Categorie

Stéphane Osmont

Traduttore: A. Crea
Editore: Rizzoli
Collana: Scala stranieri
Anno edizione: 2004
Pagine: 568 p. , Rilegato
  • EAN: 9788817003827

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabruzum

    07/11/2005 21.52.51

    Ottimo libro...veloce nella narrazione e ricco di spunti per riflettere, è un libro con un protagonista così odioso da rendersi quasi affascinante...molto interessante il ruolo che il destino riserva a Marc, anche se la fine è prevedibile in quanto poteva solo finire in quel modo...lo consiglio appassionatamente a chiunque voglia un libro pungente ed a tratti ironico ambientato nel mondo della finanza. Consigliatissimo

  • User Icon

    ANDREA

    11/02/2005 13.35.47

    Un libro scritto in maniera semplice, ma corretta. Purtroppo di basso profilo il contenuto.

  • User Icon

    Max

    09/01/2005 15.57.05

    Ho deciso di portarmelo a casa in quanto un romanzo così mancava nella mia libreria. L'ho letto in fretta. Ma leggo sempre in fretta i libri! Dunque non è una dimostrazione di soddisfazione. Carino, a tratti divertente, ti fa riflettere su cosa possa veramente accadere in queste grandi multinazionali. Tratteggia il protagonista come avido, arrivista ed egoista sfrenato. Immagino sia accaduto veramente in passato che per mano di gente senza scrupoli come Marc, molti abbiano perso soldi, lavoro e dignità. E purtroppo, Vico ci insegna, i corsi e ricorsi storici sono sempre in agguato, e altri casi drammatici si guadagneranno le prime pagine dei giornali. Purtroppo... Per concludere, un voto discreto: non tanto per la bellezza in sè del racconto, quanto per avermi dato l'opportunità di gettare uno sguardo in questo mondo. Buona lettura.

  • User Icon

    luca

    07/01/2005 19.50.27

    Inutile, pretenzioso, pomposo, noioso. Non riesce ad essere efficacemente parodistico e diventa un pastone ridicolo e inverosimile..e anche leggermente fastidioso quando pretende di fare la morale

  • User Icon

    Andrea

    02/12/2004 19.39.07

    Mi aspettavo molto di più da chi viene definito il "B.E.Ellis francese". Il tono è da parodia, le descrizioni poco verosimili, e sicuramente manca di mordente. Purtroppo nel mondo reale nelle aziende succede di molto, ma molto peggio...

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione