Il capolavoro sconosciuto

Honoré de Balzac

Traduttore: C. Montella, L. Merlini
Editore: Passigli
Collana: Le occasioni
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
Pagine: 60 p., Brossura
  • EAN: 9788836806966
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,38

€ 7,50

Risparmi € 1,12 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fralb

    25/09/2017 15:02:08

    Piccolo racconto che si legge molto velocemente. Al suo interno vengono definite varie visioni sul tema dell'arte, anticipando grandi i problemi che tutt'ora suscita l'arte contemporanea. Questo racconto aiuta proprio il lettore a riflettere e sviluppare il metodo critico verso la domanda "che cosa è l'arte?".

Scrivi una recensione

Due figure di donna – l'una corposa e reale, l'altra inafferrabile ed immaginata – sono, con Poussin, Porbus, Frenhofer, personaggi storici o d'invenzione, i protagonisti di questo racconto lungo, la cui stesura occupò Balzac in momenti diversi per ben sei anni. Aperto a più chiavi di lettura, questo grande racconto 'romantico' affianca agli 'amori paralleli' di Poussin e Frenhofer e all'intrecciarsi di sentimenti e passioni, il problema del rapporto tra artista ed opera d'arte, tra arte e realtà. E non a caso, ancor più che al grande pubblico, esso è infatti sempre stato ben presente agli artisti; a Cézanne; a Matisse; a Ricasso, che nel 1931 ne illustrò una stupenda edizione, e che, ancora nel 1959, ebbe a dire: «Questo è il meraviglioso di Frenhofer: che alla fine non si riesce a vedere altro che se stessi. Egli, a causa della sua perenne ricerca della realtà, cade nella più buia oscurità. Ci sono tante realtà diverse che, a volerle abbracciare tutte, si piomba nel buio».