Categorie
Editore: Piazza Editore
Anno edizione: 2008
  • EAN: 9788863410129
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marta Boesso

    11/12/2013 16.02.36

    Lo stra-stra-stra consiglio!!!! E' stata per me una piacevole scoperta, riga dopo riga? un libro, questo, non solo molto piacevole da leggere, scritto divinamente e in grado di strappare bei sorrisi? ma, allo stesso tempo, molto profondo, in grado di far riflettere su quella che è la società dei nostri tempi, con le sue contraddizioni, le sue paure, i suoi limiti e le sue grandi potenzialità. Io ho avuto la fortuna di conoscere Sergio, anche se solo via mail? ma vi assicuro che, in questi pochi mesi, ho scoperto in lui una persona eccezionale? e non poteva che scrivere un libro altrettanto fantastico.

  • User Icon

    MONICA PASERO

    21/04/2013 18.22.57

    La casa dei Ciclamini di Sergio Casa grande Leggo queste pagine con un'infinita tenerezza, nel cuore un velo nostalgico,non posso che pensare a mia nonna e ai suoi racconti sfogliando la "Casa dei ciclamini" di Sergio Casagrande. Un libro intriso di verità,di riflessioni profonde sulla nostra esistenza ,e chi meglio di chi è giunto al termine del suo cammino può narrarcele ? Protagonisti di questo libro gli anziani. Un unione di menti ,di storie, di vite differenti. Un alternarsi di vicende passate. Ogni personaggio è ben definito, non puoi che soffermarti e leggere i suoi pensieri come se fosse tuo nonno a raccontarteli e con una vena d' affetto ,lasci su queste pagine un sorriso sincero e un velo nostalgico nel cuore,ma la "Casa dei ciclamini" non è solamente malinconia . Tutti i protagonisti che si avvicendano tra un capitolo e l'altro , sono figure positive, curiose, allegre e tra battute e buffi aneddoti percorrono i loro ultimo giorni insieme .L'autore con grande ironia e bravura, accarezza la vecchiaia concedendo al lettore attimi di riflessione alternati a momenti di grande ilarità ,tutto questo condito da una storia secondaria che rende questo libro ancor più interessante, tra una vicenda e l'altra si profilano reminiscenze storiche legati periodo dell'Inquisizioni religiose . Una scelta coraggiosa,ma di grande effetto che rende questo libro oltre che una lettura di grande umanità, un documento storico, testimonianza di quanto l'uomo sia demone di se stesso. Un libro che io consiglio ai giovani affinché dopo questa lettura comprendano la grande ricchezza dei "vechi "(come direbbe l'autore ) sono per noi . Monica Pasero

  • User Icon

    marzia carocci

    23/03/2011 15.45.41

    La Casa dei ciclamini di Sergio Casagrande Definirei il romanzo "la casa dei ciclamini",un teatro di parole,una sceneggiatura particolarmente ironica e ben costruita, scritta con maestria dove il tutto appare visibile grazie alla ricchezza di particolari e alla curata semantica che l'autore sa proporre, rendendo in continuo movimento quello che dalla sua fervida fantasia, scaturisce. Un ospizio che non è altro simbiosi di una società dove gli elementi hanno caratteri più disparati,sarà il nucleo di questo romanzo,un ospizio che è conca di vissuto dove personaggi particolari, prenderanno vita; Bimba, che ha dimenticato la propria identità, il professore,un vecchio stravagante, la baronessa, el contadin ecc..ecc Personaggi descritti minuziosamente, tanto di "vederli" col pensiero. All'interno del romanzo, tre storie ambientate tra il 5°e il 6° secolo,faranno strada ad un continuo susseguirsi di scene quasi teatrali, dove si parlerà di amore, di dolore, di violenza , con una buona preparazione e informazione storica. Vicende sapientemente descritte , dove il lettore si sentirà trasportato in ambienti e situazioni al quale sembrerà di partecipare. Sergio Casagrande è un autore che sa come ottenere attenzione, la sua scrittura non risulta mai statica, l'ironia e la ricchezza d'immaginazione,porta il lettore a non annoiarsi. Una lettura onirica, dove il sogno s'interseca alla realtà, dove l'umanità e la disumanità prendono forma in un romanzo dal volto nuovo,un romanzo schietto ed immediato fra normalità e sana follia. Marzia Carocci

  • User Icon

    Franca Borsato

    30/09/2010 18.48.35

    Un mondo tra il fantastico e lo storico quello descritto ironicamente da Sergio Casagrande. Nella casa dei ciclamini si intrecciano le storie di vari personaggi tra "antico e presente". Il tutto filtrato ed evocato nel simbolismo di una dimensione onirica, fatta anche di tuffi in un passato medievale...che a volte ritorna. La lettura è piacevole per la saggia ironia che pervade una scrittura dai tratti poetici. Offre anche stimolanti spunti di riflessione sulla dimensione di una relazione umana da "riscoprire", all'insegna dell'empatia e di una laica carità.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione