by Giulio Questi. Il cinema digitale secondo Giulio Questi (2 DVD)

(by Giulio Questi. Il cinema digitale secondo Giulio Questi)

Titolo originale: by Giulio Questi. Il cinema digitale secondo Giulio Questi
Regia: Giulio Questi
Paese: Italia
Anno: 2008
Supporto: DVD
Numero dischi: 2
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,99

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione
Una raccolta di cortometraggi autoprodotti di Giulio Questi realizzati tra il 2003 e il 2007: Doctor Schizo e Mister Phrenic; Lettera da Salamanca; Tatatatango; Mysterium noctis; Repressione in città; Vacanze con Alice; Visitors.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    JD

    31/05/2013 11:19:13

    Dopo 30 anni di inattività l'anziano regista Giulio Questi torna all'attivo con una raccolta di corti girati tra il 2002-2006 realizzati e interpretati esclusivamente da lui stesso,nel suo appartamento(con l'eccezione di "Vacanze con Alice").L'uso di trucchi casalinghi per interpretare diversi personaggi è intrigante.La messa in scena delle proprie inquietudini,ossessioni e passioni(letteratura,musica)talora spassosa(il primo,il terzo e il quinto episodio),talora pedante(il secondo e il quarto),talvolta inquietante(gli ultimi due episodi).La ristrettezza di mezzi è contemporaneamente il limite e il vantaggio dell'operazione.La libertà nel mettersi in gioco(apparendo anche completamente nudo)e nel mostrare la morte è notevole.Specie quando nel finale mette in scena senza pacificazione o perdono una generazione defunta da anni,ma ancora orgogliosa della propria gioventù di combattimenti e omicidi.Perchè dopo la morte non ha avuto modo di crescere oltre.....

Scrivi una recensione
  • Produzione: Ripley's Home Video, 2009
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Inglese
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area0
  • Contenuti: commenti critici: "L'occhio del critico" di Domenico Monetti; documentario: "Il cinema digitale secondo Giulio Questi" di Stefano Consiglio