La camera azzurra

Georges Simenon

Traduttore: M. Di Leo
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Edizione: 1
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 153 p., Brossura
  • EAN: 9788845922480

36° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Gialli - Gialli classici

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
"Sei così bello" gli aveva detto un giorno Andrée "che mi piacerebbe fare l'amore con te davanti a tutti...". Quella volta Tony aveva avuto un sorriso da maschio soddisfatto: perché era ancora soltanto un gioco, perché mai nessuna donna gli aveva dato più piacere di lei. Solo quando il marito di Andrée era morto in circostanze non del tutto chiare, e Tony aveva ricevuto da lei il primo di quei brevi, sinistri biglietti anonimi, solo allora aveva capito, e aveva cominciato ad avere paura. Ancora una volta, nel suo stile asciutto e rapido Simenon racconta la storia di una passione divorante e assoluta, che non indietreggia nemmeno di fronte al crimine. Anzi, lo ripete.

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 11,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Chiara

    17/10/2018 10:55:37

    Un romanzo che arriva come uno schiaffo in faccia. Amato.

  • User Icon

    Nina

    23/09/2018 16:58:34

    Georges Simenon è uno scrittore bravissimo. La psicologia dei personaggi e lo svolgimento della storia sono perfetti.

  • User Icon

    Francesco

    23/09/2018 13:02:39

    Due amanti si incontrano nella camera azzurra di un albergo nella provincia francese: la loro passione scatenerà vicende drammatiche. Diversi piani temporali e flashback si intrecceranno magistralmente in quello che è a tutti gli effetti il capolavoro di Simenon. Appassionante la vicenda, degno di nota lo spessore psicologico dei personaggi.

  • User Icon

    Luana

    23/09/2018 11:58:46

    In un piccolo paesino della provincia francese, la passione travolgente consumata tra due amanti nella camera azzurra di un albergo li porterà alla tragedia. Una scrittura magistrale sovrappone con un perfetto incastro diversi piani temporali, mescola flashback, descrizioni, dialoghi, parole dette e non dette. Dicono sia una delle opere migliori di Simenon, non posso esprimermi in quanto è la prima lettura che affronto di questo autore, ma la sensazione è decisamente quella di aver letto un capolavoro. Adatto anche a chi non ama particolarmente i gialli, per lo spessore psicologico dato ai personaggi, la vicenda avvincente e lo stile scorrevole.

  • User Icon

    Silvia

    22/09/2018 17:29:24

    Se cercate un libro che vi tenga incollati alle pagine, che vi faccia fare le ore piccole pur di finirlo, che vi confonda inizialmente, facendovi rimuginare sui fatti, sulle ipotesi, sulle deduzioni, per poi sorprendervi e lasciarvi senza parole . Se volete un giallo che non è un giallo, nel quale non si sa cosa sia accaduto e che tipo di colpevole si stia cercando. Se volete misurarvi con la bravura di un autore straordinario, allora La camera azzurra fa per voi.

  • User Icon

    Vincenzo

    20/09/2018 13:20:51

    La trama non è indimenticabile ma è Simenon a renderla tale con i suoi flashback, le precise introspezioni dei personaggi ed una narrazione fluida tramite interrogatori. Questo libro non è semplicemente un giallo ma è qualcosa di più, ha uno stile asciutto senza troppi fronzoli. Per una coppia adultera cosa può significare una potente passione? Sesso per uno ed amore per l'altro, capita spesso. Questa differenza di percezione può costare molto cara e non siamo sempre consapevoli del prezzo da pagare. Una storia spietata, soprattutto nei confronti di Tony. L'attrazione che unisce due persone può divorare il corpo, la mente o entrambe le cose... ma se questo incastro non è perfetto, rischia di trasformare l'incantesimo.

  • User Icon

    Elena

    19/09/2018 21:55:28

    Sicuramente tra i romanzi di Simenon più belli e struggenti nonostante sia scontato l'evolversi della trama.Ciò che lo rende straordinario è proprio la banalità della storia resa straordinaria dalla potenza e dalla complessità dei personaggi.

  • User Icon

    Edoardo

    19/09/2018 16:15:14

    Chi disprezza Simenon dovrebbe leggere questo libro per ricredersi. Così si esprimono alcuni critici letterari riguardo questo libro. Storia affascinante di due amanti che si trovano legati nello stesso destino anche in situazioni meno piacevoli rispetto alla "camera azzurra" nella quale loro erano abituati a trascorrere del tempo. Non può non essere letto!

  • User Icon

    Ilaria

    19/09/2018 12:47:51

    "La camera azzurra" è un romanzo ambientato in un commissariato prima e in un'aula di tribunale dopo. La presenza di un giudice, di un avvocato, di un interrogatorio, di un caso da risolvere, lo farebbero rientrare nel genere poliziesco, al quale però, in fondo, somiglia ben poco. Chi lo ha letto, infatti, sa che la vera ambientazione non è il commissariato, né l'aula di tribunale, né tanto meno la cittadina di Saint-Justin in cui si dipana la vicenda: la vera ambientazione è la mente di Antonio, il protagonista. Anche se il romanzo è in terza persona, il lettore vive le cose secondo il punto di vista di Tony, tanto da vestire i suoi stessi panni - i suoi errori, le sue paure, la sua innocenza - fino alla fine.

