Il caso Fitzgerald

John Grisham

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 20 giugno 2017
Pagine: 276 p., Rilegato
  • EAN: 9788804680109
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Lontano dalle aule dei tribunali e dalle consuete ambientazioni dei suoi legal thriller, John Grisham scrive un mystery godibilissimo, descrivendo con grande sagacia il mondo editoriale, quello dei collezionisti, le librerie indipendenti e le piccole e grandi manie degli scrittori.

È notte fonda quando una banda di ladri specializzati in furti d'arte riesce a penetrare nel caveau della Princeton University rubando cinque preziosissimi manoscritti originali di Francis Scott Fitzgerald, assicurati per venticinque milioni di dollari. Sembrerebbe un'operazione audace e impeccabile se non fosse per una piccola traccia lasciata da uno dei malviventi. Basandosi su quell'unico indizio l'FBI parte immediatamente alla caccia dei ladri e della refurtiva, impresa che si rivela molto difficile. Ma chi può avere commissionato un furto così clamoroso? C'è un mandante o si tratta di un'iniziativa autonoma? Bruce Cable è un noto e chiacchierato libraio indipendente, appassionato di libri antichi che commercia in manoscritti rari. La sua libreria si trova a Camino Island, in Florida, ed è un punto di ritrovo per gli amanti della lettura. Molti scrittori vi fanno tappa volentieri durante i loro tour promozionali. Forse lui sa qualcosa in merito a questa vicenda? Mercer Mann è una giovane scrittrice che conosce bene quell'isola, dove era solita trascorrere le vacanze con la nonna quando era bambina. Ora è rimasta senza lavoro ed è alle prese con la stesura di un nuovo romanzo che non riesce proprio a scrivere. Chi meglio di lei può essere ingaggiata per indagare da vicino senza destare sospetti sulle misteriose attività di Bruce?

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 10,80

€ 20,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Piergiorgio

    03/11/2018 09:46:33

    Sicuramente non tra i migliori romanzi di Grisham, ha catturato il mio interesse calandosi nel mondo del commercio dei libri (evidentemente quello degli USA), ma soprattutto in quello dei collezionisti di edizioni rare ed antiche. La storia fà da cornice, ma devo dire che è comunque interessante, ben scritta come sempre ed avvincente, con criminali "sui generis" che risultano affabili ed anche piacevoli (sebbene io c'abbia partito che la 'lei' abbia ceduto alle lusinghe del 'lui' fino ad andarci a letto.... appunto personalissimo....).

  • User Icon

    Valentina

    30/10/2018 22:49:13

    Non mi è sembrato all altezza degli altri suoi romanzi.. Non così avvincente, non così intriganti i personaggi..

  • User Icon

    Ile

    17/10/2018 08:36:01

    Ottimo libro. Trama rilassante e contemporaneamente intigrante, con colpo di scena finale.

  • User Icon

    Mary

    21/09/2018 11:36:44

    Lo sto leggendo, sono a metà libro. Un Grisham diverso dal solito mondo di avvocati ma che sto apprezzando molto

  • User Icon

    Serena

    20/09/2018 18:58:51

    Un thriller modesto. Mediocremente tradotto, trama forzata e ben poco plausibile, probabilmente costruita a tavolino o a mezzo computer. Tutti gli stereotipi dell'americano medio sono distribuiti un tanto al chilo. Sembra un libro scritto per arrotondare il bilancio familiare, il che - parlando di Grisham - fa un po' rabbia.

  • User Icon

    Daniela

    18/09/2018 13:18:38

    Devo dire che non è il vecchio Grisham. E' un Grisham per certi versi inedito ma comunque all'altezza dei suoi vecchi romanzi. Quando arrivi all'ultima pagina ci rimani malissimo perché vorresti qualche pagina in più. Il libro è capace di appassionare anche se il genere si discosta dai cavalli di battaglia dello scrittore, ossia il legal thriller. Non rimarrete delusi da questa opera!

  • User Icon

    lettore

    04/05/2018 18:33:18

    Buono. Interessante. Credo di poterlo consigliare

  • User Icon

    Giovanni

    08/04/2018 07:37:15

    Ho trovato questo romanzo un po' trasandato nello stile e talvolta anche nei contenuti, ma nel complesso mi è piaciuto abbastanza.

  • User Icon

    Umberto75

    28/03/2018 18:03:01

    Libretto di poche pretese, scritto si bene, ma senza alcun sussulto degno di nota. Grisham ha scritto di meglio!

  • User Icon

    stefano

    26/03/2018 18:53:19

    la cosa più divertente di questo libro è quando uno dei personaggi dice : "non capisco quelli che si ostinano a finire il libro anche se non le piace" Appunto. Non capisco perchè non l'ho abbandonato prima. Autocritica?

  • User Icon

    n.d.

    26/02/2018 20:13:05

    Avvincente, storia credibile, scorrevole.

  • User Icon

    Giuly

    04/01/2018 15:33:54

    Non avevo mai letto Grisham; ho ricevuto questo libro in omaggio e concordo con chi lo ritiene più un romanzo sul mondo della bibliofilia e delle librerie indipendenti che non un vero e proprio thriller. Molto gradevole anche se non eccezionale.

  • User Icon

    n.d.

    16/10/2017 09:43:48

    top!

  • User Icon

    Ombretta

    14/09/2017 10:49:15

    Mi sento di definirlo scarso perchè da Grisham mi aspetto decisamente di più. Sta cercando di spostarsi dal suo genere ma non capisco come possa scrivere un libro di così basso livello. Se l'idea è buona, lo svolgimento non c'è. Più che un libro dovrei definirlo racconto, ma un pessimo racconto. Personaggi che entrano escono e rientrano nella trama così a caso. Grandi esperti che un minuto prima riescono a trovare l'ago nel pagliaio e un minuto dopo non riescono a capire quello che sta succedendo sotto il loro naso. Peccato. Un'altra occasione persa. Aspetterò il film.

  • User Icon

    Roberto

    03/08/2017 20:18:40

    Un libro godibilissimo. Grisham dà una grande dimostrazione di saper gestire ambientazioni e trame anche molto diverse dal classico legal thriller. Da qualche parte ho letto che, forse e senza ben saperlo, l'Autore ha scritto uno dei suoi migliori libri. Sono molto tentato a condividere questa opinione.

  • User Icon

    Roberto

    01/08/2017 16:45:07

    Mi ero ripromesso di non comprare libri di Grisham pubblicati all'inizio delle vacanze estive o appena prima di Natale, purtroppo questa volta non ho mantenuto l'impegno e mi sono sorbito questo piccolo romanzo senza capo né coda. Ho fatto veramente fatica a finirlo. Dai John sai scrivere molto meglio di così, ritorna al classico legal triller che ti si addice di più.

  • User Icon

    cinzia andrei

    29/07/2017 12:26:40

    Dài, John, sei ancora così giovane ed attraente, perché vuoi sprecare tutto il pomeriggio a scrivere quest'ultimo romanzo?

  • User Icon

    n.d.

    25/07/2017 18:26:08

    Meglio come intelligente racconto sulla bibliofilia e sulle prime edizioni degli scrittori americani che come thriller, il cui dipanarsi è piuttosto confuso e scontato.

  • User Icon

    Sergio

    07/07/2017 12:53:35

    Più noioso della sabbia nel costume. Grisham ahi ahi

  • User Icon

    giulia

    02/07/2017 22:37:13

    Aspetto ogni anno con ansia il libro di Grisham; non so...questo è carino ma sembra che lo scrittore abbia perso lo smalto di un tempo. Immaginavo già, dopo le prime 50 pagine, il finale e il ruolo dei protagonisti. Non è saccenza, mi è sembrato un po' banale, pur considerando l'originalità dell'ambientazione. Tre stelle per me

Vedi tutte le 23 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

“L’organizzazione era perfetta. Esistevano solo cinque manoscritti originali, tutti conservati nello stesso posto. E secondo Princeton avevano un valore inestimabile.”

I cinque manoscritti originali di Francis Scott Fitzgerald (Di qua dal paradiso; Il grande Gatsby; Tenera la notte; Gli ultimi fuochi; Belli e dannati) sono conservati nel caveau della biblioteca di Princeton. Assicurati per venticinque milioni di dollari. Un bottino che fa gola ad ogni banda specializzata in furti d’arte.

Il colpo del secolo. Il colpo perfetto. Forse. Se non fosse per una piccola macchia di sangue caduta sul pavimento, dopo che uno dei ladri si è tagliato con il bordo di un cassettino scheggiato, mentre rubava i cinque pezzi di inestimabile valore. In poche ore parte l’indagine dell’FBI e, parallelamente, la società assicurativa si muove per ritrovare i manoscritti (e non pagare la penale).

“Mentre Jerry dormiva, il governo federale stava per piombargli addosso con tutta la sua furia. Un tecnico dell’FBI aveva notato una minuscola macchia sul primo gradino della scala che portava al caveau della biblioteca.”

Nel giro di breve tempo, si scoprono tutti i nomi dietro all’intera operazione. Ancora, però, non si trova la refurtiva. Il sospettato numero uno, per la compagnia assicurativa, è un certo Bruce Cable, noto libraio indipendente. Ma cosa c’entra con il furto dei manoscritti? E Mercer Mann, autrice colpita dal famigerato blocco dello scrittore, perché è chiamata a indagare?

Chi è abituato al Grisham autore di legal thriller potrebbe rimanere deluso da quest’ultima sua prova. Chi invece è alla ricerca di una storia avvincente e ben costruita, di un thriller investigativo teso e profondo, condito da citazioni letterarie e da un amore viscerale per il libro d’antiquariato resterà piacevolmente appagato. Un nuovo Grisham, dunque, fresco e a suo agio anche con un’ambientazione leggermente diversa dalle sue abitudini.

Recensione di Eros Colombo

L'impostore si era appropriato del nome di Neville Manchin, un vero professore di letteratura americana alla Portland State University e futuro dottorando a Stanford. Nella lettera, scritta su carta intestata dell'università contraffatta alla perfezione, il "professor Manchin" dichiarava di essere uno studioso in erba del grande Francis Scott Fitzegarld, desideroso di esaminarne "i manoscritti e le carte" in occasione di un imminente viaggio sulla costa orientale. La lettera era indirizzata al dottor Jeffrey Brown, direttore della divisione Manoscritti, dipartimento Libri rari e collezioni speciali, Firestone Library, Princeton University. Arrivò insieme ad altre buste e fu puntualmente smistata e passata di mano in mano per poi finire sulla scrivania di Ed Folk, un bibliotecario che tra i vari noiosi incarichi doveva verificare le credenziali della persona che aveva scritto. Ed riceveva lettere come quella ogni settimana, tutte più o meno uguali, spedite qualche volta da sedicenti appassionati ed esperti di Fitzegarld, e solo qualche volta da veri studiosi. L'anno precedente aveva autorizzato centonovanta richieste di accesso alla biblioteca.