Il calcolatore universale. Da Leibniz a Turing

Martin Davis

Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 10 ottobre 2012
Pagine: 328 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845927416

30° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Argomenti d'interesse generale - Storia delle scienze

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Tra i fili di Arianna che si possono seguire per interpretare lo sviluppo del moderno, Martin Davis seleziona quell'entità al tempo stesso astrusa e comunissima che è il calcolo o computazione. Astrusa perché la teoria della calcolabilità - in bilico tra matematica, ingegneria elettronica e filosofia non è certo un soggetto facile. Comunissima perché chiunque usi un PC ha tra le mani, spesso senza saperlo, un "calcolatore universale" - l'epitome stessa della nozione di computazione. Per ricostruire la genesi di questa idea Davis prende le mosse da Leibniz e compone, con affetto e rispetto, una galleria di personaggi-chiave che comprende Boole, Frege, Cantor, Hilbert, Gõdel e culmina in Turing: alla sua macchina universale riconosce infatti, pur pagando il dovuto tributo a Gõdel, un ruolo centrale nei fenomeni di insolubilità. Grazie a Turing il "sogno di Leibniz" - l'invenzione di un calcolo simbolico con cui risolvere in maniera automatica ogni genere di problemi - si materializza in calcolatori non più in carne e ossa, ma in rame e silicio. Resta tuttavia, quel sogno, solo in parte realizzato: se molti degli aspetti della mente razionale sono oggi riproducibili informaticamente, quelli che più caratterizzano l'essere umano - senso comune, emozioni, coscienza - resistono ancora alla realizzazione della visione di Leibniz.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rosario Luigi

    05/02/2016 09:26:57

    Ottimo esempio di come dovrebbe essere scritto un testo di divulgazione scientifica. Le idee sono esposte con chiarezza tale da poter essere comprese dai non addetti ai lavori, senza tuttavia ricorrere a semplificazioni che ne inficino la correttezza. Le note storico-biografiche arricchiscono il valore culturale del testo e costituiscono un filo narrativo avvincente. Consigliato a chiunque sia interessato ai fondamenti teorici dell'informatica e alla gestazione delle idee, legate principalmente alla logica e alla matematica, che ne hanno sancito la caratterizzazione come disciplina scientifica, nonché a tutti coloro che amano la bella divulgazione.

Scrivi una recensione