  • User Icon

    draganina

    19/09/2018 11:26:35

    Non lo ritengo il capolavoro di Simenon. Ma è un ottimo libro. Bellissima la psicologia dei personaggi e le descrizioni.

  • User Icon

    misterioso e travolgente

    19/09/2018 11:23:50

    Tutto ha inizio nella camera azzurra, il piacere, l’orgoglio e la passione sfrenata, Tony ha quasi la sensazione di essere invincibile lì dentro. Ma in seguito ricorderà ossessivamente tutte quelle frasi apparentemente innocenti e frutto del desiderio, le ricorderà e gli attribuirà un significato completamente diverso. La capacità di Simenon di giocare coi nostri pensieri e le nostre deduzioni rende questo piccolo libro una sorta di droga per ogni lettore. Fino a metà storia infatti il lettore brancola totalmente nel buio, non si riesce ad intuire molto, ma pian piano tutti i nodi vengono al pettine e nel finale si raggiunge l’apice. Consigliato come cura soprattutto a chi sta attraversando il blocco del lettore, sono certa che curerà qualsiasi male.

  • User Icon

    Francesca B.

    18/09/2018 14:06:44

    Il primo Simenon che ho letto, lo ammetto con vergogna, ma sarà sicuramente il primo di una serie. Ho preferito iniziare da un romanzo autoconclusivo e non da uno del ciclo di Maigret per poter gustare appieno la prosa di un autore che ho scoperto piacermi moltissimo. La genialità di Simenon sta tutta nel non aver bisogno di ricorrere a opelli letterari o metafore o artifici retorici per esprimersi; la sua scrittura è così limpida, pulita ed elegante da non aver bisogno di accessori per reggersi in maniera egregia. La storia non è in sè originale: si narra di passione, quella travolgente, carnale, che chiude i corpi in una morsa e non lascia spazio per i pensieri. E proprio i pensieri divengono centrali in questo breve ma intenso romanzo, poichè il protagonista è costretto, nello spazio angusto e disturbato dei suoi ricordi, a scavare sempre più a fondo per scoprire dove la passione ha superato il confine della sanità e si è fatta folia. Poche pagine, capitoli brevi come un morso veloce a un frutto acerbo, parole che scorrono affilate come lama di un coltello e, col protagonista, anche il lettore si interroga, perplesso: su quello che è realmente accaduto, su quello di cui lui stesso potrebbe o meno essere capace. Alla fine, non resterà una sola risposta.

  • User Icon

    Alessia

    17/06/2018 14:39:18

    Personalmente non lo ritengo il capolavoro di Simenon. La storia della passione che distrugge le vite dei due amanti e delle loro famiglie è un classico.

  • User Icon

    Roberto de Rubertis

    07/06/2018 14:58:54

    Bel libro in cui non è il nome dell'assassino che si conosce alla fine,bensì quello della vittima

  • User Icon

    Niccolo'

    06/06/2018 20:13:55

    (Insopportabile per quanto e' bello....)cit

  • User Icon

    n.d.

    16/02/2018 09:23:57

    Libro meraviglioso. Ne vale la pena! Uno dei migliori libri degli ultimi tempi

  • User Icon

    STELLASOLITARIA

    09/01/2018 10:14:42

    È in assoluto il libro di Simenon che mi è piaciuto di più. Il racconto ben fatto di una passione dirompente.

  • User Icon

    Raffaele

    16/11/2017 21:16:07

    Tra i migliori Simenon che abbia letto, la brevità viene compensata dalla (solita) grande maestria nel creare le atmosfere giuste in ogni momento del racconto. Ottima la conclusione, con la verità che si rivela pian piano lasciando rassegnazione ed amarezza.

  • User Icon

    Giovanni

    26/04/2017 18:28:08

    Cinque stelle per uno dei romanzi più belli di Simenon. Alla fine ti accorgi di aver letto un giallo, un capolavoro. Viaggio nella psiche di un amante che comprende troppo tardi di aver sbagliato tutto.

  • User Icon

    furetto60

    12/09/2016 15:31:02

    Un affresco della provincia francese, per molti versi squallida (ma potrebbe benissimo adattarsi a qualsiasi altra provincia), maschilista e opprimente, annoiata e pettegola. Scivola tutto bene in questo romanzo/racconto lungo, perdendo qualcosa al finale quando, come spesso accade in Simenon, si passa dal magistrale tratteggio dei personaggi al tema più "brutale" e tecnico degli aspetti legali e investigativi. Ma è poca cosa.

Vedi tutte le 78 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione