Categorie
Traduttore: B. Oddera
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2009
Pagine: IX-477 p., Brossura
  • EAN: 9788806187125
Usato su Libraccio.it - € 11,34

€ 17,85

€ 21,00

Risparmi € 3,15 (15%)

Venduto e spedito da IBS

18 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Massimo F.

    27/08/2012 11.03.24

    Interessante, questo "docufiction". Certo le alcune similitudini con "A sangue freddo" di Capote impongono un confronto che ridimensiona decisamente la portata del lavoro di Wambaugh. In molte parti la tensione narrativa cala vistosamente e qualche slalom di troppo tra le varie storie che si intrecciano non rende la lettura del tutto lineare.

  • User Icon

    taty

    29/08/2011 11.19.04

    bel libro che fa riflettere su quella che dovrebbe essere la giustizia!!!!!!! coinvolgente soprattutto la prima parte...

  • User Icon

    Dottorgonzo

    18/03/2011 12.24.49

    La prima parte, la più spettacolare, narra le gesta criminali dei due balordi fino al tragico fatto di sangue. La seconda è dedicata alla ricostruzione della complicata vicenda processuale, dove grazie alle falle del sistema giudiziario la verità dei fatti appare stravolta e perfino rovesciata. Il risultato è la narrazione di una tragedia moderna, dove vittime e carnefici sono messi sullo stesso piano, senza possibilità di catarsi e redenzione. Un libro terribilmente crudo e terribilmente vero.

  • User Icon

    Lomax

    07/10/2009 12.53.12

    Bellissima esperienza narrativa. La prima parte è necessaria per comprendere i sentimenti che, fino alla fine, animeranno i protagonisti di questa storia e per creare con loro un rapporto empatico. Cosicché il lettore possa vivere con angoscia l'interminabile, claustrofobico viaggio verso il campo di cipolle e l'enorme sacrificio emotivo che quella notte pretenderà da chi è sopravvissuto. La seconda parte è invece una finestra molto istruttiva sul mondo giudiziario dell'epoca, le cui anomalie processuali potevano consentire anche a due criminali di tal fatta di "farla franca". L'unica nota (davvero) dolente del libro è che, riferendosi a fatti svolti 40 anni fa, avrebbe meritato una postfazione di aggiornamento, tanto più che gli eventi accaduti successivamente hanno mutato radicalmente lo scenario. Anche grazie al libro, infatti, il caso è stato riesaminato e ha portato alla revoca dell'ordine di scarcerazione di Gregory Powell. Le sue successive istanze per ottenere la libertà sulla parola sono state tutte respinte e oggi Powell è ancora in prigione: non si è mai pentito del gesto commesso. Smith è stato invece rilasciato ma successivamente è stato incarcerato numerose volte per reati legati alla droga fino al 2007, anno in cui è morto per overdose. Hettinger ha continuato la sua discesa all'inferno fino alla totale degenerazione fisica ed emotiva che, a 52 anni, lo ha portato ad un prematuro decesso.

  • User Icon

    Simone

    03/06/2009 13.45.11

    A tratti ricorda una nota serie di telefilm che affianca le indagini poliziesche ai processi in tribunale. La prima meta' e' vagamente noiosa e ripetitiva, con queste descrizioni che fanno molto Starsky & Hutch. Quando Wambaugh descrive i processi, la lettura si fa piu' coinvolgente. Arrivato alla fine, non ho potuto evitare di sorridere: nel libro si giudica quasi disumano che un processo per omicidio duri sei anni. In Italia e' la durata minima del solo primo grado...

  • User Icon

    Standbyme

    21/05/2009 10.10.49

    Una buona prosa, il profilo psicologico dei personaggi delineato con sapienza, un’esposizione degli avvenimenti veramente accaduti attinente alla verità, narrazione dura alternata a momenti dolci e sensibili. Nonostante ciò non è riuscito a coinvolgermi: non ha avuto in me l’impatto che ebbi con “A sangue freddo” a cui, con molta magnanimità, è stato paragonato. Forse è colpa mia, ma questa è la sensazione che ho avuto. Paradossalmente mi ha molto più coinvolto la breve premessa, cinque pagine scarse, scritta da James Ellroy che l’intero romanzo.

  • User Icon

    Satanik

    29/03/2009 14.43.14

    E' semplicemente fantastico, la Einaudi stà ristampando i libri di Joseph Wambaugh dopo quasi trenta anni sono finalmente disponibili di nuovo per le nuove generazioni, le sue storie di poliziotti o ex tali sono fantastiche, reali e vibranti spesso sono un vero pugno nello stomaco. da leggere...

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione