Categorie

Ruth Newman

Traduttore: G. Maugeri
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 367 p., Brossura
  • EAN: 9788811682257
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 5,88

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Missbates

    26/05/2016 09.38.46

    Questo libro sembra il copione di un pessimo B-MOVIE d'azione. Inizialmente non mi pareva neanche tanto male, ma poi dopo un terzo del libro si scopre sempre di piú uno svolgersi inverosimile degli eventi. Dialoghi orrendi. Sembra che la scrittrice voglia sorprendere il lettore con un colpo di scena dopo l'altro, risultato: trama artificiosa quasi assurda. Bocciato in tutto!

  • User Icon

    Romolo Ricapito

    26/07/2012 14.14.49

    Cattive Compagnie di Ruth Newman è un romanzo atipico pur nello standard del giallo. Esso verte su un tipico tema, quello di una persona scomparsa misteriosamente, che potrebbe essere ancora viva. Questo perché Charlie (il nome dello scomparso) sembra avere un sosia vivo e vegeto. Su questo equivoco di fondo e sulla figura principale di Kathy, vedova inconsolabile, si dipana un insieme di situazioni concentriche che vedono la donna trasformarsi dapprima in detective, poi addirittura in donna bionica. Tutto questo pur di ristabilire la verità. I difetti del personaggio: si realizza totalmente solo con l'amore. Non sembra interessata a nient'altro. Pur nell'elaborazione del lutto e di quello che sembra tale, Kathy vive solo per l'amore o quello che a lei appare tale. .Ciò fa di Kathy i una figura ambigua; ma ambiguo è anche lo scomparso, ucciso non si sa da chi. L'ambiguità è questa : Charlie mentiva sul suo vissuto . Perciò i personaggi più genuini sembrano i mafiosi che popolano il romanzo, ovvero delle macchiette simili ai Soprano. Non a caso, proprio i Soprano è uno dei programmi seguiti dalla protagonista. C'è una sortita in Italia (Sicilia) ma la nostra regione è descritta freddamente ed è solo un pretesto per ricollocare la storia in terra di mafia. Ma è proprio il teorema mafia a emergere: quella sotterranea, che infesta la società e che include non i soli gangster veri e propri, ma personaggi che pur vivendo vite normali e insospettabili, sono immersi fino al collo, anche loro malgrado, in affari poco puliti. A Ruth Newman il merito di aver ristabilito ciò..

  • User Icon

    silvia

    07/03/2012 23.28.58

    Ho comprato questo libro preticamente alla cieca..solo perchè "Il college dele bave ragazze"mi era piaciuto così tanto che non pensavo che la stessa scrittrice potesse fare un tale disastro con il suo secondo libro....NOIOSISSIMO..a un certo punto nn ho capito più niente(e non per i colpi di scena!!)..non vedevo l'ora di finirlo..e dopo averlo finito tanto per..non lo consiglierei assolutamente!!!!

  • User Icon

    Cat

    04/02/2012 14.41.02

    Buona la trama, buona la prima parte, intrippante e interessante, ti tiene incollato per la voglia di capire il mistero.... finche, poco dopo metà libro... il mistero comincia a sbiadire e diventa tutto un casino, messo là per creare casino nel lettore più che suspance... Finale assurdo e noioso, stavo per lasciarlo là..

  • User Icon

    mary69

    09/01/2012 18.48.24

    A me è piaciuto molto...la storia è molto originale! Il ritmo è incalzante a tratti molto realisico e per niente assurdo. Il finale degno di un thriller con uno sfondo romantico. Da consigliare assolutamente!!!

  • User Icon

    Salvatore

    05/01/2012 18.34.25

    Bello,bello,bello!!! Storia convincente dall'inizio, personaggi ben delineati,ottimi i dialoghi e la traduzione, forte ansia per scoprire se Charlie esiste oppure no. E' vero che il finale è un pò forzato e al limite dell'assurdo quasi, ma ciò non toglie niente all'attesa che si è creata prima. Bellissima storia d'amore. Voto di fiducia a questa mia nuova scoperta: 5/5

  • User Icon

    Cristina

    04/01/2012 14.31.51

    Nonostante i numerosi colpi di scena, il libro si trascina stancamente (e si legge un po' a fatica) fino all'assurdo finale. L'autrice non scriverebbe male ma si perde in una trama per nulla convincente. Megli, anche se certamnte non un capolavoro, il precedente.

  • User Icon

    Arianna

    22/12/2011 15.38.03

    Ho preso questo libro pensando di andare sul sicuro, credendo che fosse stupendo come "Il college delle brave ragazze", la prima opera di questa scrittrice. Invece mi ha deluso totalmente, fin dalle prime pagine mi è sembrato scritto malissimo, personaggi insignificanti e finale inverosimile (ho spiato le ultime pagine, dato che non ce la facevo a continuarlo). Mi dispiace molto, credevo tanto in questa scrittrice, invece si è rivelata banale...

  • User Icon

    Aurora

    07/12/2011 12.40.19

    Una storia all'inzio avvicente, ti prende .. ma con un finale .. come (da lei) quasi incredibile ..

  • User Icon

    Laura

    01/12/2011 10.45.08

    Suuu!Non è poi così disastroso...è vero, nell'ultima parte perde e diventa un po' forzato e surreale, ma nell'insieme incuriosce e non annoia mai. Io lo consiglio e lo voglio premiare con un bel 4!

  • User Icon

    Dj

    20/11/2011 14.27.30

    Orrendo! Scritto malissimo, personaggi e situazioni al limite del ridicolo e assolutamente non credibili, dialoghi da soap opera pieni di ripetizioni e luoghi comuni, finale prevedibilissimo e banale, trama scopiazzata a destra e a manca con pessimi risultati. Nuovo buco nell'acqua di un'autrice veramente scarsa. Libro inutile.

  • User Icon

    valentina

    11/09/2011 16.51.36

    all'inizio devo dire che prende......più ci si inoltra nella storia, più diventa inverosimile; deludente

  • User Icon

    Viola

    08/09/2011 14.41.07

    Non riesco a capire come l'autrice, reduce dal primo thriller (il college delle brave ragazze) che era anche carino e intrigante, possa scrivere un simile obbrobrio. Fino quasi a metà libro (stando larghi) è avvincente e devo ammettere che mi ha tenuta sveglia fino a notte fonda... poi, il disastro! Già lo presagivo, perché alcuni dettagli sulla protagonista mi avevano purtroppo fatto intuire dove sarebbe andato a parare il romanzo. Poi, questo ambientare la storia in luoghi 'esotici' (Miami, la Sicilia, poi Las Vegas) a me da sempre un po' l'idea che l'autore abbia bisogno di descrivere ambienti e panorami perché la storia è un po' vuota e ha bisogno di intermezzi da guida turistica. Diciamo che comincia come un classico thriller vagamente soprannaturale e va a parare dai Soprano/Padrino. La protagonista è assolutamente inverosimile, anche il matrimonio da romanzo rosa estremo tra lei e il marito scomparso fa acqua da tutte le parti. Siamo lontani dai continui colpi di scena (anche quelli un po' inverosimili, ma molto più 'intelligenti') del 'college'. Un pasticcio colossale. Bocciato senza appello.

  • User Icon

    claudia

    24/07/2011 16.58.42

    Libro ridicolo, con un finale da parodia! Credo debba esistere una sorta di rispetto nei confronti dei lettori, non si può può rifilare loro, dopo un notevole numero di pagine, una serie di panzane degne delle peggiori soap opera!!!

  • User Icon

    paola

    21/07/2011 20.02.20

    buon libro,scritto bene, traccia bene la psicologia dei personaggi consigliato agli amanti del thriller

  • User Icon

    camilla

    22/06/2011 18.19.07

    Divorato in 1 giorno: intrigante, coinvolgente, misterioso non si riesce proprio a chiudere prima dell'ultima pagina. Bellissimo da non perdere per chi ama il thriller.

  • User Icon

    A.S.

    20/06/2011 18.33.07

    Da grande amante del genere non posso che ritenermi pienamente soddisfatta! Divorato in 4gg e dispiaciuta una volta finito! Ti cattura sin dalle prima pagine e ti rapisce con la sua trama intricata.

  • User Icon

    Silvy69

    19/06/2011 20.10.26

    Libro avvincente,ritmo serrato.Buona sceneggiatura per un film.Protagonista tosta , forse il suo sentimento è un tantino troppo romanzato ma in fondo in un romanzo va bene così.

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione