-5%
copertina

Il carteggio Bocelli. Inventario

Biagia Marniti,Laura Picchiotti

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Sciascia
Anno edizione: 1998
Pagine: 228 p.
  • EAN: 9788882410148

€ 15,20

€ 16,00
(-5%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il carteggio Bocelli. Inventario

Biagia Marniti,Laura Picchiotti

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il carteggio Bocelli. Inventario

Biagia Marniti,Laura Picchiotti

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il carteggio Bocelli. Inventario

Biagia Marniti,Laura Picchiotti

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


recensioni di De Federicis, L. L'Indice del 1999, n. 02

Non erano un partito, quelli del "Mondo", s’intende "Il Mondo" di Mario Pannunzio, durato dal 1949 al 1966. Non erano un partito, eppure la loro cerchia disomogenea ha una fisionomia storica così precisa che, per quei vent’anni di dopoguerra, l’approdo al "Mondo" funziona tuttora da indicatore di un modo di voler essere intellettuali. Perciò di Arnaldo Bocelli (1900-1974), saggista di ascendenza crociana, redattore della Treccani, partecipe nell’arco della vita a un buon numero di iniziative e di cospicue testate (dal "Primato" di Bottai, in tempi nervosi di guerra, alla torinese "Stampa", in ultimo), la caratterizzazione principale resta affidata a un mestiere recensorio esercitato con autorità e lungamente sul "Mondo". A ripensare con profitto il dimenticato Bocelli ci costringono Biagia Marniti, scrittrice e amica che ne ha ereditato l’intero archivio, e Laura Picchiotti, che ha inventariato la corrispondenza dal 1921 al 1974; curatrici, ora, di un volume che rende conto del loro lavoro, dei criteri seguiti e della mole di informazioni adunate. Con quanti intrattiene relazioni, necessarie e occasionali, un redattore romano, un critico che si autodefiniva "giornaliero"? L’inventario allinea 6200 carte: lettere e bigliettini, inviti, programmi, telegrammi, e note e minute personali. Con quale ordine o disordine Bocelli, o per lui le circostanze esterne, avranno selezionato il materiale? Quale fiducia nella persistenza e sostanziale continuità della società letteraria e dei suoi collaudati attrezzi, fra i quali appunto il cerimoniale dei contatti e degli scambi, gli avrà fatto conservare per cinquant’anni (anche di guerra e di presumibili spostamenti) una cartolina di Bacchelli, una letterina di Sibilla Aleramo? L’inventario del carteggio agisce come l’indice di un romanzo. Provoca curiosità inappagate. Rinvia alla lettura. Giustamente le curatrici sperano di aver predisposto un apparato che incoraggi il proseguimento dell’indagine sui testi. E di questi danno una campionatura accattivante, riproducendo venti notevoli autografi, da un Ungaretti del 1933 ai maggiori di metà secolo, un dubbioso Vittorini del 1956, un Pratolini immerso nelle polemiche su Metello, una Morante compiaciuta e assai contenta della recensione a L’isola di Arturo, un Calvino professionale che parla di risvolti (e si giustifica, per aver usato Bocelli senza saperlo). Le carte di Calvino risultano undici in tutto. La penultima è un biglietto da visita del 16 aprile 1963. Pochi giorni dopo usciva la recensione del libro allora nuovo, La giornata d’uno scrutatore, di cui Bocelli, estraneo alle diffidenze dell’area comunista, coglieva benissimo la sostanza drammatica di dibattito interiore. Libro imperfetto e tuttavia (scrisse sul giornale) con idee tradotte in figure e figure che lo rendono "indimenticabile". Nel mutamento degli anni sessanta finiva l’esperienza del "Mondo". Il carteggio registra questa parabola di un’idea di critica e di letteratura: critica guidata dal gusto per una letteratura fiduciosa di bastare a se stessa. Fra i nuovi corrispondenti non compare nessuno dei protagonisti dell’avanguardia, nessuno dei teorici della "letteratura del rifiuto", o del "rifiuto della letteratura". Chi scrive a Bocelli nel 1974? I nomi sono sempre numerosi, ma di scrittori vivaci nelle cronache letterarie se ne trovano pochi. Un Carlo Cassola, un Cesare Zavattini. Solitari o invecchiati. Non però conformisti.

Note legali