto livello. Unico limite: per essere compreso almeno minimamente deve essere letto dagli addetti ai lavori, o comunque da qualcuno ben ferrato in fisica o in matematica e che vuole mettersi alla prova

  • Steven S. Gubser Cover

    Steven S. Gubser (Tulsa 1972) è docente di Fisica presso la Princeton University. Nel 2017 ha vinto il Simons Investigator Award in Physics. In italiano ha pubblicato Il piccolo libro delle stringhe (Raffaello Cortina 2010) e I buchi neri (Bollati Boringhieri 2018), scritto con il fisico Frans Pretorius. Approfondisci
Note legali