La bugia di Natale - Seth Grahame-Smith - copertina

La bugia di Natale

Seth Grahame-Smith

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: C. Gamberi
Collana: Multipop
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 1 novembre 2013
Pagine: 336 p.
  • EAN: 9788863552720
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 8,05

€ 14,90

Punti Premium: 8

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 14,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Seth Grahame-Smith ci conduce nel primo secolo dopo Cristo quando il mondo è dominato dall'imperatore Cesare Augusto ed Erode il Grande, un re fantoccio corrotto e assassino, spadroneggia in Galilea. Ma il loro potere è messo in pericolo dal cinico e feroce Balthazar, che ha giurato vendetta contro tutti i romani diventando il leggendario "Fantasma di Antiochia", flagello dell'impero. Sfuggito all'ennesima condanna a morte, si ritrova davanti a una povera mangiatoia alle porte di Betlemme insieme a due improbabili compagni di viaggio. L'incontro con una giovane ragazza chiamata Maria, il suo devoto compagno Giuseppe e il loro figlio appena nato, cambierà per sempre il destino di Balthazar. E anche se il tempo delle grandi inondazioni e delle creature magiche è finito, la lotta fra il bene e il male continua. È l'inizio di un'avventura che li vedrà combattere contro eserciti nemici, scontrarsi con forze occulte, fronteggiare morti che si risvegliano e assistere a incredibili miracoli; nel tentativo di salvare un bambino davvero speciale e nella disperata speranza di ritrovare un pendente misteriosamente scomparso.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefania

    30/01/2014 11:01:53

    Quest'anno sono andata alla spasmodica ricerca di romanzi che avessero a che fare con il Natale, da leggere accanto all'albero con le sue lucine scintillanti e che mi aiutassero a raggiungere e ricreare l'atmosfera natalizia. Per chi è cristiano praticante, dopo anni che si ascoltano i brani dei Vangeli, sentir la narrazione della nascita del Salvatore, diventa in un certo senso una routine. Per quanto affascinante, si conosce la storia ormai a memoria. A me personalmente serviva qualcosa che mi desse un nuovo slancio per sognare ancora e dare nuova vita alla nascita del Bambino. Questo romanzo ha fatto proprio al caso mio e ci è riuscito in pieno. Con maestria l'autore riesce a romanzare la storia di questi tre personaggi avvolti nel mistero trasformando Baldassarre nel nostro Balthazar, il leggendario ladro conosciuto come "Fantasma d'Antiochia" e Gaspare e Melchiorre in equivalenti ricercati che il fuorilegge conobbe in prigione, senza nulla togliere al mistero e alla sacralità della nascita del Bambino. La storia si mischia con la religione e con l'invenzione in una miscellanea di emozioni ineguagliabili che rendono il romanzo unico nel suo genere e godibilissimo.Non è blasfemo o dissacrante (anche se leggere di Maria che alza la voce mi ha sorpresa) come qualcuno, ad un primo impatto potrebbe pensare, solo è arricchito con un po' di fantasia. Datemi retta: va assolutamente letto!

  • Seth Grahame Smith Cover

    Seth Grahame-Smith è nato nel 1976 e vive a Los Angeles. Ha letto per la prima volta Orgoglio e pregiudizio quando aveva 14 anni, ma ne era rimasto deluso. Tuttavia, quando ha ricevuto la proposta di scrivere un romanzo con gli zombie, ha subito pensato ad Elizabeth Bennet e a Mr Darcy. Come ha spiegato alla rivista «Time», infatti, «è quasi come se Jane Austen avesse inconsapevolmente previsto questo tipo di adattamento. C'è un'eroina emancipata e dalla lingua tagliente, quindi non è difficile immaginarla anche armata di un pugnale tagliente. E poi c'è Darcy: non credo di dover aggiungere altro...» Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali