Il cavaliere, la donna, il prete. Il matrimonio nella Francia feudale

Georges Duby

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Il Saggiatore
Collana: La cultura
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 11 maggio 2017
Pagine: 257 p., Brossura
  • EAN: 9788842823339
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 21,25

€ 25,00
(-15%)

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il cavaliere, la donna, il prete. Il matrimonio nella Franci...

Georges Duby

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il cavaliere, la donna, il prete. Il matrimonio nella Francia feudale

Georges Duby

€ 25,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il cavaliere, la donna, il prete. Il matrimonio nella Francia feudale

Georges Duby

€ 25,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 13,50

€ 25,00

Punti Premium: 14

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Adulterio, bigamia, incesto: queste le accuse mosse a Filippo, il primo sovrano dei franchi occidentali a essersi meritato la scomunica. Nell'anno del signore 1092 Filippo, già sposato con Berta d'Olanda, rapì Bertrada di Montfort, la quinta moglie del suo parente Folco il Rissoso, conte d'Angiò; il 15 maggio fu celebrato il matrimonio. Papa Urbano condannò l'unione scomunicando Filippo, che tuttavia, benché in ansia per la sorte della sua anima, perseverò nel peccato fino a farsi scomunicare altre due volte. Fino all'xi secolo le nozze di re e cavalieri erano state questione di patrimoni, di affari. Ma quando la Chiesa decise di accrescere il proprio potere temporale non potè più rimanervi estranea: impose una nuova morale matrimoniale, servendosi anche dell'arma della scomunica - come nel caso di Filippo 1, condannato per colpe che poco tempo prima non erano tali. Gradualmente, quella che fino ad allora era stata una cerimonia profana, da risolvere in contratti e grandi bagordi, diventò un sacramento. Tra il cavaliere e la donna si insinuò, nel giorno dello sposalizio, il prete benedicente. "Il cavaliere, la donna, il prete", che il Saggiatore rende nuovamente al lettore, è stata la prima opera sulla sessualità e sul matrimonio nel Medioevo. Tra cortei nuziali e amori ancillari, matrimoni regali e altrettanto nobili divorzi si fa strada la maestria di Georges Duby, grande studioso del Medioevo e massimo rappresentante della storiografia sociale dell'École des Annales: unendo un'indagine storica rigorosa alla piacevolezza della narrazione, ci racconta la genesi di mentalità e comportamenti che ancora oggi dominano la nostra società.
4
di 5
Totale 2
5
0
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Claudio Ti

    29/03/2019 09:20:11

    L’ambito di studio dell’Autore abbraccia i secoli a cavallo dell’anno Mille ed i documenti presi in esame sono quelli conservati nei monasteri francesi. Tuttavia, le vicende riguardano un po’ tutta l’Europa post Carolingia, in cui la mentalità era omogeneamente diffusa. Attraverso l’analisi degli scritti di Burcardo di Worms, Guiberto di Nogent, Ivo di Chartres ed altri, Duby ci mostra l’evoluzione della posizione ecclesiastica nei confronti del matrimonio. Ovviamente, i monaci che sono votati alla castità, cercano di imporre ai laici delle regole che limitino la passione nei rapporti tra coniugi e condannano il piacere sessuale: vietato avere rapporti durante tre periodi quaresimali e sempre in tre giorni di ogni settimana. La germanica tradizione del “friedelehe”, cioè della libera scelta di vivere insieme, non può che essere condannata dalla Chiesa, che la definisce “concubinato”. Anche il contrarre matrimonio viene sottoposto a spocchiose limitazioni; se tra i futuri coniugi vi è un rapporto di parentela (o di affinità) entro il settimo grado, il matrimonio assume un carattere incestuoso, è considerato nullo e la coppia doveva divorziare. Tale direttiva fu adottata dal clero senza alcun fondamento teologico. In un mondo in cui si richiedeva di formare coppie di pari rango, i sovrani ed i nobili erano spesso accusati di “incesto”, perché erano tutti imparentati, sia con il marito che con la moglie. Tra il decimo ed il dodicesimo secolo, la Chiesa riuscì ad impadronirsi della cerimonia e pose le basi per far diventare il matrimonio un vero e proprio “sacramento”,

  • User Icon

    Claudio Ti

    27/03/2019 16:04:45

    L’ambito di studio dell’Autore abbraccia i secoli a cavallo dell’anno Mille ed i documenti presi in esame sono quelli conservati nei monasteri francesi. Tuttavia, le vicende riguardano un po’ tutta l’Europa post Carolingia, in cui la mentalità era omogeneamente diffusa. Attraverso l’analisi degli scritti di Burcardo di Worms, Guiberto di Nogent, Ivo di Chartres ed altri, Duby ci mostra l’evoluzione della posizione ecclesiastica nei confronti del matrimonio. Ovviamente, i monaci che sono votati alla castità, cercano di imporre ai laici delle regole che limitino la passione nei rapporti tra coniugi e condannano il piacere sessuale: vietato avere rapporti durante tre periodi quaresimali e sempre in tre giorni di ogni settimana. La germanica tradizione del “friedelehe”, cioè della libera scelta di vivere insieme, non può che essere condannata dalla Chiesa, che la definisce “concubinato”. Anche il contrarre matrimonio viene sottoposto a spocchiose limitazioni; se tra i futuri coniugi vi è un rapporto di parentela (o di affinità) entro il settimo grado, il matrimonio assume un carattere incestuoso, è considerato nullo e la coppia doveva divorziare. Tale direttiva fu adottata dal clero senza alcun fondamento teologico. In un mondo in cui si richiedeva di formare coppie di pari rango, i sovrani ed i nobili erano spesso accusati di “incesto”, perché erano tutti imparentati, sia con il marito che con la moglie. Tra il decimo ed il dodicesimo secolo, la Chiesa riuscì ad impadronirsi della cerimonia e pose le basi per far diventare il matrimonio un vero e proprio “sacramento”,

| Vedi di più >
Note legali