Categorie

Khaled Hosseini

Traduttore: I. Vaj
Editore: Piemme
Anno edizione: 2004
Pagine: 394 p. , Brossura
  • EAN: 9788838481727

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luigi

    07/07/2016 13.06.35

    Un romanzo davvero spettacolare, profondo, emozionante, suggestivo e toccante. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Maria

    22/02/2016 11.55.55

    "Il cacciatore di aquiloni" è un romanzo profondo che tocca le coscienze di tutti e che usa un linguaggio semplice e molto scorrevole. Non è mai pesante anche se gli argomenti affrontati potrebbero portarlo ad essere. Bello.

  • User Icon

    Sara

    21/08/2015 22.26.48

    Uno dei più bei romanzi in assoluto. Ho sofferto e gioito insieme al protagonista. Questo romanzo ti entra nel cuore.

  • User Icon

    Annina

    24/07/2014 10.51.21

    Bellissimo emozionante

  • User Icon

    Books Hunters Blog

    07/04/2014 13.09.55

    La penna di Khaled Hosseini non è una Montblanc. E non è neppure "d'oro".La penna di Khaled Hosseini è la sua anima profonda, sfumata di passione a perdita d'occhio.Sceglie le parole direttamente dal vocabolario del cuore, le trasferisce su carta e poi te le fa assaporare una dopo l'altra come fossero un ricco ultimo pasto. Il cacciatori di aquiloni è un folle viaggio nel tempo.Sono così affezionata alla gara degli aquiloni adesso? Corro per prendere l'ultimo anch'io? Il cacciatore di aquiloni è un romanzo toccante, profondo, commovente. Vola in alto, nel punto giusto, davanti al sole ed è ombra? ma poi si sposta e cala giù tagliando via il filo della sofferenza dando di nuovo spazio alla luce.Ci sono molte cose che ancora vorrei dire e credetemi ho cercato di svelare poco per non togliervi il piacere di leggerlo, ma ho anche cercato di rendere questa recensione più vicina possibile ai pensieri e alle emozioni del mio cuore dopo aver chiuso il libro. Ognuno di noi ha il diritto di provare e redimere se stesso, anche se lo fa dopo venticinque anni o giù di lì? La cattiveria è una cosa diversa dalla colpa? Chi si sente in colpa è già vittima di se stesso, si sta già punendo da solo, sta solo cercando la via giusta per dimostrarselo e per riscattarsi. Questa recensione è per Te, jan? (jan in afghano significa caro.) Un "TE" generico... Perché siamo tutti cacciatori di aquiloni.

  • User Icon

    Natalia

    27/01/2014 17.47.55

    Che dire....mi aspettavo molto di più! sono rimasta davvero delusa da questo romanzo, tutto questo ben parlare intorno all'autore che ha di sicuro come merito l'averci mostrato tratti dell'orrore vissuto dal suo Paese, ma con una prosa non troppo emozionante nè potente. Forse è colpa mia perchè spinta dai tanti commenti entusiastici mi aspettavo chissà cosa...ma non sono riuscita a farmi prendere dalla storia. La prima parte del romanzo è quella che ho apprezzato maggiormente, sebbene l'odio crescente che ho provato verso il protagonista mi ha condizionato forse anche dopo...ma il resto del romanzo l'ho trovato "piatto", un pò noioso, senza molte emozioni (per me parametro fondamentale nella valutazione di una lettura). Sarò controcorrente, ma ho preferito "E l'eco rispose". Sicuramente fa riflettere per il tema trattato, ma non posso non dire che a mio parere è un pò sopravvalutato.

  • User Icon

    fausto

    01/09/2013 11.31.25

    gran bel libro davvero bella anche la versione cinematografica anche se manca di alcuni spunti importanti davvero bello

  • User Icon

    Titty

    08/05/2013 08.38.00

    Meraviglioso ..... lo consiglio, un libro da leggere assolutamente!

  • User Icon

    Alessia cipolli

    05/04/2013 12.14.02

    Questo libro mi è piaciuto molto. All'inizio pensavo che sarebbe stata una storia un po' noiosa, ma andando avanti nella lettura, la storia mi ha coinvolto sempre di più. Mi sono piaciute molto le descrizioni dell'autore, come per esempio quando descriveva la gara con gli aquiloni a Kabul o la descrizione del finale.

  • User Icon

    Sophie

    31/01/2013 09.46.39

    E' un libro che mi resterà sempre nel cuore, uno dei più belli che abbia mai letto, stupendo! Ho ancora i brividi... mi ha fatto piangere più volte.

  • User Icon

    valentina

    30/11/2012 12.05.42

    bellissimo libro!..

  • User Icon

    Lilimarlene

    18/11/2012 04.56.34

    Questo libro non mi è piaciuto e il motivo è che io ho un concetto dell'amicizia e del dramma della pedofilia molto diverso.Trovo che anche un bambino,non può assistere allo stupro del suo migliore amico,senza intervenire almeno verbalmente coi genitori dopo lo stupro. Pentirsi e agire dopo molti anni è troppo comodo. Ecco ,perchè per me il vero protagonista del libro è il bambino di etnia hazara.Personalmente non avrei perdonato un amico che non fosse intervenuto nel caso di una violenza che segna per tutta la vita psicologicamente.Ormai si giustifica tutto.Trovo quindi al romanzo manchi una giustificazione teorico-morale che abbia un vero spessore.

  • User Icon

    annalisa

    23/10/2012 13.48.51

    un libro da leggere assolutamente. Dello stesso autore ho apprezzato ancor di più mille spendidi soli. Consigliatissimo

  • User Icon

    Tizianilla

    18/10/2012 18.05.37

    Emozionate e molto bello. Il film non è paragonabile (la storia è troppo semplicifata). Come "Mille Splendidi Soli" aiuta a comprendere una cultura diversa dalla nostra. In entrambi un raggio di speranza finale nonostante le drammatiche storie. Consigliato.

  • User Icon

    STELLASOLITARIA

    19/09/2012 08.29.21

    Me l'ha prestato un amico che non è riuscito a leggerlo fino in fondo. Devo dire che nonostante la mia ipersensibilità mi ha coinvolto e per niente stancato. Anche il film mi è piaciuto decisamente.

  • User Icon

    Chiara

    13/09/2012 18.31.50

    Ho comprato questo libro più di un anno fa ma l'ho snobbato fino a questa estate credendolo, non so perchè, da tutti troppo sopravvalutato. Beh... ero decisamente in errore! una scrittura meravigliosa per una storia che mi ha lasciata con una pena nel cuore incredibile! Ho pianto e gioito con i protagonisti... assolutamente da non perdere! cosi con il "seguito" mille splendidi soli! Andrebbero fatti leggere nelle scuole!

  • User Icon

    anna

    31/08/2012 11.19.36

    senza esitazioni ho dato 5 a questo libro perche è fantastico!!! ho pianto tantissimo!!! Hosseini è riuscito a fare un capolavoro da leggere e rileggere!!!

  • User Icon

    francesca

    07/08/2012 12.02.20

    apparte le primissime pagine,ho sofferto per tutto il libro.bellisssimo,ti entra dentro.

  • User Icon

    Dolores

    18/03/2012 10.23.16

    Una sola parola: Stupendo. Un libro che mi é rimasto nel cuore. Un libro che mi ha catturata immediatamente a partire dall'incipit.

  • User Icon

    marco d'aviano

    26/01/2012 21.30.12

    Il libro è diviso in 3 parti. La prima, a Kabul, è bella e interessante; la seconda, in America, è più fiacca e mediamente interessante; la terza, di nuovo in Afganistan, è una sequela dei peggiori mezzucci dell'intrattenimento romanzesco.

Vedi tutte le 815 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione