La casa di tutte le guerre

Simonetta Tassinari

Editore: Corbaccio
Anno edizione: 2015
Pagine: 252 p., Rilegato
  • EAN: 9788863809008
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,66

€ 14,90

Risparmi € 2,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 8,04

€ 14,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vaduz

    01/09/2015 14:41:50

    Un romanzo fresco, delizioso e scritto benissimo. Ottimo il ritmo, che non conosce soste ed evita la noia perché non c'è prolissità. La figura della zia Francesca Lorena, che aleggia sempre sullo sfondo, é tenera e dolente nello stesso tempo, molto evocativa. L'unica pecca: avrei voluto conoscere altri particolari su di lei e su sua madre Mary Frances, perché un attaccamento così forte, quasi morboso, normalmente non é associato agli inglesi.

  • User Icon

    niky

    24/08/2015 20:12:20

    romanzo delicato,ben scritto,che narra di buoni sentimenti quale l'amicizia fra due ragazzine che si scontrano prima e poi scoprono poi,annientando le ritrosie e bariere rancorose degli adulti...nessuno gridera' al romanzo dell'anno ma e' sicuramente una bella storia,narrata in maniera coinvolgente e pulita

  • User Icon

    Sara

    19/04/2015 19:22:51

    Ho comprato questo libro spinta dalle recensioni positive che lo presentavano un capolavoro da 5 stelle. x me, 5 stelle si danno solo a un libro indimenticabile,e purtroppo x la mia esperienza di lettrice questo libro nn e' assolutamente all altezza. E' sicuramente un romanzo ben scritto, scorre veloce, ma la trama non ha nulla d eccezionale, anzi. Mi ricorda tanto quei film che trasmette canale 5 nei pomeriggi estivi. Un romanzo si carino, ma non indispensabile.

  • User Icon

    Cristina Mosca

    04/04/2015 19:13:06

    La storia di Silvia e della sua famiglia è raccontata in prima persona dalla protagonista, con la luminosità leggiadra e ammiccante di una bambina di 10 anni che riesce a interpretare il mondo inspiegabile dei grandi con un sorriso duraturo, senza tuttavia ridicolizzare né smorzare il dolore. Le soluzioni vengono fornite dall'autrice con garbo, una alla volta: appena il lettore crede di aver capito tutto, si accorge che c'è ancora qualcosa che manca. La scrittura vivace e intimista di Simonetta Tassinari strappa più di una volta un sorriso e porta con sé un'autoironia a tratti fumettistica, che mai scade nel banale o nel ridicolo.

  • User Icon

    rosanna

    01/04/2015 08:20:38

    Bello come tutti i bei libri della grande narrativa italiana. Una storia familiare che si snoda attorno alla grande casa dei Frassineti,i signori del paese,le cui vicende umane ci vengono svelate attraverso le avventure della piccola Silvia,straordinaria protagonista del romanzo. Sono gli anni '60,il 1967 per l'esattezza,e ritrovare tanti riferimenti di un mondo ormai scomparso mi ha riempito il cuore.Ma attenzione,la nostalgia è solo uno degli aspetti del racconto.La storia è ricca,leggera,divertente,commovente,ironica,arguta come la protagonista.Un romanzo da gustare che ti lascia il desiderio di rileggerlo per riassaporare la dolcezza di una delicata storia che potrebbe essere anche la nostra.

  • User Icon

    claudio

    19/02/2015 19:40:56

    Veramente un bel romanzo, una eccellente scoperta.

  • User Icon

    paola

    08/02/2015 11:48:23

    "La presenza nell'assenza", questo il messaggio di sintesi che accompagna tutta la narrazione; gli occhi di una bambina acuta e sensibile riusciranno a vedere nella grande casa avita (vera, imponente protagonista del romanzo) dapprima tracce scomposte di un passato che gli adulti tendevano a lasciare sepolto, poi a ricostruire come un vero e proprio puzzle la storia della sua famiglia fatta di affetti e rancori, pregiudizi e aperture, conservatorismo e progressismo. Descritti con toni che vanno dal comico all'umoristico sono gli stessi muri, le pareti, gli oggetti a suggerire alla bimba "detective" atmosfere e passioni, suggestioni derivate da quel misterioso e affascinate sentimento che era ed è l'amore, "questa cosa sempre nuova e che non è mai cambiata" - diceva J. Prevert.

  • User Icon

    Rossell@

    27/01/2015 15:45:00

    Leggo "La casa..." con parsimonia, non voglio che finisca perché so che poi mi mancherà. È un libro che mi apre il cuore... mi fa pensare e desiderare sempre di inebriarmi, per distaccarmi per un pò dalla realtà, immergendomi nel mondo dell'Autrice, in quelli che sono stati i suoi pensieri che tanto acutamente e in modo accattivante ha voluto condividere con il lettore. Quando un libro scatena questi pensieri,credo che abbia raggiunto il suo scopo: coinvolgere chi legge, entrando nel suo cuore. Mi piace la sensibilità dell'Autrice nel descrivere, con la penna, sentimenti importanti quali l'amore e l'amicizia; mi piace la sua arguta e vivace ilarità; mi piace il suo modo di scrivere, svelto e mai, dico MAI, noioso ma sempre coinvolgente. "La casa di tutte le guerre" è un romanzo che fa bene al cuore di ogni età perché tratta dei sentimenti che sono cibo per l'anima.

  • User Icon

    Rory

    22/01/2015 20:41:05

    Romanzo sorprendente, pieno di tenerezza e di profondità. Bella la ricostruzione famigliare, ma soprattutto incanta l'amicizia tra le due ragazzine protagoniste, capace di operare miracoli. Molto bello e ben scritto.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione