Traduttore: E. Kampmann
Illustratore: P. Cardoni
Editore: Salani
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 28/02/1997
Pagine: 116 p., ill.
  • EAN: 9788877825452
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,13

€ 9,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giulia

    14/02/2009 13:44:57

    Anche "C'è Nessuno" come "Che Cosa C'è Dietro Le Stelle?" è un libro poetico,dolce ed istruttivo. La vita umana narrata da Gaarder diventa proprio questo,un magico "libro aperto".

  • User Icon

    barbara94

    10/11/2007 14:39:21

    è bello però non si può escludere che il fatto che un bambino di 8 anni sappia tutte queste cose,apperte questo è scritto bene e fa riflettere molto....

  • User Icon

    Felice

    01/09/2006 21:47:24

    Il libro se letto con lo sguardo razionale può apparire banale e assurdo per certi versi. Ma se si legge "bene" cercando di capire cosa si nasconde dietro ogni frase si capisce cosa Gaarder vuole trasmetterci. Un bel libro da leggere e tenere in biblioteca. Consigliato

  • User Icon

    giuggiola

    02/11/2005 13:25:27

    il libro è affascinante e ci fa riflettere sull'esistenza di tutto ciò che ci circonda...ma non dobbiamo mai fermarci ad analizzare soltanto il primo significato...ci sono molti altri enigmi nascosti all'interno di esso...

  • User Icon

    anonimo

    24/09/2005 15:29:45

    Carino! Ma non bellissimo! Gli maca un tocco di genialità, anche se il discorso tra l'umano e l'extraterrestre mi è piaciuto molto

  • User Icon

    fabrizioMin

    05/09/2005 10:58:55

    Un libro dalla lettura scorrevole e piacevole per avvicinare anche i più giovani a tematiche filosofiche e per non dimenticarsi mai che "Non sempre le cose più normali sono così normali come crediamo".

  • User Icon

    elf '90

    17/03/2005 14:31:55

    troppo carino...... è dolcissimo...

  • User Icon

    Michela

    15/12/2004 15:49:03

    L'evoluzione umana romanzata... non credevo che fosse possibile. Mika ha il sangue blu, non ha l'ombelico e rivela a Joakim di essere nato da un uovo: a mio parere, a prescindere dall'età del lettore, è più che sufficiente per incuriosirsi e approfondire il tema. (ci sono davvero specie animali con il sangue blu, dai miei vaghi ricordi delle medie mi pare che siano pesci o invertebrati)

  • User Icon

    valentina

    04/10/2003 19:21:24

    Come sempre Gaarder affascina sempre con le sue storie anche sottoforma di favola per bambini...l'ho trovato un libro semplicemente eccezionale!!!

  • User Icon

    Gabriele

    09/12/2002 12:23:29

    Visto chi è l'autore mi sarei aspettato di più, ma comunque è da leggere e mditare.

  • User Icon

    Edoardo

    22/05/2002 12:12:41

    Il voto sarebbe più alto se lo considerassimo esclusivamente un libro per bambini, perchè la forma e il linguaggio si offrono ai più piccoli disinvoltamente e semplicemente, nonostante la complessità dei temi affrontati. Ho trovato interessanti alcuni spunti del libro come la definizione che Mika da delle risposte. Mi pare però che manchi quel "quid" che lo renda un libro immortale per tutte le età come lo è stato "il piccolo principe".

  • User Icon

    Antonello

    20/07/2000 16:28:18

    E' il + bel libro che ho letto!!!!!!!!!

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

TAHAN, MALBA, L'uomo che sapeva contare. Una raccolta di avventure matematiche
GAARDER, JOSTEIN, C'è nessuno?
scheda di Bouchard, E., L'Indice 1997, n. 5

Qualche anno fa Jostein Gaarder diventava famoso con "Il mondo di Sofia" tradotto in ben trentotto lingue. In questo nuovo lavoro, con singolare sensibilità affronta i temi dell'evoluzione e "del grande enigma che nessuno risolve" nascosto all'interno di ciascuno, mettendo a discorrere fra di loro due bambini poco più che seienni. Joachim trova, appeso a un melo del giardino, a testa in giù, un coetaneo originario del pianeta Elio. L'amicizia avvicina i due ragazzini curiosi che fin dalle prime battute stabiliscono quanto sia più importante porre domande che fornire le risposte, essendo queste ultime soltanto "il tratto di strada che ti sei lasciato alle spalle". Le domande invece puntano oltre e si meritano un bell'inchino quando scavano profondo. Procedendo così verso le origini dell'universo i due amici non si lasciano sgomentare nemmeno dall'impossibilità di dare delle risposte. Gran simulatore della semplicità dei discorsi infantili, Gaarder raggiunge, descrivendo i gesti e gli atteggiamenti dei protagonisti, l'incanto della comunicazione ingenua e assoluta che tanto spesso anticipa intuitivamente l'interrogarsi disincantato degli adulti. Malba Tahan è invece lo pseudonimo di un matematico brasiliano che, alla memoria dei sette grandi geometri cristiani o agnostici e dell'indimenticabile matematico Abu Jafar Muhammed ibn-Musa al-Kwarizimi, dedica pagine di leggenda e fantasia. Si narra in questo libro di un singolare matematico: Beremiz Samir, l'Uomo Che Contava. La sua inconfutabile predisposizione al calcolo e alle sue leggi conducono Beremiz a sanare controversie e sciogliere enigmi conquistando la benevolenza di sceicchi e del Maharajah di Lahore. Con la matematica l'intraprendente arabo affronta ben trentaquattro capitoli colmi di insidie romanzesche, alla ricerca della soluzione giusta, a volte coatta.