Canale Mussolini. Parte seconda - Antonio Pennacchi - copertina

Canale Mussolini. Parte seconda

Antonio Pennacchi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Illustratore: Massimo Rosolini
Editore: Mondadori
Collana: Oscar 451
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 aprile 2018
Pagine: 434 p.
  • EAN: 9788804689881
Salvato in 34 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Canale Mussolini. Parte seconda

Antonio Pennacchi

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Canale Mussolini. Parte seconda

Antonio Pennacchi

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Canale Mussolini. Parte seconda

Antonio Pennacchi

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 13,30 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il 25 maggio del 1944 finisce la guerra a Littoria, la futura Latina, e il Canale Mussolini, dopo essere stato per mesi la dura linea del fronte di Anzio e Nettuno, torna a essere quello che era, il perno della bonifica pontina. Inizia la ricostruzione mentre al Nord la guerra continua e coinvolge i Peruzzi su tutti i fronti, repubblichini o partigiani. Con il suo funambolico impasto linguistico, col suo sguardo irriverente e provocatorio sempre addolcito da un'umanissima pietas, Antonio Pennacchi torna a narrare le gesta dei Peruzzi, famiglia di pionieri bonificatori, grandi lavoratori, eroici spiantati, meravigliosi gaglioffi e donne generose. Canale Mussolini – Parte seconda è un grandioso romanzo corale e polifonico, un'opera letteraria di smagliante bellezza che, alternando i toni dell'epica a quelli dell'elegia, ci dà lucidamente conto di ciò che siamo, in forza di ciò che nel bene e nel male siamo stati.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,93
di 5
Totale 26
5
6
4
7
3
2
2
3
1
8
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Vally

    27/09/2020 10:59:52

    Ho ricevuto questo libro in regalo da parte di una persona che, evidentemente, ignorava che non ho letto il primo, e lì per lì ho temuto di non poterlo seguire. Nient'affatto! Le vicende della famiglia di seguono alla perfezione (e si capisce che adesso comprerò il primo, perché mi sono innamorata dello stile e degli argomenti di Tabucchi), ci si diverte, si riflette, si impara (tanti i particolari che ignoravo della Seconda guerra mondiale). Se Tabucchi ha tutto questo gran successo, secondo me è che, semplicemente, se lo merita. Per di più Tabucchi scrive in modo personale, originale, infischiandosene della trama e dell'architettura, delle scuole di scrittura creativa e delle presupposte regole che, a chi ha talento da vendere, come lui, non servono affatto.

  • User Icon

    Melina

    15/05/2020 15:54:56

    Purtroppo non eguaglia la bellezza del primo. Un po' troppi elenchi di fatti e persone, forse onorabile volontà di ricordare chi non c'è più, ma appesantiscono la narrazione. Interessante la prima parte, meno la seconda. Si spera nel terzo tomo annunciato tempo fa.

  • User Icon

    giuli

    13/05/2020 14:29:25

    È un libro che fa riflettere, che ripercorre gli accadimenti del passato passo passo e ce li racconta in maniera impopolare, dalla parte dei fascisti che difesero con le unghie e con i denti quello che gli fu stato donato, perché in fin dei conti "ognuno ha le sue ragioni" e dell'ideologia non importa niente a nessuno, le leggi razziali e le persecuzioni arrivate in Italia da un momento all'altro per via dell'alleato germanico furono accolte più o meno con indifferenza dal popolo italiano affamato, la guerra creò addirittura entusiasmo e sogni di gloria, cosa ne potevano sapere che sarebbero morti a migliaia lontano dai propri cari, torturati e gettati nelle fosse comuni, che ne poteva sapere la povera gente che le bombe avrebbero distrutto il nostro patrimonio artistico e cosa ne potevo sapere io che dopo la lettura di questo capolavoro di romanzo avrei arricchito la mia conoscenza della storia attraverso una visione nuov

  • User Icon

    leogaro

    14/04/2020 19:54:57

    Nella seconda parte del libro, l’ironia la fa da padrone e più volte mi sono sorpreso a ridere su qualche pagina particolarmente ispirata. Il linguaggio è arricchito da comprensibili espressioni in dialetto veneto-ferrarese, che aggiungono ulteriore umorismo alla scena narrata. Oltretutto, Pennacchi ci offre anche un modo diverso di ripassare la storia, in un libro fatto con notevoli sforzi per ricostruire fedelmente alcune vicende storiche ed i relativi particolari.

  • User Icon

    Debora

    21/02/2019 21:57:45

    La scoperta di un'italia di famiglie e storie e fatiche...

  • User Icon

    dido82

    12/08/2018 12:31:02

    Molto coinvolgente la trama del libro. Tuttavia la parte in cui avviene una dettagliata ricostruzione storica dei principali fatti d'arme della resistenza l'ho trovata noiosa e avulsa nel contesto del romanzo. A parte questo neo la lettura è risultata essere un piacere

  • User Icon

    Giugy

    16/03/2017 08:56:34

    Decisamente delusa. Ho amato e apprezzato il primo libro, dove attraverso la storia della famiglia Peruzzi, si intrecciano narrazioni storiche che raccontano uno spaccato di vita importante del nostro Paese. Concordo con coloro che lo definiscono come una narrazione confusa e senza filo logico, che ne rende difficile sia la comprensione che la lettura. Lo trovo in generale noioso, mal costruito e decisamente non all'altezza delle aspettative. Forse più opera nata a fini commerciali che letterali.

