Traduttore: M. Caramella
Editore: Mondadori
Edizione: 1
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 giugno 2018
Pagine: 280 p.
  • EAN: 9788804701002
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Beatrice

    10/09/2015 23:47:50

    Senza dubbio uno dei miei libri preferiti, non ci sono scuse. Un libro pieno, vivo, vero. Ha tutto: Amore, Musica, Sincerità, Ricerca, Sentimenti che prevalgono sull'ipocrisia. Stile scorrevole, nonostante sia del Novecento. Una classica storia d'amore che si sviluppa fra Itali e Inghilterra, forse un po' banale, ma comunque un capolavoro.

  • User Icon

    patrizia b.

    30/08/2015 15:12:03

    L'ho letto tutto perché mi interessava soprattutto dal punto di vista letterario dell'epoca, ma mi sono stufata parecchio, soprattutto nella prima parte. Le elucubrazioni sull'amore del signor Emerson sono difficili da seguire, il povero George sembra una macchietta, la ragazza è un concentrato di masturbazioni mentali. Ricordo che quando il libro è stato scritto Oscar Wilde era già celebre e Arrigo Boito, nel libretto del Falstaff, aveva già scritto "bocca baciata non perde ventura". Altro che "romanzo di formazione", romanzo di disinformazione!

  • User Icon

    Paola m.

    05/04/2015 09:52:03

    Decisamente piatto nel primo capitolo ma si riprende con l arrivo di cecil e diventa piacevole. Sono contenta di non averlo lasciato a metà.

  • User Icon

    maurizio

    16/10/2014 19:18:08

    Prova a toccare tematiche importanti, ma ne viene fuori un romanzo terribilmente noioso, con una trama prevedibilissima e priva di qualsiasi colpo di scena che possa farti anche solo minimamente appassionare alla storia. Non riesco a capire per quale motivo la sua fama è rimasta intatta dal 1908 a oggi. Vivamente sconsigliato.

  • User Icon

    Antonio Schimera

    06/03/2014 00:29:27

    Piatto, inconcludente e fastidioso. Tutto ruota attorno alla vita monotona di una giovane inglese, Lucy, che durante un soggiorno a Firenze conosce George che la bacia dando così inizio ad un onanismo mentale indigeribile. La trama è blanda, la forza dello stile inglese assente. E' un romanzo che ha un anima cieca, appassita... sembra un'opera d'inizio ottocento ma è stato scritto nel 1908. Frigidità inglese che neanche la trasposizione cinematografica ha saputo rinfrescare.

  • User Icon

    Yuki 85

    04/01/2011 18:20:02

    Ho trovato la trama di Camera con Vista abbastanza piatta nonostante i vari cambi di ambientazione tra Italia, Inghilterra ecc... Non lo consiglio, non è niente di speciale; piuttosto leggete Mansfield Park.

  • User Icon

    Anna

    26/07/2010 12:38:31

    Splendido esempio di prosa inglese, riuscitissimo sotto tutti gli aspetti: storia, svluppo narrativo, ambientazione, caratterizzazione dei personaggi, epilogo. Irrinunciabile.

  • User Icon

    Geffina

    15/01/2009 22:12:59

    Romanzo di formazione, dove Forster fa una attenta analisi del comportamento e dei sentimenti in una Inghilterra ancora legata alle convenzioni e ai pregiudizi. Siamo agli inizi del ventesimo secolo; Lucy, assolutamente inglese, durante un viaggio a Firenze, apre il suo cuore ancora acerbo a sentimenti nuovi che, inevitabilmente la disorientano. Spaventata dallo stato emotivo che la investe e che esula dalla sua educazione e dal suo perbenismo, affronta l’inaspettata emotività con titubanza ma anche con caparbietà. Non è facile per Lucy capire i propri sentimenti e dare libero sfogo alle sensazioni da lei provate, perchè circondata da pregiudizi e da persone che influenzano negativamente le sue decisioni. Con acutezza e precisione Forster descrive la vita dei personaggi in un stile semplice ma determinato, dandoci un quadro molto chiaro della borghesia inglese e delle convenzioni sociali che condizionano i rapporti umani e di conseguenza i sentimenti. Tutti i personaggi principali hanno un ruolo importante nella narrazione, ma soprattutto Mr Emerson e Charlotte, presenze essenziali per la crescita emotiva di Lucy e di conseguenza per l’inizio dell’emancipazione della donna.

  • User Icon

    Gemma

    18/03/2007 10:21:41

    il libro è gradevole, così come lo è il film diretto da Ivory. Ricostruisce la storia del tormentato amore ricambiato tra Lucy e George Emerson; la ragazza addirittura rompe il fidanzamento con Cecilio, suo promesso sposo. una storia dove dominano gli istinti della passione piuttosto che la razionalità umana di fronte ad un amore così imprevedibile, inebriante e dal fascino magnetico.

  • User Icon

    EZIO

    10/04/2006 20:04:23

    UN LIBRO SICURAMENTE DA LEGGERE...MOLTO BELLO!

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione