La campana ha suonato

Silver Lode

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Silver Lode
Regia: Allan Dwan
Paese: Stati Uniti
Anno: 1954
Supporto: DVD
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 12,99 €)

Quattro stranieri arrivano in una cittadina e con la calunnia sollevano la popolazione contro uno dei cittadini, la cui innocenza è chiarita solo alla fine.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: 30 Holding, 2013
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 80 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • John Payne Cover

    "Attore statunitense. Figlio di una soprano, comincia come cantante a Broadway. La sua prima parte nel cinema è in Infedeltà (1936) di W. Wyler, ma il corpo atletico (spesso poco vestito) e le doti canore ne fanno la star maschile dei musical della 20th Century Fox con A. Faye e di B. Grable (Una notte a Broadway, 1940, di W. Lang; Addio Broadway!, 1941, di A. Mayo). Diminuito negli anni il sex appeal dei suoi muscoli e licenziato nel 1947 dalla Fox, interpreta due western di A. Dwan: l'ottimo La campana ha suonato (1954), in cui è un onest'uomo che, ingiustamente accusato, lotta per salvarsi la vita tra l'ostilità e l'ipocrisia dei concittadini, e La jungla dei temerari (1955), in cui simula una fuga con la promessa sposa – in realtà una spregiudicata avventuriera – del suo amico R. Reagan,... Approfondisci
  • Lizabeth Scott Cover

    "Nome d'arte di Emma Matzo, attrice statunitense. Ex modella, chioma biondo platino e voce roca, condotta all'esordio (1945) dal produttore H. Wallis, esaurisce in poco più di un decennio la propria carriera, interpretando l'intera gamma di ruoli femminili tipici del noir. Comprimaria in Lo strano amore di Marta Ivers (1946) di L. Milestone, è prima una dark lady di perfida seduzione (Solo chi cade può risorgere, 1947, di J. Cromwell) poi una giovane ribelle ingenuamente legata a un gangster (Furia nel deserto, 1947, di L. Allen). Amante pericolosa (Tragedia a Santa Monica, 1948, di A. De Toth) o innocua fidanzata sinistramente trasformata dall'avidità (È tardi per piangere, 1949, di B. Haskin), continua a percorrere i bassifondi del crimine (La città nera, 1950, di W. Dieterle; La gang, 1951... Approfondisci
  • Dan Duryea Cover

    "Attore statunitense. Esordisce nel cinema sostenendo un ruolo decisivo in Piccole volpi (1941) di W. Wyler; si specializza poi in parti di delinquente crudele e nevrotico, dominato da istinti sadici. Si ricordano le sue apparizioni in La donna del ritratto (1944) e La strada scarlatta (1945) entrambi di F. Lang, Winchester 73 (1950) di A. Mann, La campana ha suonato (1954) di A. Dwan." Approfondisci
Note legali