Carmina Burana. Testo latino a fronte

Curatore: P. Rossi
Editore: Bompiani
Edizione: 7
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 ottobre 2002
Pagine: LIX-327 p.
  • EAN: 9788845253072
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Generalmente ascoltati nell'orchestrazione moderna di Carl Orff ma raramente letti, i "Carmina Burana" sono una raccolta di canti medioevali composti in latino e medio-alto tedesco. Vivace espressione della cultura goliardica dei clerici vagantes, cantano, con toni ora festosi ora malinconici, il desiderio di piaceri terreni, l'amore per la vita errabonda e il rifiuto totale della ricchezza. Come spiega il curatore di questa edizione, i "Carmina Burana" rappresentano un'originale chiave di lettura del Medioevo perché nella loro esaltazione della libertà esprimono una forte protesta contro le istituzioni civili e religiose di quel tempo.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Silvio Eric Mele

    28/12/2005 18:58:39

    L'uomo ha sempre affrontato il proprio destino con minor consapevolezza delle proprie capacità di controllo sulle cose e con un senso di impotenza molto accentuato. Atteggiamento espresso chiaramente nei primi versi della collezione di canzoni e poesie: O fortuna, velut luna statu variabilis, semper crescis aut decrescis... la percezione che il destino di un individuo sia una lotteria naturale e sociale che determina anche lo stato di salute. Segue la seconda strofa: Sors immanis et inanis, rota tu volubilis, status malus, vana salus semper dissolubilis, ... e l'inizio della terza strofa: Sors salutis et virtutis michi nunc contraria. La poesia ci ricorda anche il terrore che prendeva i nostri antenati quando infuriavano malattie come la peste, e la vita era assolutamente incerta. Oggi, non ci rendiamo conto di queste realtà passate nè del fatto che nei paesi in via di sviluppo, oggi, molti conducono la stessa vita.

Scrivi una recensione