La caverna - José Saramago - copertina

La caverna

José Saramago

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788806179601

€ 9,50

€ 12,00
(-21%)

Venduto e spedito da Libreria Fernandez

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il mito platonico della caverna, rivisitato da Saramago e portato ai giorni nostri: la storia di un vasaio cui viene rifiutata la solita fornitura di stoviglie da parte del Centro, simbolo del potere nell'età della globalizzazione. L'artigiano si troverà così costretto a inventarsi un altro prodotto e, soprattutto, a confrontarsi con il Centro stesso, per cercare di scoprirne il terribile, spaventoso segreto. Così, come in altri suoi libri, abbiamo due storie parallele e allo stesso tempo convergenti. Da una parte i protagonisti: gente normalissima, antieroi per eccellenza. Dall'altra una costruzione quasi infinita e maligna: il Centro, sorta di città nella città che divora la città.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,6
di 5
Totale 5
5
2
4
1
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Michael Moretta

    02/05/2012 22:55:07

    Devo dire che ho fatto un po' fatica a terminare la lettura di questo libro. Diciamo che poteva tranquillamente essere di una trentina di pagine più corto. Questo non toglie che la storia sia molto interessante ed il mito della caverna rivisitato in questo modo sicuramente ha il suo fascino. Ma bisogna aspettare quasi trecento pagine per arrivare al punto cruciale della storia, ed in queste trecento pagine è vero che Saramago utilizza forse un po' troppo del suo genio letterario, rendendo quasi difficile la lettura del libro. Ma Saramago è un genio della letteratura, quindi gli si può concedere anche questo. Solito uso della punteggiatura molto particolare e solita maestria nel descrivere i sentimenti e le situazioni. Ed anche qui ritroviamo la figura di un cane, il cane Trovato, che ci richiama il cane delle lacrime di Cecità. Ed anche Trovato ha questa curiosa ed affascinante capacità di capire gli umani quasi meglio degli atri umani stessi. Commoventi davvero alcune scene di Trovato e Cipriano. Concludendo.....un libro bellissimo ma che consiglierei di leggere solo dopo aver letto altri libri di Saramago. Non può essere il primo libro che si legge di questo autore. È un libro che può essere apprezzato solo conoscendo già Saramago. Detto questo il mio giudizio non può che essere positivo.

  • User Icon

    anna nibba

    26/01/2012 21:01:57

    Questo e' il classico libro a cui nessuno osa dare un punteggio basso per non passare da ignorante... Io oso. Secondo me è un libro spocchioso, pieno di autocompiacimento dell'autore per la propria cultura. Poteva evitarlo. L'ho trovato una lettura veramente noiosissima.

  • User Icon

    Emiliano

    04/09/2009 14:42:55

    ...penso che sia facile cadere nel votone, del resto Saramago è un maestro c'è poco da dire! Personalmente però ho trovato questo libro un po' eccessivo: l'autore si parla troppo addosso, si specchia nei suoi personaggi e se ne distacca rendendoli quasi statuette per la sua manipolazione. L'idea del racconto è interessante e richiama molti precedenti in letteratura anche dopo Platone, ma qui si abusa della pazienza del lettore. Persino nel momento della conclusione Saramago fa del meta-racconto (quasi una nota dell'autore in pieno epilogo del libro) in questo modo si perde il coinvolgimento nel racconto, già debole per le troppe elucubrazioni.

  • User Icon

    paola pirri

    19/04/2008 14:40:24

    Questo libro ha il potere di cambiare il lettore, il suo modo di vedere le cose, la sua concezione della vita quotidiana. Non riesco più a fare nulla, a guardare nulla, ad avere un qualsiasi tipo di scambio, senza pensare al crocevia dentro cui ci descrive Saramago, capace di farci sentire intrappolati in un momento storico dilaniante e al contempo di offrirci la speranza della rinascita. Ho regalato questo libro a più di 10 persone negli ultimi 9 mesi. Vorrei poterlo regalare a tutti. Leggetelo.

  • User Icon

    Giuseppe Iannozzi

    12/02/2006 13:05:16

    La caverna di José Saramago è un grandissimo romanzo di fantascienza umanistica, che non risparmia velate ma pesanti accuse contro il movimento della globalizzazione; Saramago non si nasconde e prende posizione. La caverna è un romanzo moderno che per forza espressiva, per contenuti sociali e politici, per ricchezza immaginativa, è in certi momenti addirittura superiore a 1984 di George Orwell. Lo stile di José Saramago, sospeso fra realtà e irrealtà, è di una limpidezza allucinante: la realtà si sposa alla forza immaginativa dando corpo ad una poesia sociale attualissima. Saramago scava dentro l’Io umano come se aprisse una grotta a forza di colpi di piccone, e l’Io umano si sgretola dolcemente sotto la penna dell’autore, ma lo sgretolamento non è totale. Saramago sta ben attento a scavare una grotta all’interno dell’Io, una grotta che gli serve solo per esplorare l’Io e portare così alla luce la verità che nelle sue latebre custodisce: l’autore non demolisce l’Io per scavarci dentro, si limita semplicemente ad aprirlo al mondo, a quello reale o che noi riteniamo essere reale. La caverna del grande autore portoghese è un altissimo esempio di fantascienza umanistica impegnata. E’ incredibile: i migliori romanzi di fantascienza sono quasi tutti scritti da autori che non hanno mai sognato di dichiararsi autori di genere. Ottima la traduzione di Rita Desti, un romanzo assai difficile da tradurre in italiano senza mortificarne la poesia e la forza espressiva. Se non lo leggerete oggi, è sicuro che domani lo prenderete in mano, forse memori del mio consiglio, forse perché la globalizzazione avrà soffocato i vostri talenti e le vostre identità.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • José Saramago Cover

    Narratore, poeta e drammaturgo portoghese, ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura nel 1998. Costretto a interrompere gli studi secondari fece varie esperienze di lavoro prima di approdare al giornalismo che ha esercitato con successo su vari quotidiani. Dopo il romanzo giovanile Terra e due libri di poesia caratterizzati da una forte sensibilità ritmico-lessicale, si è rivelato acquistando fama internazionale con un'originale produzione narrativa in cui rielaborazione storica e immaginazione mistica e allegorica, realtà e finzione si mescolano in un linguaggio tendenzialmente poetico e vicino ai modi della narrazione orale. Tra le sue opere più note pubblicate da Feltrinelli: Il vangelo secondo Gesù Cristo, Cecità, Tutti i nomi, L'uomo duplicato,... Approfondisci
Note legali