Il cavaliere irlandese all'inferno

Curatore: A. Magnani
Collana: Il divano
Anno edizione: 1996
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 settembre 1996
Pagine: 116 p.
  • EAN: 9788838911262
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 5,95

€ 7,00

Risparmi € 1,05 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Visioni dell'aldilà, discese agli inferi, di antichissima tradizione e nutrite di tutti i terrori popolari, prendono vigore di genere tra il VII e il XIII secolo: vi si innesta l'ordinata cosmologia medievale (che comincia a suddividere l'Inferno e il Paradiso in cerchi e cieli, e a inframettere tra l'uno e l'altro aldilà un intermedio Purgatorio); e il lavoro letterario dei monaci (che ascoltano i racconti popolari e li filtrano per mezzo della fede) ne mette a posto le regole narrative. Delle visioni apocalittiche e infernali la Visio Tnugdali fu tra le più celebri, e certamente la più ricca di fantasie orrorifiche e tenebrose. Dante la lesse e ne venne influenzato; impressionò Bosch e la sua pittura. La stesura in manoscritto fu opera del monaco Marcus di Munster, irlandese, che nel 1149 ne consegnò copia alla Badessa del monastero di San Paolo a Ratisbona, che gli chiese di tradurla in latino.