C'era una volta...

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1967
Supporto: DVD

46° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia - Sentimentale

Salvato in 36 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 8,50 €)

A Napoli nel XVII secolo, il principe Rodrigo Ferrante y Davalos, nobile spagnolo di grande fascino e coraggio, è in Italia. Il principe deve trovare una sposa e la corte gli impone la scelta tra sette belle principesse. Ma Rodrigo si innamora di Isabella, una paesana di rara bellezza e di incredibili virtù. Per difendere il loro amore il principe con uno stratagemma indice una gara tra le pretendenti: chi laverà più piatti in meno tempo sarà regina.
5
di 5
Totale 3
5
3
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    bibliofila

    23/05/2008 00:10:47

    Il film è godibilissimo a tutte le età. Mai attore e attrice sono risultati così adatti e perfetti per i rispettivi ruoli. Forse non tutti sanno che la storia è ispirata al "Pentamerone" di Basile (che consiglio vivamente di leggere, sia ai grandi che ai piccini): un pregio in più visto che si ispira alla nostra migliore tradizione cultural-popolare. Peccato non ne abbiano più fatti.

  • User Icon

    proprioio

    10/03/2008 23:07:19

    Film bellissimo nel suo genere, garbato e di sani sentimenti. La fiaba ha un punto saldo e reale: San Giuseppe da Copertino. Le cronache riferiscono che si librava in estasi e...a lui si rivolgono gli studenti per gli esami. Provare per credere.

  • User Icon

    david rupp

    27/02/2008 16:13:57

    Una bella e dolcissima favola, la vita di corte e' magistralmente illustrata, georges wilson et dolores del rio sono bravissimi, omar et sophia aderiscono sontuosamente ai loro personaggi, sono semplicemente bellissimi.

  • Produzione: Surf Video, 2008
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: filmografie: biografia e filmografia del regista; speciale: riconoscimenti artistici di Sophia Loren; foto; manifesto originale
  • Sophia Loren Cover

    Nome d'arte di Sofia Villani Scicolone, attrice italiana. Cresciuta nei bassi di Napoli e allevata da una madre dalla bellezza fuori dal comune che, anche se per poco, lavora come sosia di G. Garbo, grazie a una corporatura da dea greca e un volto solare comincia giovanissima a lavorare nei fotoromanzi e a incantare le giurie di Miss Italia. Ben presto passa al cinema in particine di poche pose che già mostrano tuttavia quanto la volitiva ragazza riempia l’inquadratura con la sua straordinaria presenza scenica. Nel 1953 gira Africa sotto i mari di G. Roccardi e adotta quel cognome d’arte, Loren, che ne rende facilmente pronunciabile, quasi musicale l’enunciazione. Lo stesso anno folgora il produttore C. Ponti, destinato a diventare suo pigmalione e fortunato marito. Questi le offre un contratto... Approfondisci
  • Omar Sharif Cover

    Nome d'arte di Michel Demitri Shalhoub, attore egiziano. Di origini libanesi, convertitosi all'islamismo, esordisce sul grande schermo nei primi anni '50: grandi occhi scuri espressivi, fascino romantico e misterioso, fisico aitante, si impone in poco tempo come uno dei divi più amati del cinema egiziano. Il successo in campo internazionale arriva però il decennio successivo grazie al regista D. Lean, che lo sceglie per interpretare lo sceicco Alí Ibu el Harish nell'esotico Lawrence d'Arabia (1962) e lo chiama quattro anni dopo per il ruolo dell'appassionato protagonista del kolossal romantico Il dottor Zivago (1965). Nelle pellicole successive dà il volto a personaggi avventurosi un poco sopra le righe, ma sempre velati di romanticismo: è un giocatore d'azzardo sposato con B. Streisand nel... Approfondisci
  • Georges Wilson Cover

    Attore francese. Di origine irlandese, dopo il fortunato incontro con l’attore G. Philipe nei primi anni ’50 approda con successo al Théâtre National Populaire, di cui assume la direzione dal 1963 al 1973 succedendo a J. Vilar. Parallelamente agli impegni del palcoscenico, esordisce sul grande schermo nel 1954, imponendo in poco tempo le sue notevoli doti di caratterista. È lo smemorato vagabondo nel raffinato L’inverno ti farà tornare (1961) di H. Colpi, anziano e sornione professore antifascista nel sarcastico Il federale (1961) di L. Salce, re libertino nel drammatico Blanche - Un amore proibito (1971) di W. Borowczyk, attempato libraio nella commedia Nudo di donna (1981) di N. Manfredi. Dagli anni ’80 lavora quasi esclusivamente per la televisione. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali