TheCanterbury tales

TheCanterbury tales

Geoffrey Chaucer

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: StreetLib
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,74 MB
  • EAN: 9788827541333

€ 0,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

With A to Z Classics, discover or rediscover all the classics of literature.

Contains Active Table of Contents (HTML)

One spring day, the Narrator of The Canterbury Tales rents a room at the Tabard Inn before he recommences his journey to Canterbury. That evening, a group of people arrive at the inn, all of whom are also going to Canterbury to receive the blessings of "the holy blissful martyr," St. Thomas à Becket. Calling themselves "pilgrims" because of their destination, they accept the Narrator into their company. The Narrator describes his newfound traveling companions.

The Host at the inn, Harry Bailey, suggests that, to make the trip to Canterbury pass more pleasantly, each member of the party tell two tales on the journey to Canterbury and two more tales on the journey back. The person who tells the best story will be rewarded with a sumptuous dinner paid for by the other members of the party. The Host decides to accompany the pilgrims to Canterbury and serve as the judge of the tales. (non illustrated)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Geoffrey Chaucer Cover

    (Londra 1340/45-1400) poeta inglese.La vita Nato da una famiglia originaria di Ipswich, era, nel 1357, paggio alla corte di Edoardo III. Nel 1359, al seguito del re, prese parte alla spedizione in Francia e fu fatto prigioniero. Al suo ritorno a Londra, pur continuando nel servizio di corte, si dedicò agli studi legali. Verso il 1366 sposò una delle damigelle della regina, di nome Philippa. Nel 1369 era di nuovo in Francia con la spedizione guidata dal figlio di Edoardo, il duca di Lancaster. Spesso impiegato in missioni diplomatiche, grazie alla sua preparazione legale, fu in Italia nel 1372-73 per trattare con i mercanti genovesi, e ottenere dai banchieri fiorentini un prestito per la corona inglese. Nel 1378 era a Milano, questa volta allo scopo di assicurarsi l’alleanza dei Visconti contro... Approfondisci
Note legali