  • User Icon

    ezio

    28/08/2016 12:47:15

    lo stile narrativo riflette quello ammirato nella Parte Prima: scorrevole, accativante, mai banale. I contenuti invece non ne sono all'altezza. La lunghissima parte dedicata alla guerra di liberazione viene raccontata troppo dettagliatamente rivelandosi un corpo estraneo al romanzo stesso. L'epopea dei Peruzzi passa cosi in secondo piano, e quell'intreccio magistralmente riuscito nel precendente volume, che riuniva in un'unica voce le vicende storiche e quelle romanzate, perde vigore rendendo meno accattivante l'opera del bravo Pennacchi.

  • User Icon

    Giorgio

    17/07/2016 18:08:55

    Un vero capolavoro!

  • User Icon

    nanni

    29/06/2016 16:37:30

    Il libro parte seconda è meno appassionante del parte prima che l'aveva preceduto. I capitoli del libro dedicati alla guerra però sono interessanti e a me il libro ha trasmesso effettivamente spunti di riflessione, anche se a volte il libro è ripetitivo e noioso. Meno interessante si mostra il racconto della ricostruzione e, quindi, del dopoguerra; qui la narrazione è più censurabile perché frutto di una lettura che sconta i giudizi politici dell'autore.

  • User Icon

    Rory

    31/05/2016 10:14:08

    Troppe digressioni storiche, troppo di tutto. Lettura, alla fine, piuttosto farraginosa.

  • User Icon

    GIAMBA

    25/05/2016 17:33:07

    Assolutamente deludente. Una accozzaglia di storie spesso sconnesse tra loro dove si perde continuamente il filo del racconto principale. al di sotto delle aspettative.

  • User Icon

    Gianfranco

    16/05/2016 20:47:40

    È un degno sequel della prima parte. Ci sono molti riferimenti storici che aiutano a comprendere le vicende italiane nel periodo compreso tra la caduta del fascismo e la definitiva liberazione dell'Italia . In conclusione ho trovato il libro scorrevole e la lettura piuttosto piacevole.

  • User Icon

    Simone F

    08/05/2016 15:09:40

    Ritengo i giudizi negativi troppo severi. E' un buon libro, anche se non ha di certo la magia del primo volume. Pennacchi torna a fare Pennacchi, parlando di un momento cruciale della storia d'Italia. Manca una vera e propria trama in effetti e risulta un po' prolisso nelle parti sulla storia di Latina (tra l'altro ne parla in ogni suo libro dicendo più o meno sempre le stesse cose) e della Resistenza. A me è piaciuto.

  • User Icon

    Maurizio Lo Re

    04/04/2016 10:35:46

    Questo libro ha ben poco a che vedere con Canale Mussolini parte prima e difficilmente si può qualificare come un romanzo. E' un'opera di divulgazione storica (storia d'Italia, più che storia di Latina). Sicuramente è l'opera di un gruppo di lavoro, più che dell'autore. L'editore Mondadori ha principale responsabilità di questo pessimo prodotto, che ha costruito a tavolino. L'autore ha la colpa di aver dato il suo nome e di aver accettato, per vanità e per denaro, il lancio di questo prodotto di consumo della peggior industria editoriale.

  • User Icon

    Andrea

    07/03/2016 14:35:53

    Pennacchi ha ritrovato la bravura del rimanzo che l'ha reso famoso. Il seguito è ben scritto, appassionante e instruttivo. Non vedo l'ora di leggere la parte conclusiva.

  • User Icon

    Livia

    27/02/2016 17:33:43

    Bellissimo romanzo, con accurata ricostruzione storica. Forse migliore della prima parte

  • User Icon

    Marco

    27/02/2016 09:08:18

    Un autentico capolavoro

  • User Icon

    ghosta

    16/02/2016 17:56:45

    Canale Mussolini un capolavoro di narrazione, questo libro è un disastroso tentativo di imitare il precedente , slegato , confusionario e senza un filo logico. Il lettore si trova in una situazione di impotenza nel tentare di leggere le pagine successive , fermato alla pag. 67

  • User Icon

    Gabriella

    10/02/2016 15:04:21

    Questo libro ha proprio deluso le mie aspettative, non riesco ad andare avanti nella lettura. Lo sfondo storico potrebbe essereinteressante come nel primo libro, i personaggi pure ma mi sembra che ci sia una grande confusione. Sarebbe simpatica anche la musicalità del dialetto veneto ma è tutto troppo.

Vedi tutte le 26 recensioni cliente
  • Antonio Pennacchi Cover

    Operaio in fabbrica a turni di notte fino a cinquant'anni, ha pubblicato tre romanzi con Donzelli: Mammut (1994), Palude (1995) e Una nuvola rossa (1998). Per Mondadori ha pubblicato Il fasciocomunista (2003, premio Napoli) da cui è stato tratto il film Mio fratello è figlio unico e Shaw 150. Storie di fabbrica e dintorni (2006). È autore anche di Fascio e martello. Viaggio per le città del Duce (Laterza 2008). Nel 2010 ha vinto il Premio Strega con il romanzo Canale Mussolini edito da Mondadori, che nel 2011 ha ripubblicato anche il suo romanzo d'esordio, Mammut. Sempre per Mondadori esce nel 2015 Canale Mussolini. Parte seconda.Collabora a «Limes»; suoi scritti sono apparsi su «Nuovi Argomenti», «Micromega» e... Approfondisci
Note legali