I cavalieri di Cristo. Gli ordini religioso-militari del Medioevo XI-XVI secolo

Alain Demurger

Traduttore: E. Lana
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
In commercio dal: 10 maggio 2007
Pagine: 414 p., Brossura
  • EAN: 9788811679318
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

È possibile combattere e uccidere in nome di Cristo. Per secoli, a partire dal medioevo, la difesa della religione cattolica e la lotta contro gli infedeli è stata affidata ad apposite istituzioni: dall'Ordine del Tempio a quello dell'Ospedale, dai Cavalieri di Malta ai Cavalieri Teutonici, ai drappelli che nella penisola iberica alzavano le insegne di Calatrava, Alcántara e Santiago. Per alcuni teologi, già all'epoca quei "sacerdoti-guerrieri" erano dei mostri, ibridi che cercavano di conciliare due modalità di esistenza incompatibili. Da un lato vivevano come monaci, dall'altro si comportavano come soldati in grado di compiere atti di indicibile ferocia. Il loro crescente potere fu anche la causa della loro rovina. Con l'affermazione delle monarchie rispetto al potere papale, aumentò anche la diffidenza dei sovrani nei confronti di queste potenze militari. Così cominciarono a diffondersi leggende e calunnie, e nacque una epopea ricca di misteri che continua ad affascinare ancora oggi. Intanto il tema della guerra veniva via via sostituito da quello della missione e molti ordini iniziavano a dedicarsi ad attività caritatevoli.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maurizio

    18/05/2012 18:44:11

    Ottimo testo del 2002, pubblicato da noi due anni piu' tardi. E ottima traduzione. Forse l'unica sintesi dedicata agli ordini religioso-militari medievali. A partire da un'imponente documentazione e dai numerosi studi effettuati sui singoli ordini, Demurger traccia la vicende degli ordini dei cavalieri che dalla Terra Santa alla penisola iberica al Mar Baltico crebbero, si svilupparono durante conflitti secolari contro i musulmani e i pagani del nordeuropa e lentamente entrarono in crisi e si sciolsero. E questo in quasi mezzo millennio. Importante la seconda parte del volume che tenta un'analisi a tutto campo delle diverse istituzioni, delle loro regole, dell'organizzazione interna e della loro cultura. Completano il testo una bibliografia e una serie nutrita di appendici: cronologia, cartine geografiche e denominazione degli ordini. L'indice analitico e' veramente tale e aiuta il lettore a distinguere e a mettere insieme la narrazione, le persone e i luoghi.

  • User Icon

    fabio Mz.

    13/09/2008 12:26:26

    Un solo dispiacere, che il nostro autore, al momento, nn sembri intenzionato a riprendere, e sviluppare, i diversi temi di ricerca presenti in questo pregevolissimo testo (lo ha fatto solo per i cavalieri del TEmpio-ed.garzanti). Checchè ne dicano i complottisti e gli amanti del mistero (purtroppo, a volte "incoraggiati", da opere zeppe di errori come quella di B.Frale sui TEmplari), la maggior parte delle "verità altre" esistenti sull'argomento (e ovviamente qui faccio riferimento soprattutto ai Templari, presenti nel lavoro di DEmurger) nn sono supportate nè dalle fonti esistenti, nè da una corretta lettura metodologica. Demurger, in questo lavoro, da storico serio e preparato qual è offre, invece, una panoramica pregevole sugli ordini cavallereschi del tardo medioevo affidandosi, laddove possibile, alle fonti primarie e ai lavori più accreditati.

Scrivi una recensione