Categorie

Fatima Bhutto

Traduttore: S. Cherchi
Editore: Garzanti Libri
Collana: Saggi
Anno edizione: 2011
Pagine: 530 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788811741183

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    romolo ricapito

    08/01/2012 02.18.58

    In questo lungo memoriale , la nipote di Benazir più che un diario personale ha stilato un lungo saggio politico sul Pakistan: intrighi, origini, storia della sua famiglia. Si tratta di una cronista di talento e di una brava scrittrice ma, pur essendo il suo reportage intenso e interessante, vi ho rilevato le seguenti pecche. Fatima è comprensibilmente innamorata di suo padre Mir Murtaza Bhutto, assassinato nel '96 -a suo dire- da zia Benazir e dal di lei marito. Dal racconto poi emerge una Fatima viziatissima- per sua stessa ammissione- e capricciosa. Il culto del padre la rende acritica e accusatrice nei confronti dei parenti celebri. La madre naturale è liquidata come "la mia madre biologica" in poche righe: troppo ingeneroso . Fatima è pronta a chiamare mamma un'estranea, la nuova sposa di Murtaza. E a celebrarla per metà narrazione. E molto altro. Fatima dunque si è data la zappa sui piedi: libro bello e interessante, ma fazioso come i "nemici" che ella vuole condannare, zia Benazir in testa, da lei definita donna corrotta e crudele. ROMOLO RICAPITO

Scrivi una recensione