I cani di via Lincoln - Antonio Pagliaro - copertina

I cani di via Lincoln

Antonio Pagliaro

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Laurana Editore
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 novembre 2010
Pagine: 275 p., Brossura
  • EAN: 9788896999066
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 14,02

€ 16,50
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

I cani di via Lincoln

Antonio Pagliaro

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


I cani di via Lincoln

Antonio Pagliaro

€ 16,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

I cani di via Lincoln

Antonio Pagliaro

€ 16,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 16,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Palermo, notte di maggio. All'interno del ristorante Grande Pechino due carabinieri scoprono un massacro: otto persone ammazzate a colpi di kalashnikov e una donna in fin di vita. Sei dei morti sono cinesi. Uno è un giornalista italiano. L'ultimo ha viso e mani spappolati e nessuno sa riconoscerlo. La superstite è in coma. Forse potrà raccontare, ma non ora. Il tenente Cascioferro è sulla scena del crimine e pensa: via Lincoln è zona del boss Trionfante. Se c'è da compiere un omicidio, è Trionfante a doverlo ordinare o permettere. Se qualcuno sgarra in via Lincoln, è Trionfante a doverlo punire. Dunque: o Trionfante è coinvolto nella strage, o reagirà. Ma Palermo è una città in cui tutto è intrecciato. Boss mafiosi, anziani massoni e politici collusi si riuniscono nei palazzi nobiliari del centro: la strage di via Lincoln ha rotto vecchi equilibri e messo in moto un'indagine che rischia di portare alla luce cose che devono rimanere nascoste. La cupola decide per una seconda strage proprio mentre Cascioferro scopre su cosa indagava il giornalista ucciso e capisce che forse è opportuno fermarsi. Ma non sa farlo, e negli scantinati del ristorante Grande Pechino lo attende un'altra macabra scoperta. "I cani di via Lincoln" racconta un'indagine impossibile: quando nessuno è innocente, la giustizia non è quella dei tribunali e il destino degli eroi è uno solo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,25
di 5
Totale 4
5
3
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Vladimiro Spagnolo

    14/11/2013 12:16:17

    Appena aperto il libro ho letto il suo nome e un'onda calda ha invaso il mio cuore. Eccolo lì, in cima alla lista dei personaggi, il tenente Cascioferro è tornato e la voce della giustizia non rimarrà inascoltata. È lui il protagonista di questa nuova indagine. No, forse la vera protagonista è Palermo, calda e sporca come sempre. No, ancora non ci siamo, la vera protagonista è la mafia. Niente di nuovo direte voi, se il romanzo si svolge a Palermo e non parla di mafia, di cosa dovrebbe parlare, di cucina cinese? Sì, forse avete ragione. Ma cominciamo dall'inizio?. Beh in realtà, nel libro, la storia viene raccontata dalla fine e la prima scena è proprio brutta. Tanti morti e alcuni sono troppo giovani per essere già morti. Sono solo dei bambini. Nino Cascioferro non ce la fa più, non la capisce questa vita. Ma questa gente, invece, la conosce bene. Conosce la mentalità della mafia, c'è nato e cresciuto. Capisce il perché di ogni gesto, di ogni omicidio e se non lo capisce adesso, è certo che lo capirà in seguito. Ma quei bambini però. No, questo rospo non riesce proprio a mandarlo giù. Vuole prendere quegli assassini con le sue mani e farli a pezzi. I suoi uomini lo aiuteranno, ne è certo. Ma non lo farà, Nino no, quei pezzi cercherà invece di metterli insieme. Seguendo una scia di sangue e involtini primavera, scoprirà decine di cadaveri, così tanti da non riuscire a dargli un nome, per giungere infine alla solita agghiacciante conclusione. È solo una questione di soldi. Il coinvolgimento nelle vicende arriverà immediato e non vi lascerà scampo, così come non ve lo lasceranno i capidecina di corso dei mille. Ogni colpo di scena sarà inatteso ma mai inverosimile e per qualche istante fermerà il vostro fiato, lì, già fuori dai polmoni ma incapace di arrivare al la bocca (a me è successo a pag.114).

  • User Icon

    Elisa

    03/11/2013 14:48:00

    Pagliaro è un ottimo e talentuoso pittore del genere umano e della società. Quella società di cui leggiamo nella cronaca, di cui sappiamo qualcosa ma mai abbastanza. Dopo averci mostrato gli orrori della criminalità cecena sposarsi con la mafia siciliana nel bellissimo "Il Sangue degli altri", qui Pagliaro fa luce su un'altra società sempre più presente nel nostro quotidiano: quella cinese, ancora una volta gemellata a cosa nostra. Ma quello che Pagliaro ci mostra non è solo un "caso" fatto di indagini e denunce, è anche uno spaccato di malavita che mostra tutti gli orrori disumani di cui le mafie sono capaci, in una lotta fratricida al potere davanti alla quale Caino e Abele ci appaiono come i 3 porcellini. E se la trama avvincente non bastasse, Pagliaro ci incanta con lo stile. Uno stile asciutto, pulito, privo di retorica e demagogia, che ci rende ancora più agghiaccianti gli eventi descritti. Il vero talento di Pagliaro emerge nella descrizione dei tipi umani. I suoi dialoghi nono sono verosimili, sono piuttosto tanto veri da prender vita tra le pagine. I personaggi si fatica a chiamarli tali, tanto sentiamo di che trama sono fatti. Sono persone che conosciamo, alcune dal romanzo precedente, o di cui facciamo la conoscenza alle prime pagine del volume e che sono così ben caratterizzate da rimanerci nella memoria come vecchie conoscenze, con le loro paure, le loro fissazioni, le loro debolezze. Il sorriso che ha accompagnato sornione tutta la lettura grazie alla comica descrizione di quelle piccole idiosincrasie umane in cui tutti ci identifichiamo e all'ironia che Pagliaro sa trovare e mostrare in tutto ciò che racconta, si spegne violentemente alla fine del romanzo, quando nessuno ha più voglia di scherzare davanti a una realtà che supera i peggiori incubi dell'uomo per crudeltà e cinismo. Si chiude il volume con cuore e i polmoni pesanti, pervasi da un senso di sconfitta, consapevoli che "quando nessuno è innocente, fare giustizia non è possibile".

  • User Icon

    Massimo G.

    03/11/2013 14:09:51

    Un grande romanzo noir con una trama molto ben congegnata che mette insieme mafia siciliana, mafia cinese e intrighi con la politica collusa. Si legge d'un fiato, davvero molto avvincente e con un finale amaro e sorprendente.

  • User Icon

    Giuseppe

    20/01/2013 14:56:20

    Davvero niente di speciale, lettura evitabile. Una storia di mafia che è tutta un deja vu, ad alta densità di luoghi comuni, con tanto di Vecchi manovratori, boss volgari e grottescamente comici, politici corrotti, magistrati "forestieri che non capiscono" e bagni di sangue alquanto inverosimili che altrettanto inverosimilmente vengono tranquillamente insabbiati. Non do il minimo perché non è scritto male e perché almeno ci è stata risparmiata la figura dell'investigatore integerrimo e/o in cerca di riscatto e/o colto da un improvviso scatto di orgoglio: qui gli inquirenti sono tutti cialtroni piuttosto lavativi, per niente brillanti, mediamente fascisti e realisticamente menefreghisti. Però in tutta onestà non mi sento di consigliare questo romanzo, che credo dimenticherò molto presto.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali