Canti orfici - Dino Campana - copertina
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Canti orfici
14,25 € 15,00 €
;
LIBRO
Dettagli Mostra info
Canti orfici 140 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
15,00 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
15,00 € + 5,90 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Canti orfici - Dino Campana - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Canti orfici Dino Campana
€ 15,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

"È andata così, Dino. Certi animi faticano a metabolizzare l'esistenza e il suo corredo di insensatezza. Troppo spesso la sovrapposizione di simili creature al mondo produce uno stridio incessante. È giunto perciò il momento di deporre le ansie residue e di confonderti nell'indistinto. Solo ai posteri sono ravvisabili le ragioni di una tempra nomade, le sue flautate essenze. Il sogno, lo hai sperimentato, Dino, è una delle molteplici vesti che la disperazione ama esibire, è necessario abiurarlo per fagocitarne le ruvide luminescenze di cui è capace. Ma prima, una manciata d'illusioni addietro, è doveroso raccoglierne la sfida, duellare sull'altrui terreno: la mia vita tanto simile a quella corsa cieca fantastica infrenabile. Ed è ciò che hai fatto: vivere in simbiosi col sogno, con tutto il corteo di liberazione e dramma che ne deriva. Seguirti dappresso, lungo i tuoi sentieri orfici, ha generato e continua a generare un presagio di eternità, tanto vana quanto magnetica e propulsiva". Esce con una edizione limitata e numerata in sole 100 copie in omaggio a Dino Campana.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2014
1 gennaio 2014
144 p., Rilegato
9788899141080

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Francesco
Recensioni: 5/5

Edizione rara, melanconica: s'addice al libro; pagine larghe, maneggiabili, con spazio per appunti. Per non parlare di Campana e dei suoi Canti, un'ebbrezza dolorosa nelle nostre crepe.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Dino Campana

1885, Marradi, Firenze

Poeta italiano. Visse una giovinezza travagliata, che lo portò a interrompere gli studi di chimica pura all’università di Bologna; dopo un ricovero al manicomio di Imola (1906), iniziò una serie di vagabondaggi, in Svizzera e in Francia (1907). Nel 1908 è in Argentina, dove lavora come bracciante; poi a Odessa, Anversa, Bruxelles, Parigi. Nel 1909 è di nuovo ricoverato, in una clinica di Firenze. Riprende, due anni dopo, senza alcuna fortuna, gli studi universitari. Nell’autunno 1913 porta a Firenze, per consegnarlo a Soffici e Papini, il quadernetto dei suoi Canti orfici; ma, nella primavera successiva, è costretto a riscriverli, perché Soffici ha perduto il manoscritto; e li fa stampare privatamente da un tipografo di Marradi (1914)....

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore