Cent'anni di solitudine - Gabriel García Márquez - copertina
Salvato in 55 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Cent'anni di solitudine
11,00 €
;
LIBRO
Dettagli Mostra info
Cent'anni di solitudine Venditore: Antica Libreria Goggia + 5,00 € Spese di spedizione Solo 3 copie disponibili
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Fernandez
7,37 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libreria Fernandez
7,37 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libri Appesi
8,32 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
IL PAPIRO
6,40 € + 7,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
33,00 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Fernandez
7,37 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libreria Fernandez
7,37 € + 4,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libri Appesi
8,32 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
IL PAPIRO
6,40 € + 7,00 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
33,00 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
Cent'anni di solitudine - Gabriel García Márquez - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Nuova edizione disponibile Clicca qui


È la storia centenaria della famiglia Buendia e della città di Macondo. In un intreccio di vicende favolose, secondo il disegno premonitorio tracciato nelle pergamene di un indovino, Melquiades, si compie il destino della città dal momento della sua fondazione alla sua momentanea e disordinata fortuna, quando i nordamericani vi impiantarono una piantagione di banane, fino alla sua rovina e definitiva decadenza. La parabola della famiglia segue la parabola di solitudine e di sconfitta che sta scritta nel destino di Macondo, facendo perno sulle 23 guerre civili promosse e tutte perdute dal colonnello Aureliano, padre di 17 figli illeggittimi e descrivendo in una successione paradossale le vicende e le morti dei vari Buendia.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

5
1988
Tascabile
406 p.
9788804314639

Valutazioni e recensioni

4,26/5
Recensioni: 4/5
(58)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(40)
4
(8)
3
(2)
2
(1)
1
(7)
H.K.
Recensioni: 5/5

Ormai il mio libro preferito da anni e anni... Non farò nessuno spoiler, consiglio al lettore di immergersi totalmente nell'atmosfera esoterica del mondo descritto da Marquez in questo noto capolavoro della letteratura mondiale.

Leggi di più Leggi di meno
Martina
Recensioni: 5/5

probabilmente il mio libro preferito in assoluto, quello che per me ha maggiormente segnato il passaggio da letture infantili/adolescenziali a letture più serie. L''ho riletto non so quante volte e ogni volta sono riuscita a trovare nuove sfumature.

Leggi di più Leggi di meno
Giuseppe
Recensioni: 5/5

Macondo è il villaggio immaginario di un inverosimile racconto vestito da fiaba. Il mondo è tanto recente da far pensare ancora che fosse piatto, non tutte le cose hanno già un nome e per parlarne bisogna tenerle davanti e indicarle col dito. José Arcadio Buendia è il fondatore del villaggio e la sua stirpe resta il cardine della narrazione. José Arcadio, sua moglie Ursula, i figli Aureliano, Amaranta e José Arcadio, e i numerosi discendenti con cui si rischia di confondersi nella lettura a causa dei nomi simili, avvicendano ostinati sogni utopici, ostacolati da singolari epidemie e sciagure: la peste dell'insonnia, un diluvio lungo quattro anni seguito da una siccità di dieci, trentadue guerre di cui nessuna vinta. Un secolo che trasforma la Strada dei Turchi - il centro del paese - in un fiorente centro di scambio. Vi passano zingari colti come Melquiades, e bananieri schiavisti, e il villaggio si piega alle invenzioni e alle scoperte, il treno, il telefono, la radio, ma disilluso impara a rifiutare ciò che inganna l'animo, persino le macchinose storie inventate dal cinema e dal teatro. La vita reale l'ha indebolito con meraviglie e drammi, poli di una clessidra che il destino capovolge meccanico e puntuale fino ad abbandonarlo in un labirinto di strade miserabili con appena qualche lampada accesa. Nel villaggio la solitudine si sussegue tra le antinomie e le consuetudini. Non è una condanna, ma un patto che ogni componente di sette generazioni osserva senza rendersene conto. L'amore sacrale è la vana cura del cuore. Si conserva nella camera di pergamene o in un nascondiglio pieno di monete, si costruisce in un infinito sudario o con pesciolini d'oro venduti in cambio d'oro dello stesso valore. Ad esso si contrappone una rara paura. Tutto finisce per marcire sotto il peso dell'antica premonizione di un bambino che nasce con la coda di maiale, ma forse è la salvezza di una ciclica centenaria Divina Provvidenza.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,26/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(40)
4
(8)
3
(2)
2
(1)
1
(7)

Conosci l'autore

Gabriel García Márquez

1927, Aracataca - Macondo (Colombia)

Scrittore colombiano Premio Nobel per la Letteratura nel 1982.Come giornalista ha soggiornato in Francia, Messico e Spagna; in Italia è stato allievo del Centro sperimentale di cinematografia. Ha esordito con un breve romanzo, dove più evidente è l’influenza di Faulkner: Foglie morte (La hojarasca, 1955), cui sono seguiti Nessuno scrive al colonnello (El coronel no tiene quién le escriba, 1961); i racconti raccolti ne I funerali della Mamá Grande (Los funerales de la Mamá Grande, 1962), nei quali, soprattutto in quello che dà il titolo al volume, è già tratteggiato il mondo mitico e paradossale del narratore; La mala ora (La mala hora, 1962), altro romanzo, dove si narra una storia spietata di lettere anonime che coinvolge...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore